Sezione: Difesa

AM: anche assetti a pilotaggio remoto usati nel piano per il contrasto dei roghi dei rifiuti

CONDIVIDI

venerdì 12 luglio 2019

Si amplia la partecipazione dell’Aeronautica Militare nel Piano di azione per il contrasto dei roghi dei rifiuti, avviato con il protocollo d’intesa firmato a Caserta lo scorso 19 novembre tra il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, i rappresentanti di sette Ministeri (ambiente, interni, sviluppo economico, difesa, salute, giustizia, sud) e la Regione Campania. Dopo i positivi esiti delle prime attività sperimentali di monitoraggio ambientale con assetti aerei da ricognizione la Difesa ha deciso infatti di ampliare la sperimentazione anche agli assetti a pilotaggio remoto (APR).
E’ stato quindi firmato un accordo di collaborazione tra l’ing. Fabrizio Curcio, presidente dell’Unità di coordinamento del “piano di azione”, e il Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, attraverso cui assetti e capacità operative dell’Aeronautica vanno ad aggiungersi a quanto già fornito dall’Esercito. A seguito di questo importante accordo, satelliti, aerei, droni, piattaforme terrestri e analisti dei dati immagine potranno cooperare in un sistema integrato che utilizza il paradigma ben noto in ambito militare, denominato ISR (Intelligence, Sorveglianza e Ricognizione).
A suggellare l’importante accordo erano presenti il Sottosegretario di Stato alla Difesa On. Angelo Tofalo ed il Sottosegretario di Stato all’Ambiente l’On. Salvatore Micillo.
“Un ringraziamento all’Aeronautica Militare – ha dichiarato l’On. Tofalo – per la puntualità, la concretezza e la grande competenza con la quale ha risposto alla richiesta dell’autorità politica, per portare beneficio al territorio e ai cittadini”.
“Si compie oggi un processo fondamentale – ha ribadito l’On. Micillo – fatto di intelligenza condivisa a tutela del territorio e della popolazione. Per la prima volta queste tecnologie vengono utilizzate anche per la tutela dell’ambiente”.
La sperimentazione durerà per tutto il periodo estivo, quello più critico per la ricorrenza e magnitudine dei roghi. In particolare l’Aeronautica utilizzerà missioni addestrative, già programmate per il mantenimento delle proprie capacità di raccolta e analisi delle immagini (senza ulteriori oneri per la Forza Armata) e i prodotti elaborati, quindi, andranno a soddisfare le esigenze informative degli attori interessati dal piano di contrasto ai roghi.
L’impiego degli assetti e dei sensori dell’Aeronautica in ambito nazionale, non è una novità assoluta. Gli APR Predator sono stati utilizzati con compiti di sorveglianza in occasione di Grandi Eventi (come, negli ultimi anni, la Conferenza di Palermo pro Libia del 2018, il G7 di Taormina e di Bari del 2017, il Vertice di Ventotene del 2016 nonché il Giubileo Straordinario del 2015). I velivoli AMX, Tornado ed F-2000 Eurofighter, equipaggiati anche con apparati fotografici d’avanguardia, sono stati utilizzati con compiti di sorveglianza e ricognizione, fornendo, in tempi brevissimi, una chiara visione dall’alto dell’accaduto, consentendo e facilitando l’intervento delle squadre a terra, come successo in occasione dei terremoti e delle alluvioni avvenute negli ultimi anni, nel crollo del ponte Morandi a Genova e nella recente eruzione del vulcano Stromboli.
La vera novità consiste, appunto, nell’impiego di queste capacità integrate della Difesa per il monitoraggio ambientale e per la prevenzione e contrasto di fenomeni illegali e deleteri per i cittadini italiani, in piena armonia ed integrazione inter-agenzia delle capacità militari e con la definizione di utilità al Paese che è al centro della Visione e Missione dell’Aeronautica Militare.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Alitalia: da febbraio 2020 oltre 1 milione di rimborsi

Da metà febbraio 2020 allo scorso 27 dicembre Alitalia ha evaso 1 milione e 369 mila richieste di rimborso avanzate dai propri clienti, per un valore di 373,8 milioni di euro di biglietteria...

Roma: 18 gennaio stop alla circolazione veicoli più inquinanti nella Fascia Verde. Di nuovo attivi i varchi Ztl

Al fine del contenimento dell’inquinamento atmosferico, è stata disposta nella Ztl Fascia Verde la limitazione alla circolazione veicolare.Ecco le modalità: - lunedì 18...

Divieti Brennero: Conftrasporto, dalle limitazioni ai tir nessun beneficio per l'ambiente

Dati pubblicati dalla Camera di Commercio dimostrano che, nonostante i contingentamenti e il lockdown, i valori delle polveri sottili al Brennero rimangono invariati. Lo ha reso noto il presidente di...

Camion: 11 nuovi Iveco S-Way per l'azienda ligure GSR

Iveco implementa la flotta di GSR, azienda che opera nel trasporto container nei porti di Genova, La Spezia e Vado Ligure, con 11 Iveco S-Way dotati di motorizzazione Cursor 13, 510 cv di potenza e...

Amazon apre due nuovi centri in Italia: Novara e Spilamberto (MO). Prevista tecnologia Amazon Robotics per supportare i dipendenti

Nel 2021 Amazon aprirà due nuovi centri in Italia: il centro di distribuzione di Novara e il centro di smistamento di Spilamberto (MO). Amazon creerà così 1100 posti di lavoro a...

Trasporti: l'agenda delle Commissioni di Camera e Senato per la settimana dal 18 al 22 gennaio 2021

Pubblichiamo l'agenda dei lavori delle Commissioni Trasporti e Lavori pubblici di Camera e Senato per la settimana in corso. Camera, convocazione della IX Commissione (TRASPORTI, POSTE E...

Aeroporto di Palermo: nel 2020 passeggeri diminuiti di oltre il 60%

L’aeroporto internazionale di Palermo ha chiuso il 2020 registrando complessivamente 2.688.042 passeggeri transitati (il 2019 si era chiuso con sette milioni di passeggeri: +6% rispetto al...

Ristori: in arrivo fondi per gli Open bus, pubblicato il decreto con le disposizioni per il riparto

In arrivo ristori per le aziende che gestiscono servizi di trasporto con gli open bus. E' stato pubblicato, infatti, il decreto del ministro per i beni culturali ed il turismo che individua le...