Piemonte, tpl: da febbraio si sperimenta un nuovo sistema tariffario

venerdì 24 novembre 2017 15:16:13

Inizierà a febbraio la prima fase della sperimentazione per definire i criteri di un nuovo sistema tariffario per il trasporto pubblico locale del Piemonte. "Regione Piemonte - ha spiegato l'assessore ai trasporti Francesco Balocco - intende realizzare la completa integrazione tariffaria dei servizi di trasporto pubblico e della mobilità, nel rispetto del concetto di Mobility as a Service e secondo il principio del Pay per Use, con una tariffazione decrescente al crescere dell’utilizzo dei mezzi pubblici; in uno slogan 'più uso i mezzi pubblici, meno pago'. Questo porterà a una autentica rivoluzione con il superamento del concetto classico di abbonamento ed è uno degli aspetti qualificanti del nostro mandato".

Le modalità con cui attuare l’integrazione tariffaria regionale, che consentirà di viaggiare con un unico titolo su tutti i mezzi pubblici piemontesi sia su gomma sia su ferro, sono oggetto di uno studio in corso svolto con il supporto di SiTI (Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l'Innovazione) e di 5T (azienda informatica). I principali obiettivi dell’integrazione tariffaria saranno attrarre utenza, incentivare la fidelizzazione, rendere più evidente la relazione tariffa-qualità dei servizi, favorire integrazione e interscambio modale,  garantire un sistema equo, attraverso la bigliettazione elettronica BIP, autentica eccellenza Piemontese.

In assenza di esperienze analoghe, per definire il modello di integrazione tariffaria nel rispetto dei principi cardine, si rende necessaria l’attivazione di una sperimentazione divisa in due fasi collegate, ma con obiettivi differenti. La prima, che sarà avviata nel bacino cuneese a febbraio 2018 relativamente al consorzio cuneese GrandaBus, è volta a raccogliere i dati necessari per svolgere un’analisi dei comportamenti degli utenti del trasporto pubblico regionale e orientare le scelte dello schema tariffario da introdurre.  Durante il mese di sperimentazione gli utenti possessori di un abbonamento OD (Origine-Destinazione), potranno circolare liberamente ed illimitatamente su tutta la rete di Autobus della Provincia di Cuneo. La seconda, che sarà avviata dopo maggio 2018, affronterà invece gli aspetti tecnologici e organizzativi.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Campania, al via progetto Easy Coast: 7 minibus diesel per le due costiere

sabato 17 febbraio 2018 15:32:33
Sette minibus ad alimentazione diesel, con una capienza massima di 30 passeggeri in servizio sulle linee delle due costiere, sorrentina e amalfitana. In arrivo...

Accordo tra AVM/Actv e MOM: dal 1 marzo nuovo collegamento bus diretto tra Venezia e Treviso

venerdì 16 febbraio 2018 13:03:21
È stato presentato ieri, nella sede municipale di Treviso, l’accordo inter-aziendale che dal 1 marzo renderà più funzionale il...

Sardegna: online il secondo rapporto 'Segnala un disservizio' per la qualità del trasporto pubblico

venerdì 16 febbraio 2018 15:09:40
In Sardegna le segnalazioni trasmesse dagli utenti del trasporto pubblico locale nel periodo luglio-dicembre 2017 sono complessivamente 389 (234 nel periodo...

Uber promette nuove regole per tornare a lavorare a Londra

venerdì 16 febbraio 2018 17:52:33
Uber inizierà a denunciare alla polizia gli incidenti di violenza e introdurrà una serie di cambiamenti al suo servizio per soddisfare...

Udine e Pordenone: ecco gli interventi per migliorare il servizio bus

giovedì 15 febbraio 2018 12:56:08
Gli interventi più significativi attuati nel 2017 per l'adeguamento delle percorrenze delle aziende del trasporto pubblico locale di Udine e Pordenone....