Trasporto pubblico: federMobilità, rafforzando le gare nel TPL fino a 600mln di risparmio

martedì 22 gennaio 2019 15:02:15

Trasporti pubblici locali più efficienti e moderni: grazie a un rafforzamento del sistema delle gare del TPL è infatti possibile un risparmio annuo di oltre 600 milioni. Cifra che potrebbe oltretutto essere destinata (per circa 80 mln) alla formazione del personale degli Enti affidanti. Questi i dati emersi oggi dallo studio presentato da federMobilità, “Gli Enti Territoriali per il futuro del TPL e della mobilità. Rafforzare le competenze e riorganizzare le funzioni”, in collaborazione con Isfort, alla sala Protomoteca del Campidoglio.

Emerge dallo studio la necessità di investire parte dei risparmi sul settore stesso per arrivare ad una ‘progressiva e regolata liberalizzazione’ del settore più che ad una ‘privatizzazione forzata’: “non  vogliamo nasconderci – spiega Giuseppe Ruzziconi, presidente di federMobilità - il fatto che l’utilizzo ottimale delle risorse richiede una dote notevole di ‘sapienza’ non solo da parte dei gestori, ma anche da parte di tutta la filiera di regolazione, orientata a creare le condizioni per un vero mercato contendibile, a far emergere energie positive nel contesto produttivo in grado di sprigionare miglioramenti della qualità dei servizi erogati e di riduzione di costi, in un'ottica di liberalizzazione regolata”.

“Si creerebbe – continua Ruzziconi - un sistema in continuo dialogo e confronto, da un lato con i soggetti delegati dal Parlamento per verificare che tali processi avvengano nei tempi adeguati e dall'altro con gli Enti territoriali che rimarrebbero i proprietari del servizio pubblico del TPL nel loro territorio, titolari dell’interesse sociale ed economico ad aumentare l'efficacia dei propri servizi di trasporto”.

Ma per far questo occorre migliorare il contesto sul territorio. Per questo federMobilità avanza un pacchetto di proposte alla politica: innanzitutto serve un Piano Nazionale di adeguamento funzionale e di formazione rivolto
agli Enti affidanti che abbia l’obiettivo di migliorarne le capacità di efficace attuazione delle complesse normative del TPL e delle delibere dell’Autorità per i Trasporti.
Un soggetto terzo del Tpl: “per rendere effettivamente agibile il terreno della liberalizzazione del TPL, senza privatizzazioni forzate né protezionismi antistorici, - spiega ancora Ruzziconi - non è più rinviabile la diffusione su tutto il territorio nazionale a ognuno dei livelli che le legislazioni regionali riterranno adeguati, di soggetti organizzatori locali, specialmente in presenza di gestori partecipati dagli stessi Enti territoriali”. Ruzziconi chiede infine un confronto, proprio partendo dai dati raccolti sottolineando “l’importanza di poter comparare i risultati
raggiunti fra le varie soluzioni scelte dalle singole Regioni. Ciò permetterebbe, non solo di poter riaffermare un fattivo rapporto tra Stato e Regioni ma anche per poter sviluppare, attraverso le comparazioni, gli obiettivi condivisi di miglioramento da raggiungere nel trasporto pubblico”.

Ruzziconi quindi insistite sulla competenza dell’Ente titolare di un servizio di trasporto pubblico in grado di pianificare e progettare i servizi, di scegliere in base alla normativa vigente la modalità di affidamento e poi di gestirne il contratto con l’affidatario monitorandone nel tempo gli adempimenti previsti.

“Lo studio – spiega infine Ruzziconi illustrando la modalità di raccolta dei dati -  è il primo nel suo genere per ampiezza di raccolta dati e per partecipazione di soggetti coinvolti, circa 100, e ha riguardato la ricostruzione della mappa delle funzioni esercitate dagli Enti Locali e dai diversi soggetti affidanti del tpl provando a mettere in luce, in una fase di forte evoluzione del sistema, quali sono i corrispondenti fabbisogni di competenza professionale per far fronte alle funzioni e alle nuove esigenze che si vanno delineando nel settore dei trasporti e della mobilità sostenibile”.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

MobilitAria 2019: la qualità migliora ma lontani da un trasporto sostenibile

giovedì 18 aprile 2019 13:36:59
Presentato, presso la sede del Gruppo Fs Italiane, il secondo rapporto “MobilitAria 2019” di Kyoto Club e Istituto sull’Inquinamento...

Via libera da Palazzo Chigi al Piano Strategico della Mobilità Sostenibile da 3,7 miliardi

giovedì 18 aprile 2019 15:23:29
Rinnovo dei parco autobus con mezzi meno inquinanti e moderni: così cambia il trasporto pubblico locale con il Piano Strategico Nazionale della...

Fs Italiane, con l’app Nugo più facile acquistare i servizi ATAC

mercoledì 17 aprile 2019 13:14:53
Con l’app Nugo, della startup del Gruppo FS Italiane, è più facile acquistare i servizi ATAC. Si possono acquistare l’abbonamento...

Genova, Piano Urbano per la Mobilità sostenibile: presentati al Comune i nuovi interventi

mercoledì 17 aprile 2019 18:00:50
Presentati a Palazzo Tursi, a Genova, i provvedimenti istituzionali destinati a cambiare la mobilità cittadina. Durante l’incontro con la stamp...

Bus, Atac: a marzo aumenta la vendita dei biglietti con ricavi per 24 milioni e una crescita del 4,4 per cento

martedì 16 aprile 2019 11:31:07
Titoli di viaggio Atac ancora con il segno più. Continua il trend positivo delle vendite con marzo che registra una crescita del 4,4% rispetto allo...