Immatricolazioni autobus: nel 2015 aumento del 7,7%, mai così dal 2011

martedì 5 luglio 2016 11:26:18

Nel 2015 in Italia le immatricolazioni di autobus sono state 3.007, contro le 2.792 del 2014. Vi è dunque stato un aumento del 7,7%. Sono cresciute sia le immatricolazioni di autobus con capienza fino a 30 posti (+21,5%) sia quelle di autobus con capienza superiore a 60 posti (+9,1%), mentre sono in lieve flessione le immatricolazioni di autobus con capienza compresa tra i 31 e i 60 posti (-0,8%). Questi dati derivano da un’elaborazione dell’Osservatorio sulla Mobilità sostenibile di Airp (Associazione Italiana Ricostruttori Pneumatici) sulla base di dati Aci.

Questa elaborazione fornisce anche il prospetto dell’evoluzione delle immatricolazioni di autobus a livello regionale, dalla quale emerge che la regione che nel 2015 è riuscita ad incrementare di più le immatricolazioni rispetto al 2014 è la Valle d’Aosta (+122,2%), seguita in questa speciale graduatoria da Abruzzo (+120,4%), Toscana (+118,5%), Molise (+72,7%) e Lombardia (+42%). Bisogna precisare, però, che il risultato eccellente di alcune regioni, come la Valle d’Aosta e il Molise, è dovuto al fatto che con volumi ridotti di autobus immatricolati è più facile far registrare incrementi percentuali significativi. Agli ultimi posti della graduatoria, invece, si trovano Trentino Alto Adige (-54,7%), Sardegna (-45%), Marche (-42,5%), Liguria (-40%) e Friuli Venezia Giulia (-37,2%).

La crescita delle immatricolazioni di autobus in Italia è indubbiamente significativa e dimostra che nel nostro Paese questo comparto sta superando le difficoltà degli anni passati. La crescita è dovuta certamente alla ripresa dell’intera economia, che sta ripartendo dopo la grave crisi, ma anche alla necessità di sostituire i mezzi più datati e ancora in circolazione. Secondo i più recenti dati dell’Anfia, infatti, in Italia l’età media del parco circolante di autobus è di circa 13 anni, ben al di sopra dei 7,9 anni della Francia, dei 7,7 del Regno Unito e dei 6,9 della Germania. Questo dato, pertanto, rende il parco autobus nazionale particolarmente obsoleto, quindi più pericoloso e inquinante. 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

La rivincita della bicicletta dopo il lockdown: per gli italiani è smart, ecologica e funzionale

venerdì 31 luglio 2020 10:29:04
È cambiata la percezione della bicicletta dopo il Lockdown. Lo rivela un sondaggio di Wilier Triestina, produttrice di biciclette sportive di alto...

Roma, rafforzati i controlli anti-covid presso l'Autostazione Tiburtina

venerdì 31 luglio 2020 14:48:55
Rafforzati i controlli anti-covid all'autostazione Tiburtina di Roma. Avviate azioni di monitoraggio delle condizioni di salute dei soggetti provenienti da...

Regione Piemonte: 6 milioni per la mobilità sostenibile

venerdì 31 luglio 2020 15:26:38
Sei milioni tra incentivi per la rottamazione di veicoli aziendali e pubblici, e per l’acquisto di tablet, device biciclette a pedalata assistita e...

Comune di Torino: diversificare l'offerta di mobilità e l'utilizzo degli spazi pubblici per fronteggiare la Fase3 dell'emergenza Covid-19

giovedì 30 luglio 2020 11:50:10
La Giunta comunale di Torino ha approvato una serie di indirizzi in materia di mobilità e gestione dello spazio pubblico per rispondere alle nuove...

Trasporto pubblico: Genova, nuovo deposito Atp in Valpocevera

giovedì 30 luglio 2020 14:45:57
Inaugurata questa mattina la nuova rimessa Atp della Valpolcevera, in via Lungotorrente Secca 26 rosso. L'infrastruttura che risulta fondamentale per il...