Sciopero nazionale venerdì 25 ottobre: trasporti a rischio a Roma e Milano

giovedì 24 ottobre 2019 10:27:05

Aumento di salari e pensioni, cancellazione di Jobs Act e legge Fornero. Queste sono alcune delle richieste dei sindacati che hanno proclamato sciopero nazionale per domani venerdì 25 ottobre.

Dai trasporti alla scuola, passando per uffici e sanità. Venerdì 25 ottobre sarà sciopero generale per 24 ore di tutti i settori pubblici e privati. A proclamarlo le associazioni sindacali CUB - Confederazione Unitaria di Base; SGB - Sindacato Generale di Base; SI-COBAS - Sindacato Intercategoriale COBAS e USI-CIT - Unione Sindacale Italiana.

Si fermano bus, treni, aerei e lavoratori delle autostrade, ma anche le scuole dove sciopereranno docenti, amministrativi e personale Ata: dai nidi alle superiori il servizio non sarà garantito. Sciopero anche nelle università e negli ospedali.

Sul sito del ministero sono stati definiti orari e modalità.
Trasporto aereo: sciopero dalle 00.01 alle 24.00 del 25 ottobre 2019.
Trasporto ferroviario: sciopero dalle 21.00 del 24 ottobre 2019 alle 21.00 del 25 ottobre 2019.
Tpl e marittimo: sciopero intera giornata di venerdì 25 ottobre 2019.
Autostrade: sciopero dalle 22.00 del 24 ottobre 2019 alle 22.00 del 25 ottobre 2019. Previste, come sempre, le fasce di garanzie, dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 17.30 fino alle 20.

A Milano, Atm ha comunicato in una nota che l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio di superficie è prevista dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio mentre quella del personale viaggiante e di esercizio della metropolitana dalle 18 al termine del servizio.

A Roma, venerdì ancora più difficile poiché, oltre allo sciopero generale ci sarà anche quello dei lavoratori delle partecipate, proclamato da Cgil, Cisl e Uil. Incroceranno le braccia, tra l'altro, i dipendenti di Atac, Ama, Roma Metropolitane, Roma Multiservizi. A rischio dunque trasporti, raccolta dei rifiuti e scuole, ma anche mense, pulizie, farmacie comunali.

Nel dettaglio, le ragioni riguardano: l'aumento dei salari e delle pensioni, la cancellazione del Jobs Act della legge Fornero, oltre che per la riduzione degli orari e dei carichi di lavoro. Ma anche contro i decreti 1 e 2 di Salvini, per il diritto alla salute, alla scuola, alla mobilità politica e alla sicurezza sul lavoro, contro le guerre interne ed esterne, nonché contro le spese militari, per abolire le diseguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e quelle nei confronti degli immigrati, per la regolarizzazione di tutti gli immigrati, Ius soli, no ai respingimenti, chiusura CPR.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Amazon apre un nuovo centro di smistamento in provincia di Milano

Entra in funzione il nuovo deposito di smistamento Amazon di Peschiera Borromeo – frazione Mezzate (MI), alimentato da energia rinnovabile. La nuova struttura consentirà ad Amazon di...

Trasporto pubblico: dal 28 settembre riorganizzazione della rete bus di Roma est

Novità per la rete dei bus nel quadrante di Roma est. Da lunedì 28 settembre prende il via la riorganizzazione della rete nei quartieri tra via Collatina, via Casilina, via Prenestina e...

Roma e Lazio: venerdì sciopero bus e metro, ecco orari e modalità

Sciopero del trasporto pubblico di 24 ore per la giornata di venerdì 25 settembre, su scala regionale. Lo sciopero, a Roma e nel Lazio, interesserà Atac, Roma Tpl e Cotral. L'agitazione...