Guida sicura: Continental lancia il nuovo Right-Turn Assistant che protegge ciclisti e pedoni

mercoledì 26 giugno 2019 10:41:04

Meno stress per gli automobilisti, più sicurezza per ciclisti e pedoni: Continental lancia un nuovo radar a corto raggio che, usando una tecnologia a 77 Gigahertz (GHz) al posto dell’usuale tecnologia a 24 GHz, permette un rilevamento dell’ambiente circostante oltremodo preciso e si pone alla base del nuovo Right-Turn Assistant.

Grazie alla maggiore risoluzione il radar è infatti in grado di rilevare gli ostacoli,  gli altri utenti della strada e le loro direzioni di movimento e velocità in maniera molto più precisa occupando anche meno spazio: le singole componenti del sistema, come l’antenna e il chip a radiofrequenza (RF), sono collocate in uno spazio di installazione più piccolo e rendono il sensore più compatto e quindi più facilmente collocabile all’interno del veicolo.

Sistemi radar come questo costituiscono già la base di vari sistemi avanzati di assistenza alla guida che utilizzano sensori, come quelli impiegati per il monitoraggio dei punti ciechi a destra e a sinistra del veicolo in direzione orizzontale, il rilevamento dei veicoli circostanti (sistema Lane Change Assist),il controllo degli incroci e delle intersezioni coi sistemi Intersection e Emergency Brake Assist, nonché lo studio dell’area dietro il veicolo per garantire l’uscita in sicurezza dei passeggeri, e ne introducono di nuovi come il Right-Turn Assist, sistema per automobili che rende la svolta di gran lunga più sicura e fornisce un supporto importante al guidatore, specialmente nelle situazioni di confusione che ogni tanto si creano nel traffico urbano.

La nuova generazione di sensori radar può individuare un ciclista che si avvicina da dietro sul lato destro. Il Right-Turn Assist interviene se il guidatore vuole svoltare a destra nel momento in cui il ciclista è in procinto di superare l’automobile da quel lato. Se, in situazioni come questa, i sensori radar individuano un ciclista, trasmettono un segnale specifico ai freni e l’automobile si arresta prima che avvenga una collisione. Inutile dire che questa funzione volta alla sicurezza protegge allo stesso modo pedoni e scooteristi.

 

Questa nuova tecnologia soddisfa già i requisiti di sicurezza Euro NCAP per una maggiore protezione di pedoni e ciclisti che entreranno in vigore a partire dal 2022.

Il monitoraggio continuo e ad alta risoluzione dell’area circostante il veicolo costituirà la base per altri sistemi avanzati di assistenza al guidatore in futuro, specialmente in relazione alla guida automatica e autonoma.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Guida assistita, Aci e Csi presentano le nuove valutazioni Euro NCAP: cresce l'affidabilità della tecnologia

Euro NCAP ha presentato i nuovi protocolli di verifica delle tecnologie per la guida assistita e pubblicato i risultati dei test condotti su 10 autovetture dotate di sistemi di ausilio di livello...

Da gennaio ad agosto emissioni di CO2 da carburanti per autotrazione in calo del 20,8%

Da gennaio ad agosto di quest’anno le emissioni di CO2 derivate dall’uso di benzina e gasolio per autotrazione sono diminuite del 20,8% rispetto allo stesso periodo del 2019. Nel solo...

Continental: il tachigrafo intelligente diventa un problem solver su strada

Le nuove tecnologie sono la base per il successo a lungo termine nel settore dei trasporti e della logistica. Un ruolo strategico lo giocano i dati, più sono accurati e precisi più...