Roma, Ncc protestano in piazza: "a rischio 200mila posti di lavoro"

giovedì 29 novembre 2018 17:43:44

Si è svolta stamattina in piazza della Repubblica a Roma la protesta degli Ncc arrivati da tutta Italia. In piazza gilet gialli, bandiere, striscioni e fumogeni tricolori. Sotto accusa la legge 29/92 in proroga dal 2009, che con il governo gialloverde potrebbe diventare esecutiva. Il provvedimento obbligherebbe gli Ncc a rientrare nella rimessa di provenienza tra un servizio e l’altro. “In questo modo si mettono a rischio 200 mila posti di lavoro” hanno spiegato gli autisti, che hanno detto di essere pronti a proteste molto più eclatanti.

"Chiediamo dignità e rispetto per i lavoratori - hanno gridato gli organizzatori della manifestazione dal palco - siamo disposti ad andare avanti con proteste molto più eclatanti. Siamo stufi di pagare perché si possa favorire i tassisti. È dal 1995 che non viene rilasciata una licenza Ncc a Roma per colpa della lobby dei taxi".

 

La Fit Cisl oggi è intervenuta con una nota sulla questione taxi-ncc e chiede al Governo di ristabilire le regole per il settore. "Sono troppi anni - dichiarano in una nota congiunta Eliseo Grasso e Alessandro Atzeni, rispettivamente coordinatore nazionale mobilità tpl e responsabile taxi della Fit Cisl - che il settore del trasporto pubblico non di linea (taxi e ncc) subisce proroghe a beneficio dell'irregolarità e a discapito di utenti e operatori del comparto che continuano a essere privati delle minime regole necessarie a fornire le indispensabili tutele". E aggiungono: "Risultano incomprensibili tutte quelle posizioni e manifestazioni dei soggetti che, fino ad oggi, hanno beneficiato della totale mancanza di contrasto ai diffusi fenomeni di abusivismo legati all'uso difforme delle autorizzazioni. Non è più tollerabile - insistono i sindacalisti - l'impunità dei soliti astuti, che nei grandi centri urbani usano in maniera stabile titoli autorizzativi rilasciati dai più svariati comuni italiani per soddisfare le proprie esigente territoriali".

Continua la nota: "Noi siamo pronti a intraprendere un serio e responsabile confronto per la riforma del settore; il rispristino della normativa vigente è la migliore condizione per l'avvio di un tavolo di confronto. Dopo i molteplici impegni mai mantenuti - conclude - i tentativi di riforma del settore mai portati avanti con convinzione, nel rispetto degli impegni presi con i lavoratori, chiediamo alle Istituzioni di dimostrare che esiste veramente la volontà politica di contrastare ogni forma di illegalità a tutela degli addetti e fruitori del servizio".

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Piemonte, Fase3 Mobilità: corse a pieno carico su treni e autobus di linea

venerdì 10 luglio 2020 10:20:09
In Piemonte riprendono da oggi le corse a pieno carico sulle linee extraurbane di treni, autobus di linea e turistici, sui taxi e nel trasporto con conducente:...

A Milano il car sharing elettrico ad uso esclusivo di un condominio mel "quartiere modello" di Porta Romana

venerdì 10 luglio 2020 12:42:41
Via a una nuova collaborazione tra E-Vai e AMAT Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio del Comune di Milano nell’ambito del progetto europeo...

#andràtuttinbici: la campagna per la mobilità sostenibile arriva nei Comuni della Città metropolitana di Bologna

giovedì 9 luglio 2020 10:18:49
Spostarsi in bici garantisce il distanziamento fisico, fa bene alla salute, rafforza le difese immunitarie, mantiene l’aria pulita. Concede inoltre...

Sicilia: Sais Trasporti attiva le linee estive che collegano il Nisseno con Cefalù e San Leone

giovedì 9 luglio 2020 12:55:16
Saranno attivate anche quest’anno le linee estive della Sais Trasporti - azienda di autotrasporto passeggeri siciliana - che collegano la provincia...

Bari: da oggi in circolazione 500 monopattini sharing di Bit Mobility

mercoledì 8 luglio 2020 14:52:57
È stato presentato questa mattina il servizio di monopattini sharing offerto da BIT Mobility, la seconda azienda ammessa alla manifestazione...