Assicurazioni auto: nel 2019 1,2 milioni di automobilisti pagheranno di più

giovedì 3 gennaio 2019 10:29:10

Quasi 1,2 milioni di automobilisti quest'anno vedranno aumentare la propria classe di merito e, insieme ad essa, il costo dell'RC auto, avendo denunciato alle assicurazioni un sinistro con colpa avvenuto nel 2018. Secondo l'analisi fatta da Facile.it, in termini percentuali si tratta del 3,83% del campione analizzato (500.000 preventivi di rinnovo RC Auto raccolti tramite le pagine di Facile.it) ma il dato è in diminuzione di quasi il 10% rispetto all'anno precedente quando ad aver denunciato sinistri con colpa erano stati il 4,22% degli automobilisti alle prese con il rinnovo della polizza RC auto. Guardando all'andamento delle tariffe RC auto nel corso dello scorso anno, nonostante il calo delle tariffe registrato nel secondo semestre, a dicembre 2018 il premio medio è nuovamente aumentato toccando i 580,67 euro, valore superiore del 3,16% rispetto allo stesso mese del 2017.

Guardando al profilo sociodemografico degli automobilisti che dovranno pagare di più a causa di un incidente con colpa, la prima grande differenza che emerge è legata al sesso. Fra gli uomini hanno denunciato sinistri con colpa solo il 3,55%, mentre tra le donne la percentuale è più alta, pari al 4,33%. Se l'età media degli automobilisti che vedranno peggiorare la propria classe di merito è pari a 46 anni, è interessante notare come i giovani neopatentati - probabilmente a causa di una maggior insicurezza che li porta ad avere più attenzione sulle strade - abbiano denunciato, in percentuale, meno incidenti con colpa rispetto alla media nazionale; solo il 2,03% degli automobilisti con età compresa tra i 18 e i 20 anni peggiorerà la propria classe di merito. Leggendo i dati in base alla professione dichiarata in fase di preventivo, emerge che sono i pensionati gli automobilisti meno prudenti; tra loro, il 4,46% vedrà un aumento delle tariffe RC auto a causa di un incidente con colpa. Seguono gli impiegati (4,26%) e gli insegnanti (4,21%). Nessuna novita', invece, rispetto alla classifica degli automobilisti più virtuosi; stabili nelle prime posizioni gli ecclesiastici (2,23%) e le forze armate (2,49%).

La regione che ha registrato la percentuale più alta di automobilisti che hanno denunciato all'assicurazione un sinistro con colpa che farà scattare l'aumento delle tariffe RC auto è la Liguria (5,09%). Rispetto allo scorso anno, tutte le regioni hanno registrato valori in calo, a eccezione della Valle d'Aosta dove la percentuale è passata dal 2,70% al 3,23%. Le aree del Paese dove invece le percentuali sono calate maggiormente sono l'Umbria (passata dal 6,22% al 4,53%), la Basilicata (da 2,76% a 1,53%) e il Friuli-Venezia Giulia (da 4,39% a 3,32%).


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Ancona, intesa Conerobus-Enel X per modernizzare e rafforzare il trasporto pubblico

martedì 19 marzo 2019 11:19:45
Sbarca ad Ancora il progetto d’elettrificazione del sistema di trasporto pubblico grazie ad una collaborazione tra Conerobus ed Enel X. Previste una...

Bus turistici Roma: oltre 3mila multe per irregolarità

martedì 19 marzo 2019 16:24:03
Oltre 3mila sanzioni per irregolarità degli operatori di bus turistici e mille controlli sul campo da parte della Polizia di Roma Capitale. "Con...

Roma, Piano urbano di mobilità sostenibile: al via la consultazione dei Municipi

martedì 19 marzo 2019 17:12:37
Per il Pums, il piano urbano della mobilità sostenibile pensato per Roma, è il momento della consultazione dei Municipi.La fase di ascolto di...

Roma: Atac, a febbraio multati 700 evasori al giorno. Ricavi da titoli a +4,1%

venerdì 15 marzo 2019 11:32:14
Continua il trend positivo delle vendite di ticket e della lotta all'evasione. Raddoppiano incassi da multe pagate entro i primi cinque giorni. Anche febbraio...

Roma: semafori, 3 milioni per 30 nuovi impianti

mercoledì 13 marzo 2019 17:44:45
Tra i fondi nel bilancio capitolino, quelli del Pod Ambiente e, ancora, quelli previsti nei piani triennali 2019-2021, figurano risorse per adeguare, rinnovare...