Rallenta la ripresa del mercato autocarri e veicoli trainati a ottobre. In discesa libera gli autobus

CONDIVIDI

giovedì 26 novembre 2020

Dopo un terzo trimestre 2020 in netto recupero (+29% rispetto a luglio-settembre 2019), a ottobre il mercato degli autocarri registra una contrazione del 3,2%. Per i rimorchi e semirimorchi pesanti – che a settembre avevano mostrato una variazione positiva a due cifre (+19,1%) dopo due mesi critici – la flessione di ottobre è contenuta all’1,4%. L’elaborazione Anfia indica del resto come per entrambi i comparti, la chiusura dei primi dieci mesi dell’anno rimanga fortemente negativa. Gli effetti positivi degli incentivi del Decreto investimenti – disponibili dal 29 luglio scorso, con una prima finestra per la presentazione delle domande di accesso dal 1° ottobre al 16 novembre – sembrano quindi essere in attenuazione.
Passando ai numeri, a ottobre 2020 sono stati rilasciati 1.826 libretti di circolazione di nuovi autocarri (-3,2% rispetto a ottobre 2019) e 1.090 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti, ovvero con ptt superiore a 3.500 kg (+20,4%), suddivisi in 118 rimorchi (+16,8%) e 972 semirimorchi (-3,3%).

Nel periodo gennaio-ottobre 2020 si contano 16.212 libretti di circolazione di nuovi autocarri, il 18,3% in meno rispetto al periodo gennaio-ottobre 2019, e 9.115 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti (-25,8% rispetto a gennaio-ottobre 2019), così ripartiti: 903 rimorchi (-23,2%) e 8.212 semirimorchi (-26,1%). Guardando alle alimentazioni, la quota di mercato degli autocarri alimentati a gas si mantiene al 5,2%, per un totale di 841 veicoli. A metà novembre, il numero dei distributori stradali e autostradali di metano liquido e biometano liquido aperti al pubblico sul territorio nazionale ammonta a 84 unità, mentre altri 35 sono in progetto. A livello territoriale, nel cumulato da inizio anno la flessione del mercato degli autocarri è risultata più accentuata nelle regioni dell’Italia settentrionale: -23%, mentre nelle regioni del Centro e Sud Italia la contrazione è stata rispettivamente del 7% e del 14%. In riferimento alle fasce di peso, ha tenuto di più quella degli autocarri con ptt tra 8.000 e 12.000 kg (+0,7% su gennaio-ottobre 2019). Gli autocarri nuovi pesanti (con ptt>16.000 kg) sono invece in calo del 18% da inizio anno.
Per i veicoli trainati, la contrazione maggiore nel progressivo 2020 riguarda il mercato italiano del Nord-Est (-31%), mentre nel Nord-Ovest le vendite sono diminuite del 17%. Le marche estere perdono il 31% del mercato, mentre le marche nazionali contengono la perdita a -18%.

Il mercato degli autobus con ptt superiore a 3.500 kg a ottobre registra 361 nuove unità, con una flessione del 18,5% (dopo una chiusura del terzo trimestre 2020 a -49%). Tutti i comparti chiudono il mese con il segno negativo, tranne, come già a settembre gli autobus e midibus turistici (+5,9%): -27,2% per gli autobus adibiti al TPL, -23,1% per i minibus e -6,5% per gli scuolabus.
Nei primi dieci mesi del 2020, i libretti di autobus rilasciati sono 2.583 (-30,7%, rispetto a gennaio-ottobre 2019). Confermano un calo a doppia cifra gli autobus adibiti al TPL (-41,7%), gli autobus e midibus turistici (-18,7%), e gli scuolabus (-35,1%), mentre i minibus contengono la flessione al 4,4%. Nel progressivo 2020 sono le regioni del Nord-Est a segnare la contrazione meno marcata: -13%.

Nonostante il momento di crisi del mercato e della committenza – sottolinea Anfia – la filiera produttiva nazionale, con l’imminente pubblicazione del bando Invitalia, avrà l’occasione di sfruttare finalmente i 100 milioni di euro stanziati per il sostegno agli investimenti produttivi e alle attività di ricerca, innovazione e sviluppo delle nuove tecnologie, che auspicabilmente potranno rafforzare la competitività nazionale e internazionale delle imprese italiane.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Trend di ripresa per il mercato di autocarri e veicoli trainati a gennaio 2021

Dopo una chiusura del 2020 fortemente negativa, con cali a doppia cifra sia per gli autocarri (-14%) sia per i veicoli trainati (-20,7%), a gennaio 2021 entrambi i comparti presentano un segno...

Mercato Aftermarket: flessione a due cifre nel 2020 (-14,4%)

Il fatturato aftermarket registra una flessione del 14,4% nel 2020 rispetto all’anno precedente, che aveva chiuso a +1,6%.Al pesante calo a doppia cifra del primo (-12,4%) e, soprattutto, del...

MAN Truck & Bus consegna 80 veicoli Lion’s Coach in Arabia Saudita

MAN Truck & Bus ha consegnato recentemente 80 veicoli Lion’s Coach in Arabia Saudita, si tratta del più grande contratto a una singola azienda, mai realizzato in questo Stato con il...

Operazione Truck and Bus: in Liguria controllati oltre 350 tir, multati 180 mezzi

In Liguria, le forze dell'ordine sono impegnate in un piano di controlli intensificati nei confronti dei mezzi pesanti, nell'ambito della campagna congiunta europea Truck and Bus che punta a...

Il mercato europeo dell'auto apre il 2021 con un calo del 25,7%

Non ci sono buone notizie per il mercato automotive europeo di inizio 2021.Secondo i dati diffusi da Acea e comunicati in Italia da Anfia, infatti, l’insieme dei Paesi dell’Unione europea...

Anfia: il mercato dell'auto di gennaio perde il 14%

Il 2021 non è iniziato in modo positivo per il mercato dell’auto. Nel confronto con gennaio 2019, il primo mese dell’anno nuovo ha infatti perso il 14%: è quanto messo in...

Automotive: i dati Anfia sulla produzione industriale per l'anno 2020

Anfia ha reso noti i dati sulla produzione industriale italiana relativi all’anno 2020 e ha messo in luce una flessione del 2% rispetto all’anno precedente. In questo quadro complessivo...

Anfia: la crisi da Covid-19 ha messo in luce l'importanza dell'auto

La crisi economica scatenata dal Covid-19 ha posto sotto la lente di ingrandimento il mondo dell'auto, mettendolo certamente in difficoltà ma riconoscendogli allo stesso tempo un ruolo...