“MODO”: a Torino via alla campagna per la Mobilità Dolce

mercoledì 22 luglio 2020 10:49:11

I cambiamenti legati alla mobilità sono stati tra i più rapidi e visibili tra quelli causati dall’emergenza sanitaria. Dopo il lockdown le città hanno subito grandi trasformazioni che hanno impattato sulla vita di tutti noi: il timore del virus e le disposizioni messe in campo per prevenirne la diffusione hanno contribuito, tra l’altro, a modificare il modo con cui utilizziamo spazi e servizi pubblici.

Il rischio che la paura del contagio spingesse i torinesi a utilizzare quasi esclusivamente l’auto privata per i loro spostamenti era concreto causando congestionamenti del traffico e disagi. Anche grazie alle novità introdotte nel Codice della strada dal Decreto Rilancio, in città è stato possibile adottare nuove soluzioni che permettono una convivenza più sicura ed efficiente a ciclisti e automobilisti. Su 27 controviali la velocità è stata limitata a 20 km/h e in prossimità degli incroci semaforici sono state realizzate le ‘case avanzate’, aree presenti già in molte città del mondo, che consentono ai ciclisti di sostare davanti alle auto in attesa che scatti il verde, permettendo così una maggiore sicurezza nelle svolte e nelle ripartenze.

Novità importanti nella viabilità che – come tutte le innovazioni – hanno bisogno di essere spiegate e raccontate ai cittadini, per conoscerne utilizzo e opportunità.
L’associazione Urban Lab, che ha tra le sue finalità quella di raccontare la città che cambia, in questo momento delicato di trasformazioni urbane – non solo fisiche ma anche comportamentali – ha voluto provare a farlo attraverso l’iniziativa “Mobilità Dolce a Torino”, con una campagna di affissioni, un video e uno spot radio.

Il titolo della campagna, “MODO”, composto utilizzando le iniziali delle parole centrali del progetto, è da interpretarsi nel significato di “maniera, abitudine, atteggiamento, condotta”, in riferimento a una nuova modalità di approccio alla mobilità quotidiana. Ricorrente è il concetto di “scelta”: la scelta di una modalità di trasporto alternativa comporta una forte assunzione di responsabilità personale, segno della volontà di contribuire al cambiamento positivo attraverso le nuove “buone abitudini”. Presente poi è il concetto di “strada”, per facilitare l’immediato posizionamento all’interno del contesto.

La strada è spazio condiviso – ha sottolineato l’assessore alla Mobilità, Maria Lapietra –. Il concetto non è nuovo, ma in un contesto come quello uscito dalla pandemia che ha portato importanti novità nella mobilità, è fondamentale ribadirlo. Per muoversi in sicurezza occorrono buon senso, attenzione, esperienza, occorre insomma rispettare le norme del codice della strada, ma soprattutto tra coloro che ogni giorno incrociano le loro esistenze ci deve essere empatia: chi, sia automobilista, ciclista, monopattinista o pedone, riesce a immedesimarsi nell’altro da sé, sa convivere e rispettarsi.”

“Abbiamo voluto provare a dare un suggerimento di buone pratiche, raccontando i diversi modi per muoversi in città – ha spiegato il direttore di Urban Lab, Valentina Campana – Le indicazioni contenute nella campagna sono dedicate a tutti i fruitori della mobilità cittadina, da chi usa la bicicletta agli automobilisti, da chi sceglie i mezzi pubblici a chi opta per il monopattino: un racconto che vuole fare capire l’importanza della convivenza per una migliore fruibilità degli spazi urbani”.

Lo spot video ricrea volutamente il contrasto tra un documentario “serio” sulla mobilità dolce e la voce fuori campo del gruppo musicale Eugenio in Via Di Gioia, scelto per l’attenzione verso le tematiche della relazione tra Uomo e Natura, alla sostenibilità e alle buone pratiche su cui invita a riflettere in modo spesso ironico, ma profondo.

Gli Eugenio in Via Di Gioia sono stati scelti anche perché interlocutore fondamentale per la città sono i giovani, sono loro il futuro e da loro bisogna ripartire facendo conoscere le opportunità date dalle buone abitudini, come recita il claim della campagna e come avviene nelle principali città europee maggiormente all’avanguardia sui temi della mobilità sostenibile.

È partita poi una campagna di affissioni multi-soggetto, mentre il video e lo spot radio saranno trasmessi su emittenti locali, nelle arene estive e in occasione di appuntamenti istituzionali in città.

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Trasporto pubblico, 7 mln euro per la filovia di Ancona e oltre 470 mln per quella di Genova

venerdì 7 agosto 2020 10:44:14
Via libera dalla Conferenza unificata al Decreto proposto dalla Ministra De Micheli che prevede l’erogazione di circa 7 milioni di euro da destinare al...

Trasporto pubblico locale nella Fase3: il 10 agosto vertice tra Conferenza delle Regioni e i ministri Boccia, Speranza e De Micheli

venerdì 7 agosto 2020 14:22:45
Si terrà il prossimo 10 agosto l'incontro chiesto con urgenza dalla Conferenza delle Regioni per un confronto sull'organizzazione...

Abruzzobus: nel fine settimana torna il pullman che collega Roma al Parco Nazionale d'Abruzzo

venerdì 7 agosto 2020 18:31:38
Torna il pullman dei Parchi. Da domani, 8 agosto, e fino al 13 settembre Abruzzobus collegherà Roma con i comuni del Parco Nazionale d’Abruzz...

Emilia Romagna: nuove campagne per la sicurezza stradale e sensibilizzazione degli utenti

giovedì 6 agosto 2020 16:24:13
“L’educazione stradale è una priorità, l’obiettivo è sempre la ‘vision zero’: zero morti sulle...

Regione Umbria: 7 milioni di euro per percorsi pedonali e ciclabili e sistemi di accesso ai centri storici

giovedì 6 agosto 2020 18:00:28
“Il paesaggio e i borghi dell’Umbria sono un patrimonio di valore assoluto, che hanno la nostra massima attenzione. Nell’ottica di favorire...