Ricollocare i congedati nell'autotrasporto: Segredifesa e ANITA firmano una convenzione

CONDIVIDI

giovedì 22 settembre 2022

Offrire nuovi sbocchi lavorativi nell'autotrasporto ai volontari congedati. La convenzione siglata a Padova dal Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti (Segredifesa) e ANITA punta a questo obiettivo. Si tratta di un primo passo del progetto “Forze Armate e Accademia dell’autotrasporto”.

In sintesi, ai volontari congedati senza demerito o in servizio prossimi al congedo iscritti al Progetto “Sbocchi Occupazionali” e ai giovani autisti che abbiano conseguito la patente C o E, sarà offerta la possibilità di accedere a un percorso formativo qualificato che garantirà assistenza per poter acquisire le abilitazioni alla guida (patente cat. E), le certificazioni professionali (CQC, Crono, Carico, ADR, etc.) e la prima formazione nell’ambito della disciplina del trasporto terrestre e intermodale.

La collaborazione ricade nell’ambito del più ampio “Progetto Sbocchi Occupazionali”, coordinato da Segredifesa e sviluppato dai Comandi Militari Esercito presenti in ogni Regione, al fine di promuovere la ricollocazione professionale del personale militare che ha completato senza demerito il proprio servizio nelle Forze Armate.

"La carenza di personale qualificato è un grave problema che ANITA ha più volte denunciato negli ultimi anni - ha dichiarato il Presidente di Anita Baumgartner -. Ringraziamo il Segretariato Generale della Difesa e il Comando Forze Operative Nord per la sottoscrizione di questa convenzione che per noi ha un valore estremamente significativo, in quanto riteniamo che un approccio collaborativo efficiente tra le parti sia una condizione fondamentale e necessaria per portare avanti un progetto così ambizioso, che vede nella valorizzazione e nello sviluppo delle potenzialità dei singoli il suo scopo principale".

"Un percorso di preparazione teorica e pratica di assoluto livello"

"L’accademia dell’autotrasporto vuole offrire ai congedati, ma anche ai giovani che intendono affacciarsi alla professione, la possibilità di usufruire di un percorso di preparazione teorica e pratica di assoluto livello, che garantisca un efficace inserimento nel contesto lavorativo, - prosegue Baumgartner -. Il nostro settore ha bisogno di personale qualificato poichè riteniamo che la preparazione dei conducenti e le competenze tecniche specifiche necessarie per guidare i mezzi di ultima generazione siano alla base dell’efficace funzionamento dell’intera catena logistica e possano garantire senza alcun dubbio un maggiore standard di sicurezza delle nostre strade".

Lunerti, ha affermato: "La convenzione con Anita è un valido progetto di ricollocazione professionale e si inserisce nel quadro più ampio della convenzione sottoscritta con Umana. Il personale militare che lascia il servizio ha la giusta formazione e la giusta attitudine all’impegno e all’adattamento che deriva dalla cultura militare. Accogliamo con estrema soddisfazione l’accordo odierno e auspichiamo che l’iniziativa possa essere ripetuta in altre regioni italiane".

Tag: anita, trasporto merci

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Federauto Trucks&Van: autotrasporto ancora in difficoltà, manca continuità nei sostegni

Le difficoltà delle aziende dell'autotrasporto, costrette a fronteggiare i costi elevati dei carburanti, sono seguite con attenzione e apprensione da Federauto Trucks&Van. Nonostante la...

TDV Group entra nella rete ASTRE Italia

ASTRE Italia ha annunciato l’ingresso nella Rete di un nuovo socio: TDV Group, società portoghese operativa dal 1977.ASTRE è il 1° Raggruppamento europeo di...

Polo Logistico Gruppo FS: Fit-Cisl, necessario un concreto rilancio del cargo ferroviario

Grande interesse è stato espresso dalla Fit-Cisl per il nuovo Piano industriale del Gruppo Fs Italiane, che prevede anche la riorganizzazione delle società in quattro Poli di...

La ferrovia del Brennero al limite, Anita sollecita l'eliminazione divieti di transito

Le questioni aperte e le sfide che deve affrontare oggi la filiera del trasporto merci sono state al centro dell'incontro che si è svolto a Roma tra il Ministro delle Infrastrutture...

Mare: dall'Istituto Italiano di Navigazione la rotta per tutelare gli interessi nazionali

L'Istituto Italiano di Navigazione ha organizzato un importante incontro per discutere della sfida sempre attuale della protezione degli interessi e delle attività nazionali attraverso il...

Autotrasporto: agevolazioni beni strumentali, nuove regole per le Pmi

Cambiano, sebbene parzialmente, le regole per accedere ai finanziamenti della cosiddetta “Nuova Sabatini”. Dal 1° gennaio 2023, infatti, sono entrate in vigore le modifiche apportate...

Autotrasporto: Decreto Flussi 2023, ecco la quota di lavoratori stranieri autorizzati a lavorare in Italia

Il Decreto Flussi 2023 ha stabilito l'ingresso di 82.705 lavoratori stranieri in Italia per quest'anno. Di questi, 30.105 sono destinati a diversi settori, tra cui autotrasporto merci, edilizi...

Trasporto alimentari: nuove procedure per le stazioni di prova ATP private

Il Ministero dei Trasporti ha pubblicato un decreto che stabilisce le procedure per l'autorizzazione delle nuove stazioni di prova ATP private. Queste stazioni affiancheranno i centri gestiti...