Trasporti, Enjoy e Waze insieme per migliorare la mobilità cittadina

mercoledì 12 febbraio 2020 11:29:23

Enjoy e Waze in partnership per migliorare la mobilità cittadina. Le due applicazioni si integrano dando la possibilità all'utente Enjoy di accedere alle mappe realizzate da Waze in modo semplice e veloce.

Come funziona

Gli automobilisti a bordo dei veicoli Enjoy, una volta scaricata l’app di Waze, iniziano il noleggio  tramite l'app di Enjoy, fare tap sull'icona di Waze presente sulla mappa di Enjoy, impostare il tragitto (a voce o manualmente) e seguire il percorso prestando attenzione alle informazioni che verranno fornite fino all'arrivo a destinazione.

In qualsiasi momento sarà possibile tornare alla schermata di noleggio facendo tap sull'icona di Enjoy presente sulla mappa di Waze. 

“Da sempre Enjoy si impegna a decongestionare il traffico offrendo un'alternativa condivisa all'utilizzo dell'auto privata, e si pone l'obiettivo di migliorare la qualità della vita di chi vive e lavora in città -  spiega Giuseppe Macchia, Senior Vice President Marketing R&M and Smart Mobility Services di Eni -. La partnership con Waze, innovativa nel settore della mobilità, nasce per migliorare ulteriormente l'esperienza dei clienti Enjoy, che seguendo le indicazioni dell'applicazione di navigazione possono muoversi in modo ancora più facile e sicuro in città spesso congestionate dal traffico come Milano, Roma, Torino, Firenze e Bologna".

"Waze si integra in un servizio di car sharing e continua così il suo percorso di trasformazione da app a vera e propria Transportation Company per rendere le città sempre più smart anche per quanto riguarda la mobilità - commenta Dario Mancini, Regional Manager Italy & EMEA Emerging Markets di Waze -. Siamo davvero entusiasti di aver avuto l’opportunità di far incontrare due community che conoscono il valore della condivisione e di offrire loro un sistema integrato. Sono certo che grazie a questa partnership, i clienti di Enjoy beneficeranno delle mappe sempre aggiornate di Waze e, perché' no, ognuno di loro potrà anche fare la propria parte segnalando eventuali problematiche stradali, aiutando così l'intera comunità e le municipalità".

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Aniasa: la nuova sezione Digital Automotive per una mobilità sempre più smart, condivisa e sostenibile

Supportare la transizione dalla proprietà all’uso dei veicoli che nel nostro Paese ha già portato 1 vettura su 4 ad essere immatricolata a noleggio. Consolidare il ruolo di...

Autovetture elettriche e ibride: in continua crescita il parco circolante in Italia

In Italia al 31 dicembre 2019 circolavano 357.296 autovetture ibride ed elettriche, in crescita del 39,22% rispetto alla stessa data del 2018. Nel dettaglio, le elettriche registrano un +86,97%, le...

Mobilità ai tempi del Covid: i timori incentivano l'uso dei mezzi privati a discapito della mobilità collettiva

La mobilità ai tempi del Covid-19 si caratterizza per una predilezione dei mezzi privati a discapito dei sistemi di mobilità collettiva. 1 italiano su 4 evidenzia timori legati alla...