Piemonte, Fase2 mobilità: trasporti ripartono in coordinamento con Liguria, Lombardia e Valle d’Aosta

giovedì 30 aprile 2020 11:02:27

Dal 4 maggio in Piemonte ripartirà il 45-50% di bus e treni, in concomitanza con la riapertura di molti uffici e attività produttive e l’avvio della cosiddetta Fase 2 dell’emergenza da Covid-19. Illustrando le linee guida che hanno orientato il lavoro fatto in queste settimane dalla Regione, l’assessore ai Trasporti Marco Gabusi ha sottolineato che un punto importante è stato coordinare le azioni con le amministrazioni delle Regioni limitrofe, per una ripresa graduale ma costante dei servizi.

“Il coordinamento con i nostri vicini è stato fondamentale per capire come affrontare questa nuova fase. La ripresa del servizio di trasporto pubblico – ha spiegato Gabusi – è un tema su cui stiamo lavorando di concerto con tutti i territori limitrofi. Liguria, Lombardia e Valle d’Aosta sono i nostri interlocutori quotidiani: vogliamo ripartire coordinati con l’obiettivo di dare un servizio utile a chi dovrà muoversi già nei prossimi giorni e, soprattutto successivamente, in vista del graduale riavvio delle attività nelle prossime settimane, fino alla riapertura delle scuole a settembre”.

Per quanto riguarda i passi successivi, la Regione si aspetta un'interlocuzione più stretta dal Governo soprattutto sul problema della sicurezza: su chi debba occuparsi di garantirla e su come sostenerne i costi, tema, quest’ultimo, quanto mai delicato per le aziende di trasporto che stanno già fronteggiando enormi problemi di cassa a causa del drastico calo degli introiti dalla bigliettazione.

“Sulla sicurezza – continua Gabusi – vorremmo dal Governo maggior chiarezza: non possiamo pensare che le aziende siano responsabili dei controlli a bordo dei mezzi per far valere le regole sul distanziamento sociale, così come non ha ancora chiarito chi si accollerà l’extra costo per le aziende dovuto alla mancata bigliettazione per la ridotta capienza a bordo.
Le aziende, a partire da Trenitalia, ma anche tutte le imprese locali che erogano servizi di trasporto pubblico, hanno dimostrato ampia disponibilità per potenziare le misure di sicurezza, dall’igienizzazione all’allestimento a posti ridotti della Fase 2, ma dal punto di vista economico vanno sostenute. Non possono essere lasciate da sole.
Non nascondiamo che ci sono problemi di cassa per tutte le aziende di trasporto pubblico; stiamo centellinando le risorse cercando un equilibrio per tutti i soggetti per poter dare il servizio ai cittadini senza far crollare le aziende. Abbiamo chiesto 600 milioni ma non ci sono state certezze dal Ministro dei Trasporti: vedremo se ci saranno nuove notizie nel decreto di maggio”.

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Piemonte, Fase3 Mobilità: corse a pieno carico su treni e autobus di linea

venerdì 10 luglio 2020 10:20:09
In Piemonte riprendono da oggi le corse a pieno carico sulle linee extraurbane di treni, autobus di linea e turistici, sui taxi e nel trasporto con conducente:...

A Milano il carsharing elettrico ad uso esclusivo di un condominio nel "quartiere modello" di Porta Romana

venerdì 10 luglio 2020 12:42:41
Via a una nuova collaborazione tra E-Vai e AMAT Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio del Comune di Milano nell’ambito del progetto europeo...

Comune di Napoli: necessaria integrazione tra azioni per la qualità dell'aria e politiche di mobilità e trasporti

venerdì 10 luglio 2020 16:33:44
Il presidente della Commissione Ambiente del Comune di Napoli, Marco Gaudini, ha incontrato l’assessore all’Ambiente, Raffaele Del Giudice, per...

Dl Rilancio, FlixBus: zero risorse ai servizi bus, è un colpo mortale al settore. Valutiamo ricorso all’UE

venerdì 10 luglio 2020 20:03:37
“Il testo del Decreto Rilancio votato oggi alla Camera segna un colpo mortale per tutto il settore: nessun intervento a sostegno delle aziende che...

#andràtuttinbici: la campagna per la mobilità sostenibile arriva nei Comuni della Città metropolitana di Bologna

giovedì 9 luglio 2020 10:18:49
Spostarsi in bici garantisce il distanziamento fisico, fa bene alla salute, rafforza le difese immunitarie, mantiene l’aria pulita. Concede inoltre...