Treviso: intermodalità bus-treno, il biglietto MOM vale anche per i servizi ferroviari

giovedì 1 febbraio 2018 15:52:37

Grazie a un accordo tra Mobilità di Marca e Trenitalia da oggi, su alcune linee di trasporto pubblico locale del territorio trevigiano è possibile, in via sperimentale, viaggiare in treno o in bus con il medesimo titolo di viaggio.
L’agevolazione vale, per il momento, solo per i titolari di abbonamento mensile extraurbano emesso da Mobilità di Marca. Ai clienti MOM sarà consentito l’utilizzo delle tratte coincidenti con il servizio ferroviario (ovvero gli abbonamenti dovranno avere origine e destino corrispondenti alle località di fermata del servizio Trenitalia). Non è invece possibile, per ragioni tecniche, consentire l’utilizzo degli abbonamenti Trenitalia sui mezzi MOM.

In pratica, chi è titolare di un abbonamento mensile MOM e viaggia tra Treviso e Vicenza utilizzando le linee bus extraurbane 106, 107 e 150, ora potrà utilizzare anche tutti i treni disponibili sulla stessa tratta. Ugualmente gli abbonati mensili che viaggiano tra Padova e Castelfranco utilizzando la linea 208 ora potranno salire anche su tutti i treni della Padova-Calalzo (naturalmente fino a Castelfranco). Infine, i pendolari con abbonamento mensile che utilizzano le linee 110, 112, 113, 114 e 181 potranno utilizzare anche i treni sulla Treviso-Montebelluna. Questo consentirà un notevole ampliamento della frequenza dei collegamenti e una estensione anche nell’orario serale e nelle giornate festive.

Le biglietterie MOM stanno emettendo da questa settimana gli abbonamenti mensili extraurbani che, per le tratte indicate, avranno quindi validità sia su bus che su treno dal primo giorno di validità dell’abbonamento stesso: 1 febbraio 2018.
“L’integrazione e l’intermodalità dei diversi servizi di mobilità pubblica è uno dei principali obiettivi di questa legislatura – ha detto l’assessore ai trasporti della Regione del Veneto, nel corso della presentazione dell’accordo, avvenuta oggi a Mestre nel corso di una conferenza stampa – e grazie alla collaborazione tra MOM e Trenitalia si è aggiunto un nuovo tassello nell’attuazione di tale piano: sulle tratte Treviso-Castelfranco-Vicenza, Castelfranco-Padova e Treviso-Montebelluna, interessate da un forte traffico pendolare di studenti e lavoratori, è possibile decidere se utilizzare treno o bus in base ai propri vantaggi e necessità, esibendo un unico titolo di viaggio. Insomma, un nuovo modo di concepire il trasporto pubblico, più semplice e vantaggioso per i cittadini, puntando gradualmente all’obiettivo finale del biglietto unico, che rappresenta una grande sfida che il Veneto è sicuramente pronto a raccogliere e a vincere”.

Due i traguardi indicati dall’assessore: entro la fine del 2018 l’istituzione della tariffa unica per il trasporto pubblico locale ed entro la metà del 2020 la creazione del biglietto unico per l’intero territorio veneto. “La Regione – ha precisato – sta attuando e sostenendo una vera e propria rivoluzione del trasporto pubblico locale. Se vogliamo favorire l’uso dei mezzi pubblici e l’abbandono di quelli privati, è necessario incentivare gli investimenti in questo settore e implementare i servizi. Auspichiamo, quindi, che esperienze come quelle presentate oggi si moltiplichino in futuro e per farlo abbiamo bisogno anche dell’aiuto e dei suggerimenti di chi per lavoro o per studio viaggia quotidianamente con treni, bus e altri mezzi. Più riusciremo a integrare questi tra loro, più facile, vantaggioso e comodo sarà spostarsi nel nostro territorio, migliorando sensibilmente la qualità della nostra vita, anche dal punto di vista ambientale”.

La novità si aggiunge a quella già avviata il 10 dicembre 2017, ovvero la portabilità del biglietto ferroviario Trenitalia su alcune corse feriali e su tutte le corse festive del servizio extraurbano MOM sulle linee: Castelfranco-Treviso e Padova-Castelfranco. Dal 20 gennaio 2018, la portabilità dei biglietti e abbonamenti Trenitalia si estende anche alla linea extraurbana MOM Treviso-Montebelluna, limitatamente ai giorni festivi.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Regione Toscana: via alle richieste di “compensazione” per abbonamenti del trasporto pubblico non utilizzati nel lockdown

mercoledì 5 agosto 2020 11:43:01
La Regione Toscana ha stabilito tempi e modalità per chiedere alle aziende di trasporto che effettuano servizio pubblico il prolungamento dei tempi...

Regione Lazio: approvate linee guida per il trasporto pubblico in sicurezza da settembre

martedì 4 agosto 2020 17:55:44
La Regione Lazio ha approvato le nuove linee guida per il trasporto pubblico extra urbano, in ottemperanza delle direttive governative in materia di...

Eni-Asstra: alleanza per promuovere un trasporto pubblico sempre più sostenibile e all'insegna della decarbonizzazione

martedì 4 agosto 2020 18:14:08
Costruire un'allenaza tra produzione energetica e servizi di trasporto pubblico locale per spingere l’acceleratore sulla mobilità sostenibile...

“Le stazioni ferroviarie come HUB della mobilità”: nuovo evento della IV Conferenza nazionale sulla Sharing Mobility

lunedì 3 agosto 2020 11:01:55
Cambiare la prospettiva da cui guardare le stazioni ferroviarie, sempre di più un punto strategico nelle città, un nodo per l’integrazione...

La rivincita della bicicletta dopo il lockdown: per gli italiani è smart, ecologica e funzionale

venerdì 31 luglio 2020 10:29:04
È cambiata la percezione della bicicletta dopo il Lockdown. Lo rivela un sondaggio di Wilier Triestina, produttrice di biciclette sportive di alto...