Sostenibilità, Acea: l'associazione europea dei produttori d'auto ribadisce impegno per la riduzione di C02

martedì 5 giugno 2018 17:16:33

Acea, l'associazione europea dei produttori di  auto, ha ribadito il suo impegno relativamente alle emissioni ma ha anche sottolineato la necessità di avere dei target realistici da parte dell'Unione Europea. Infatti, a un mese  dal voto cruciale del Parlamento europeo sui futuri target di  emissioni per le auto e qualche settimana prima della discussione sul tema tra i ministri europei dell'Ambiente, i  membri dell'Acea hanno reiterato il loro impegno nella decarbonizzazione, così come le preoccupazioni riguardo alle conseguenze di una transizione (verso vetture  più ecologiche) gestita male.
Queste includono  l'accessibilità da parte dei consumatori, una limitata  disponibilità di infrastrutture e impatti socio-economici.

Il presidente di Acea e ceo del gruppo francese Psa, Carlosa Tavares, ha detto: "In un contesto generale allarmante sul fronte geopolitico e con una agenda stringente dal punto di vista legislativo, una delle più grandi sfide per l'industria resta portare avanti una ulteriore decarbonizzazione. Le  future riduzioni di C02 dipendono fortemente dalle vendite di  auto con motorizzazioni alternative, ma l'accessibilità a  questi prodotti resta la più grande barriera per gli  europei".

"Gli ultimi dati di Acea - dice il presidente - evidenziamo che l'85% delle  auto completamente elettriche sono vendute in soli 6 Paesi dell'Europa occidentale con i più alti Pil del Continente. Nei Paesi dell'Europa Centrale e dell'Est, quelli con un  reddito pro-capite annuo sotto i 18mila euro, la vendita di  queste vetture è praticamente pari a zero. Per Acea questo è un problema serio, specialmente considerando che la  Commissione europea propone di portare al 15% del totale le  auto completamente elettriche vendute in Europa nel 2025 e al  30% nel 2030. Attualmente in Europa c'è una  enorme differenza tra le vendite di auto elettriche e i  target della Commissione. Secondo l'obiettivo, dovremmo  passare da meno dell'1% attuale al 30% in 12 anni".

Oltre  all'accessibilità da parte dei consumatori, un'altra  questione da risolvere è quella delle infrastrutture per ricaricare le batterie delle vetture. Per Acea questo è un  prerequisito per avere più vendite di auto con motorizzazioni alternative in Europa. Secondo i dati  dell'associazione, ci sono circa 100mila punti di ricarica  attualmente, il 76% dei quali concentrati in soli quattro  Paesi (Paesi Bassi, Germania, Francia e Gran Bretagna).

Per  fare un esempio della diffusione, un Paese come la Romania,  grande circa sei volte i Paesi Bassi, ha solo 144 punti di  ricarica, lo 0,1% del totale nell'Unione europea. 'Ci  dispiace che le proposte della Commissione relative ai target  di C02 dopo il 2020 non siano collegate alla disponibilita'  di infrastrutture, mentre questi due elementi vanno mano  nella mano', ha aggiunto Tavares.

"Stiamo chiedendo che la  legislazione includa una valutazione di reale fattibilità nel medio termine relativa alla disponibilità di infrastrutture e la maturità del mercato", ha sottolineato  il ceo del gruppo Psa e presidente di Acea. Tavares ha infine ammonito sui potenziali impatti socio-economici non voluti di  una transizione precipitosa.
"La nostra industria - ha concluso - vuole  muoversi il più velocemente possibile verso veicoli a zero  emissioni. Tutti i membri dell'Acea hanno bisogno di trasformare le proprie imprese a  un ritmo che sia gestibile e che protegga la loro capacità di sopravvivere nel lungo termine in un contesto mondiale molto competitivo".


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Torino: trasporto pubblico, nuovi percorsi e più viaggi su rotaia

martedì 18 febbraio 2020 15:58:43
  Il Comune di Torino, l’Agenzia per la Mobilità Piemontese e GTT hanno presentato il progetto di revisione delle linee in Torino e prima...

Atac, positiva la lotta all’evasione: +14% di sanzioni a gennaio 2020

lunedì 17 febbraio 2020 11:02:12
Continua con successo la lotta all’evasione dell’Atac. A gennaio 2020 i passeggeri controllati sono aumentati del 35% rispetto a gennaio 201...

MarinoBus potenziati i collegamenti tra Puglia, Basilicata e Roma

lunedì 17 febbraio 2020 14:44:51
MarinoBus annuncia il potenziamento dei collegamenti da Puglia e Basilicata verso Roma e viceversa. Le nuove corse sono in programma da domenica...

Inquinamento: a Modena stop per i diesel Euro 4 da martedì a giovedì

lunedì 17 febbraio 2020 16:40:34
Da martedì 18 febbraio, di nuovo in vigore le misure emergenziali previste dal Piano sulla qualità dell’area 2020 della Regione...

FlixBus avvia il piano di espansione annunciando l’arrivo in nuovi mercati europei e in Nord Africa

giovedì 13 febbraio 2020 11:00:16
FlixBus continua la sua espansione. A sette anni dal lancio della prima corsa annuncia l’arrivo in nuovi mercati raggiungendo quattro continenti: Europ...