Mobilità elettrica: Piemonte, ok al progetto per le stazioni di ricarica

mercoledì 1 giugno 2016 11:29:43

150 punti di ricarica in ambito urbano, 35 punti di ricarica veloce presso stazioni di rifornimento stradali e 35 punti di ricarica veloce presso poli attrattori di traffico. Sono questi i numeri del progetto elaborato dal Tavolo regionale per la mobilità elettrica e la smart mobility e approvato dalla Giunta regionale del Piemonte  che prevede la realizzazione di una rete di stazioni adibite alla ricarica elettrica degli autoveicoli.

La redazione ed approvazione del progetto si è resa necessaria in quanto preliminare alla stipula di un particolare accordo di programma che contempla lo stanziamento, tramite il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in cofinanziamento con la Regione, per un ammontare di circa 2,5 milioni di euro.

L’88% delle risorse sarà erogato a favore dei soggetti attuatori di stazioni di ricarica elettrica, suddivisi tra ambito metropolitano e resto del territorio, nel rispetto dei criteri del Piano nazionale delle infrastrutture di ricarica elettrica e di ulteriori criteri regionali per favorire lo sviluppo armonico della rete. Il restante 12%, invece, sarà utilizzato direttamente dalla Regione per attività di programmazione, progettazione e sviluppo di azioni di accompagnamento volte ad uniformare le caratteristiche della rete sul territorio, monitorarne l’utilizzo, dandone adeguata pubblicità e diffusione.

Con tale progetto si intende anche garantire l’interoperabilità con la carta BIP (Biglietto integrato Piemonte) al fine di promuovere politiche regionali di incentivazione della mobilità sostenibile.

La Regione, ora, dovrà redigere il Piano per la mobilità elettrica, che individuerà le aree prioritarie per l’installazione di infrastrutture di ricarica , nonché i corridoi di mobilità, ossia direttrici lungo le quali inserire ulteriori supporti che permettano la ricarica per i veicoli in transito lungo le principali arterie, senza essere costretti ad entrare nei centri urbani ed evitando così di congestionare la viabilità urbana. È inoltre previsto che le colonnine di ricarica siano dotate di strumenti di lettura delle carte e consentire sistemi di pagamento elettronico, tramite smart card e tessere contactless.

Gloria De Rugeriis

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Ripartire veloci: dalla Regione Lazio 2 miliardi per opere pubbliche, viabilità e mobilità sostenibile

venerdì 5 giugno 2020 17:07:21
Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha presentato il piano di investimenti da 2 miliardi di euro per l’avvio di opere pubbliche in tutto...

Trasporto passeggeri, Sais Trasporti: ripartono i collegamenti interregionali

giovedì 4 giugno 2020 13:06:02
Ripartono i collegamenti interregionali di SAIS Trasporti, dopo quasi tre mesi di interruzione forzata dovuta all’emergenza Covid-19. Viaggi confortevoli...

Lazio, Fase3 mobilità: fino a 150 euro per l’acquisto di biciclette nei Comuni sotto i 500 mila abitanti

giovedì 4 giugno 2020 16:02:01
La Regione Lazio ha stanziato 1 milione di euro per finanziare voucher destinati all’acquisto di biciclette normali e a pedalata assistita per i...

Lazio, Fase3 mobilità: necessaria per entrare/uscire dalla regione la misurazione della temperatura

mercoledì 3 giugno 2020 10:57:15
In vista della riapertura dei confini regionali prevista da oggi, con la conseguente possibilità per i cittadini di qualunque regione italiana, di...

Milano, Fase3 mobilità: incentivi per l'acquisto di scooter, auto e veicoli commerciali a basso impatto ambientale

mercoledì 3 giugno 2020 12:29:48
Il Comune di Milano vara un piano di contributi per privati e imprese che vogliano sostituire o acquistare nuovi veicoli a basso impatto ambientale allo scopo...