Bus, appello di Asstra: no ai tagli alle risorse per il trasporto pubblico in Sicilia

venerdì 20 aprile 2018 12:51:57

Trasporto pubblico a rischio tagli in Sicilia. L'allarme è stato lanciato dal Comitato di presidenza di Asstra Sicilia – Associazione Trasporti, nel corso di una seduta di urgenza tenutasi a Palermo, proprio per analizzare "la drammatica situazione che le aziende siciliane rischiano di subire a causa dei tagli alle risorse destinate al trasporto pubblico preannunciate dal Governo Musumeci", si legge in una nota diffusa da Asstra.

Il taglio prevede di ridurre di oltre 23 milioni di euro per l’anno in corso e di oltre 41milioni di euro per il biennio 2019/2020 gli stanziamenti destinati all’espletamento del servizio di trasporto pubblico nelle città siciliane. "Questa sarebbe la proposta del Governo Regionale – spiegano Claudio Iozzi (presidente di Asstra-Sicilia), Antonio Gristina (Presidente AMAT S.p.A. Palermo), Puccio La Rosa (Presidente di AMT Catania S.p.A.), Giovanni Foti (Presidente ATM –Messina), Massimo La Rocca (Amministratore Unico ATM S.p.A. Trapani), Vincenzo Asaro (Tua S.r.l. Trasporti Agrigento, gruppo Sais Trasporti) – determinando tagli superiori al 15% nell’anno in corso e di un ulteriore 11% nel prossimo biennio per un totale del 26% rischiando in un sol colpo di cancellare il trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano in Sicilia determinando inefficienze, diseconomie e sicuri licenziamenti per i lavoratori del comparto e pesanti ripercussioni sul servizio offerto ai cittadini. La proposta di riduzione degli stanziamenti contenuta nella legge di stabilità presentata dal Governo Musumeci – aggiungono i rappresentanti delle Aziende Siciliane che gestiscono il Trasporto pubblico locale – se attuata avrà, infatti, l’inevitabile effetto di determinare un forte squilibrio economico nei bilanci aziendali aprendo la strada a procedure di riduzione del personale impiegato".

“Proprio per questa ragione – proseguono – oltre a richiedere un urgente incontro con i vertici della Regione Siciliana per affrontare la questione abbiamo deciso di convocare in ogni azienda le organizzazioni sindacali per spiegare la drammaticità della questione e valutare azioni comuni a difesa del TPL in Sicilia, delle aziende, dei lavoratori e dei cittadini utenti. Quanto sta emergendo – concludono i componenti dell’Ufficio di Presidenza di Asstra-Sicilia – rappresenta un evidente attacco al diritto al lavoro e alla mobilità dei Siciliani ecco perché, in assenza di immediate e pronte rassicurazioni, siamo pronti ad avviare ogni utile azione a tutela delle aziende e dei suoi lavoratori.

“Un segnale gravissimo e in totale controtendenza rispetto al resto del Paese. Dopo la stabilizzazione del Fondo Nazionale Trasporti nessuna regione è mai intervenuta per ridurre le risorse ai trasporti pubblici. Al contrario molte regioni anche al sud hanno capito che il trasporto pubblico è un fattore di crescita per le collettività locali oltre ad essere un collante sociale essenziale. Regioni come la Calabria e la Liguria, che hanno molti meno abitanti della Sicilia, usufruiscono di fondi per il Trasporto pubblico che superano di oltre il 50% l’ammontare delle risorse che la Sicilia assegna al settore”.
Anche Massimo Roncucci, presidente dell’Asstra nazionale, interviene a sostegno della tenuta del settore in una regione cruciale quale è la Sicilia.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Ripartire veloci: dalla Regione Lazio 2 miliardi per opere pubbliche, viabilità e mobilità sostenibile

venerdì 5 giugno 2020 17:07:21
Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha presentato il piano di investimenti da 2 miliardi di euro per l’avvio di opere pubbliche in tutto...

Trasporto passeggeri, Sais Trasporti: ripartono i collegamenti interregionali

giovedì 4 giugno 2020 13:06:02
Ripartono i collegamenti interregionali di SAIS Trasporti, dopo quasi tre mesi di interruzione forzata dovuta all’emergenza Covid-19. Viaggi confortevoli...

Lazio, Fase3 mobilità: fino a 150 euro per l’acquisto di biciclette nei Comuni sotto i 500 mila abitanti

giovedì 4 giugno 2020 16:02:01
La Regione Lazio ha stanziato 1 milione di euro per finanziare voucher destinati all’acquisto di biciclette normali e a pedalata assistita per i...

Lazio, Fase3 mobilità: necessaria per entrare/uscire dalla regione la misurazione della temperatura

mercoledì 3 giugno 2020 10:57:15
In vista della riapertura dei confini regionali prevista da oggi, con la conseguente possibilità per i cittadini di qualunque regione italiana, di...

Milano, Fase3 mobilità: incentivi per l'acquisto di scooter, auto e veicoli commerciali a basso impatto ambientale

mercoledì 3 giugno 2020 12:29:48
Il Comune di Milano vara un piano di contributi per privati e imprese che vogliano sostituire o acquistare nuovi veicoli a basso impatto ambientale allo scopo...