Rapporto Intesa Sanpaolo-Asstra: crescita dei trasporti pubblici azzerata dal Covid

venerdì 3 luglio 2020 15:56:44

Presentato il Rapporto “Le performance delle imprese di trasporto pubblico locale. Dal miglioramento dei risultati gestionali alle sfide del futuro”, giunto alla sua quarta edizione, redatto dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo e dall’Ufficio studi e ricerche di Asstra, che dà conto delle conseguenze della fase più acuta dell’emergenza sanitaria sul TPL.

Il settore del trasporto pubblico locale – spiega il rapporto – è fra i più colpiti dall’emergenza sanitaria. La domanda è crollata nella fase del lockdown e fino alla fine della pandemia rimarrà inferiore del 30% rispetto al dato pre-Covid.
Le aziende hanno comunque sempre garantito il servizio pubblico con importanti ripercussioni sugli equilibri economico-finanziari.
Si prevede che le minori entrate per vendita titoli di viaggio per il 2020 saranno complessivamente circa 1,66 miliardi di euro.

“Il Rapporto dà le esatte dimensioni dei danni prodotti dal Covid-19 sui trasporti pubblici locali, un settore che faceva registrare prima della pandemia un continuo miglioramento delle performance gestionali e una crescita degli investimenti – ha commentato Andrea Gibelli, presidente Asstra –. La sfida da affrontare oggi va ben oltre tornare a muovere 15 milioni di persone al giorno coi mezzi pubblici. La mobilità pubblica è, infatti, parte essenziale della ripresa nel solco della sostenibilità sociale, ambientale ed economica, come formidabile volano per l’economia dei territori e per la qualità della vita delle persone. E per questo il settore deve essere sostenuto e non solo attraverso un’iniezione di nuove risorse necessarie a garantire l’equilibrio economico dei contratti di servizio ma anche con interventi a zero budget, ad esempio diversa distribuzione degli orari delle città ed eliminazione dei limiti di capienza sui mezzi di trasporto, e che darebbero enormi benefici in termini di qualità del servizio e di efficientamento delle aziende”.

Il rapporto ricavi da traffico su costi operativi che in costante miglioramento aveva raggiunto, nel 2018, il valore medio nazionale pari al 34,6%, a seguito dell’emergenza epidemiologica è stimato scendere al 25,5%.
Per assicurare l’equilibrio economico dei contratti di servizio serve 1 miliardo di euro, oltre che misure a zero budget (es. rivisitazione degli orari delle città, modifiche a prescrizioni sul distanziamento fisico) che consentirebbero, altresì, di migliorare in modo significativo il servizio agli utenti.

L’analisi di bilancio evidenzia performance economico-finanziarie solide e l’auspicata accelerazione degli investimenti nel 2018.
Margini, risultati e redditività risultano positivi per buona parte delle imprese esaminate: oltre il 75% delle imprese registra una redditività positiva, superando i risultati negativi che avevano caratterizzato anni passati.
Anche le aziende a partecipazione pubblica hanno registrato un consolidamento costante dei risultati economico-finanziari. 

Rimane un fabbisogno finanziario ingente per rinnovare le flotte e le infrastrutture e per fare investimenti in tecnologie e innovazione.

“I bilanci delle aziende di trasporto pubblico locale evidenziano che nel 2018 si è realizzata l’auspicata e tanto attesa ripresa dei flussi d’investimento. È un segnale importante in un settore in cui è necessario e urgente rinnovare le flotte e le infrastrutture per garantire la sostenibilità ambientale e la qualità del servizio – ha spiegato Laura Campanini di Intesa Sanpaolo –. Rilevanti sono anche gli investimenti in tecnologie digitali e innovazione. Le tecnologie digitali consentono, infatti, di sviluppare nuovi modelli di offerta e garantiscono una maggiore integrazione dei servizi, maggiore flessibilità e sicurezza. La smart mobility e la digitalizzazione del servizio erano già fondamentali nella concezione della mobilità ante Covid-19 e diventano essenziali a seguito dell’emergenza epidemiologica”.

Vediamo di seguito più nel dettaglio i dati relativi agli effetti del Covid-19 sul trasporto pubblico locale contenuti nel Rapporto.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Trasporto pubblico locale: il Friuli Venezia Giulia punta a una svolta ecologica

Il Friuli Venezia Giulia punta a rinnovare i bus del trasporto pubblico locale con mezzi a metano e, a partire dal 2024, valutando anche altre tecnologie di alimentazione. Questo in sintesi...

Aniasa: la nuova sezione Digital Automotive per una mobilità sempre più smart, condivisa e sostenibile

Supportare la transizione dalla proprietà all’uso dei veicoli che nel nostro Paese ha già portato 1 vettura su 4 ad essere immatricolata a noleggio. Consolidare il ruolo di...

Cotral: on line il bando per servizi bus integrativi

Cotral ha pubblicato il bando per l’affidamento a operatori privati dei servizi bus integrativi per supportare le corse scolastiche.Ad oggi – spiega una nota della Regione Lazio –...