Covid-19: l'Anav lancia l'allarme per il ritardo nei pagamenti dell'Inps

lunedì 15 giugno 2020 14:39:55

L’ANAV (Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori) ha lanciato l'allarme per il ritardo dell’Inps nel pagamento dell’assegno ordinario ai lavoratori autoferrotranvieri.
In un comunicato stampa diffuso questa mattina, , l’Associazione ha spiegato che alcune decine di migliaia di lavoratori autoferrotranvieri e centinaia di aziende attendono invano dall’INPS da ormai tre mesi il pagamento dell’assegno ordinario, con causale Covid-19, previsto dal Fondo di Solidarietà per il sostegno del reddito del personale delle aziende di trasporto pubblico.

Il Presidente Giuseppe Vinella ha spiegato che il comparto è stato uno dei settori più duramente colpiti dalle misure di contenimento della diffusione del contagio: a oggi, sono 1.057 le domande di accesso all’assegno ordinario presentate all’Inps dalle aziende a partire dall’inizio della crisi, ma a distanza di tre mesi sono solo di 155 le domande approvate, pari a meno del 15% del totale.

L’ANAV ha più volte rappresentato la situazione in cui versano le aziende e i lavoratori del settore in riferimento, appunto, al grave ritardo nel pagamento da parte dell’Istituto dell’assegno ordinario a favore dei dipendenti per i quali sono stati chiesti gli ammortizzatori sociali al Fondo di Solidarietà: “Aziende e lavoratori del settore attendono ormai da troppo tempo che le risorse stanziate dal Governo entrino effettivamente nella disponibilità degli interessati, un ritardo che sta producendo una situazione sociale non più sostenibile”, scrive l’Associazione nella nota.

In occasione di una recente riunione del Comitato amministratore del Fondo di solidarietà, i rappresentanti delle Associazioni delle aziende hanno chiesto al Presidente e al Direttore Generale dell’INPS di intervenire al più presto dedicando tutte le risorse organizzative disponibili per fare in modo che le oltre 900 domande ancora da approvare vengano gestite nel minor tempo possibile ponendo così velocemente fine a questa situazione. L’Associazione attende ora una adeguata e tempestiva risposta da parte dei vertici dell’Istituto previdenziale.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Friuli Venezia Giulia, Fase3 Mobilità: Ordinanza proroga modalità di fruizione del trasporto pubblico locale al 31 luglio

giovedì 16 luglio 2020 10:31:46
La Regione Friuli Venezia Giulia ha stabilito di prorogare per altri quindici giorni e fino al 31 luglio, le misure attualmente in vigore ed emanate con...

Ravenna: al via la sperimentazione in città di monopattini e segway

giovedì 16 luglio 2020 13:24:42
L’amministrazione comunale di Ravenna intende avviare la sperimentazione sulla circolazione in città di veicoli destinati alla...

Comune di Genova: nasce l'Ufficio Smart Mobility

mercoledì 15 luglio 2020 10:06:32
L’Amministrazione comunale di Genova ha istituito l’Ufficio Smart Mobility. Si tratta di una struttura articolata e trasversale, di supporto e...

CNEL: potenziare la mobilità sostenibile e riorganizzare gli orari nelle città

mercoledì 15 luglio 2020 13:49:21
“Occorre potenziare il sistema della mobilità urbana dolce e sostenibile e riorganizzare gli orari delle città puntando sul mobility...

Tram Termini-Vaticano-Aurelio a ottobre al Mit

mercoledì 15 luglio 2020 15:42:59
“Entro ottobre” la linea tranviaria Termini-Vaticano-Aurelio (Tva) sarà presentata al ministero dei Trasporti, “nell’ambito del...