Lockdown e autotrasporto: ecco i servizi che Infogestweb ha messo in campo per supportare gli autisti  

CONDIVIDI

venerdì 23 ottobre 2020

Il lockdown scattato a marzo ha rappresentato una grande sfida per l’autotrasporto che, a fronte della chiusura generale del Paese, ha dovuto intensificare la propria attività.
In questa fase delicata, un aiuto concreto alla rete degli autisti è arrivato dall’azienda Infogestweb che da oltre 35 anni offre alle aziende soluzioni informatiche e innovative, in particolare per il settore dell'autotrasporto merci e passeggeri.

A marzo, la chiusura di autogrill e servizi connessi ha rappresentato una delle difficoltà maggiori riscontrate dalla categoria, chiamata a gestire un ritmo più intenso di lavoro: “All’improvviso gli autisti non sapevano più dove fermarsi per un pasto o per usufruire dei servizi igienici – ci ha spiegato Claudio Carrano AD di Infogestweb -, per questo ci siamo attivati tempestivamente per capire come aiutare il settore. In primo luogo abbiamo deciso di aprire i nostri servizi a tutto il mondo del trasporto, supportando anche aziende non clienti. Dopo la chiusura degli autogrill, con il sostegno della Protezione Civile, abbiamo individuato una mappa di tutti i servizi igienici, i punti ristoro e i distributori di carburanti aperti anche di notte. Per rispondere alle tantissime chiamate da parte di autisti che ci chiedevano indicazioni in questo senso, anche i nostri social hanno lavorato a pieno ritmo. In questo modo la rete di contatti è cresciuta esponenzialmente".
"Poi ci siamo attivati anche sul fronte internazionale: con l’aiuto dell’azienda di autotrasporto passeggeri Stat di Monferrato siamo riusciti ad avviare un “corridoio umanitario” per agevolare il rientro dall’estero di italiani bloccati alle frontiere. La nostra attività, oltre che nell’attivazione di canali di comunicazione con gli enti preposti, si è concentrata anche nella diffusione di informazioni utili alle aziende di trasporto per individuare valichi accessibili. Tutto questo, naturalmente, oltre al nostro normale servizio di customer care dedicato ai clienti, che ha lavorato incessantemente per supportare gli autisti rimanendo interamente operativo durante il lockdown”.


La difficile crisi vissuta nei mesi della chiusura ha permesso all’azienda di fissare nuovi punti fermi: “Questa fase delicata ha confermato la strategicità dell’informazione per il mondo dell’autotrasporto – ha detto Carrano -. Rendere facilmente accessibili le informazioni a tutti gli operatori è secondo noi la modalità migliore per supportare il comparto. Tale consapevolezza sicuramente caratterizzerà sempre di più il nostro lavoro nel futuro. Inoltre in questa fase abbiamo implementato un servizio integrato di assistenza su strada per l’autotrasporto: grazie a una rete di partner selezionati adesso assicuriamo anche interventi in caso di necessità 24 ore su 24 in una gestione integrata delle emergenze”.

Infogestweb è una software house che oggi offre servizi dedicati totalmente all’autotrasporto. L’attività dell’azienda si è infatti specializzata in questo campo a partire dall’introduzione del tachigrafo digitale. Inizialmente l’attività era concentrata soprattutto sull’analisi dei dati raccolti dall’apparecchio, successivamente si è estesa all’attività di supporto e consulenza nell’applicazione della normativa del settore.
La piattaforma tecnologica è passata così anche al monitoraggio in tempo reale dell’aderenza alle normative del settore, servizio che permette quindi una pianificazione ottimizzata in vista dell’efficientamento dell’attività di personale e mezzi.

“Ad esempio, in questo senso è stato molto utile comprendere che distribuire il carico lavorativo tra gli autisti in modo uniforme ed equilibrato, ovviamente in conformità alle normative, favorisce un’ottimizzazione del lavoro – ha spiegato Carrano -. È infatti emerso, in modo sorprendente, che le aziende riuscivano così anche a percorrere più chilometri. Quindi rispettare le norme significa anche ottimizzare poiché si acquisisce il controllo della situazione".
"Nel tempo siamo diventati profondi conoscitori delle normative relativi a tempi di guida e riposo e nel campo del lavoro: ci confrontiamo con gli organi di controllo, con i vari ministeri e con il legislatore europeo. Tutto questo ci consente di supportare agevolmente le aziende di trasporto. Partendo dalla nostra piattaforma oggi lavoriamo al fianco delle aziende supportandole per organizzare e pianificare al meglio l’attività, anche nel campo della formazione degli autisti. Non offriamo più solo servizi informatici di raccolta dati legati al veicolo: oggi siamo passati a una visione ‘autista-centrica’ che prende in considerazione parametri umani nella valutazione dell’intera attività di trasporto”.

Tag: lockdown, tachigrafo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Stato di emergenza fino al 31 dicembre, prorogata la scadenza di patenti e certificati

Il Governo ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 lo stato di emergenza nazionale: tale proroga incide sulla validità di certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti...

Distribuzione vaccini: i vantaggi del Cargo aereo

I corrieri aerei hanno svolto un ruolo molto importante sin dai primi mesi del lockdown in Italia, spostando prodotti farmaceutici, medicinali, apparati medicali e chirurgici e dispositivi di...

Pacchetto mobilità Ue: il ministero dell’Interno fornisce chiarimenti sulla riforma

Arrivano chiarimenti sul nuovo Pacchetto Mobilità dell’Ue. Il ministero dell’Interno ha pubblicato una circolare interpretativa che illustra le novità introdotte dalla...

Tachigrafi: proroghe e indicazioni per l'ispezione periodica e per la carta del conducente

Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ha fornito recentemente un aggiornamento in materia di scadenze della revisione dei veicoli in questo periodo di emergenza...

Furti d'auto: attenti ai suv!

Quanto impatta il Covid-19 su fenomeni come i furti d’auto? 
Sicuramente molto, come dimostrato dal calo drastico di episodi delittuosi di questo tipo (a marzo -56% vs marzo 2019, ad aprile...

Ue e pandemia: quali misure per l'autotrasporto?

L'Ue è al lavoro con i provvedimenti a sostegno dell’economia degli Stati membri e con le misure per limitare gli spostamenti, a causa della pandemia. L’Europarlamento ha approvato...

Brexit: conseguenze e nuove prospettive per l'autotrasporto

Con l'arrivo del 2021 finisce il periodo di transizione fra Unione europea e Regno Unito e comincia una nuova fase di rapporti commerciali in Europa. Una situazione che ha ripercussioni sulle...

Brexit, gli autotrasportatori inglesi non sono pronti

Le conseguenze della Brexit che scatteranno dal 1° gennaio, quando il Regno Unito non sarà più formalmente un Paese UE,  creeranno non poche difficoltà al comparto...