Infrastrutture per i carburanti alternativi: l’Ue chiede tempi brevi e distanze ravvicinate

CONDIVIDI

mercoledì 5 ottobre 2022

La bozza di mandato negoziale per la realizzazione di infrastrutture per i combustibili alternativi approvata dalla Commissione Trasporti del Parlamento Europeo prevede l’anticipo delle scadenze e il rafforzamento degli obiettivi di dotazioni sulle strade dell'Ue.

Tra gli emendamenti di compromesso approvati dagli eurodeputati ci sono anche misure, assenti dalla proposta iniziale della Commissione Europea, alcune delle quali riguardano nello specifico i mezzi pesanti.

 

Anticipati i target idrogeno e piazzole di emergenza

Sono anticipati dal 2030 al 2027 gli obiettivi dei punti di ricarica a idrogeno, abbassando da 150 a 100 km la distanza minima tra una stazione di ricarica e l'altra sulla rete Ten-T e da 450 a 400 km la distanza per le stazioni di ricarica a idrogeno liquido.

Anticipato dal 2030 al 2027 anche l'obiettivo di installazione di punti di ricarica dedicati ai veicoli commerciali pesanti in ogni piazzola di sicurezza, portando a due il numero minimo di colonnine da installare.

Aggiunto anche un nuovo obiettivo al 2030 per portare a quattro il numero minimo di punti di ricarica per i veicoli pesanti in ogni piazzola di emergenza.

 

Aumento degli obiettivi di potenza per veicoli pesanti

Aumentati gli obiettivi di potenza minima per le stazioni di ricarica sulla rete Ten-T dedicate ai veicoli commerciali pesanti. Nel dettaglio, per la rete Core gli obiettivi per il 2025 vengono portati a 2000 kW (da 1400 kW) per la potenza complessiva e a 800 kW (da 350 kW) per la potenza di singola di almeno due colonnine; gli obiettivi 2030 vengono portati a 5000 kW (da 3500 kW) per la potenza complessiva e a 800 kw (da 350 kW) la potenza singola di almeno quattro colonnine.

Per la rete comprehensive Ten-T gli obiettivi 2030 vengono portati a 2000 kW (da 1400 kW) per la potenza complessiva e a 800 kW (da 350 kW) la potenza di almeno una colonnina; gli obiettivi 2035 vengono portati a 5000 kW (da 3500 kW) per la potenza complessiva e a 800 (da 350 kW) la potenza singola di almeno due colonnine.

Su richiesta motivata di uno Stato membro, però, la Commissione può concedere un'esenzione dagli obiettivi di potenza e di distanza minima per le stazioni di ricarica sulla rete Ten-T nelle zone insulari e scarsamente popolate con un traffico giornaliero medio annuo ridotto, a condizione che l'infrastruttura non possa essere giustificata in termini socioeconomici costi-benefici.

Tag: idrogeno

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

LC3 Trasporti, Iveco e Edison Next mettono su strada i primi camion a idrogeno

Sulle strade d'Italia presto viaggeranno i primi veicoli commerciali pesanti articolati alimentati a idrogeno. Il progetto è frutto di un accordo tra LC3 Trasporti, azienda eugubina del...

Investimenti e criticità: i numeri dell’Osservatorio H2IT sul comparto dell'idrogeno italiano

Un settore in crescita ma ancora poco sviluppato e unico nel panorama manifatturiero nazionale per la forte presenza di alleanze di tipo industriale: per oltre il 70% delle aziende del campion...

Industria Italiana autobus e la portoghese CaetanoBus produrranno bus a idrogeno

Lo sviluppo della mobilità sostenibile e la transizione delle fonti energetiche costituiscono uno degli assi portanti del Pnrr. E il settore del trasporto pubblico locale gioca un ruolo...

Fit for 55: i parlamentari Ue vogliono colonnine di ricarica elettrica ogni 60 km

Nel percorso dell’Unione Europea verso l’obiettivo della neutralità climatica al 2050, sarà necessario prevedere per le auto la possibilità di ricaricarsi ogni 60 km...

Sustainability days Bolzano, Giovannini: Italia modello di buona pratica nel contesto internazionale

Sustainability days è una manifestazione promossa dalla Provincia Autonoma di Bolzano e dedicata alla sostenibilità ambientale, con particolare riferimento al miglioramento della...

Al via in Germania il primo treno passeggeri completamente alimentato a idrogeno

Il primo treno a idrogeno al mondo, il Coradia iLint è entrato ufficialmente in servizio a Bremervörde, Bassa Sassonia, Germania. È operativa a tutti gli effetti dunque la prima...

Varato nel porto di Gaeta il primo catamarano completamente alimentato a idrogeno

Prosegue l’impegno dei porti del Lazio verso l’efficientamento delle operazioni e la riduzione dell’impatto ambientale delle attività portuali. A pochi giorni...

H2ZERO: easyJet e Rolls Royce siglano un accordo per lo sviluppo di motori a idrogeno per l’aviazione

Aprire la strada allo sviluppo della tecnologia dei motori a idrogeno in grado di alimentare un’ampia gamma di aeromobili, compresi quelli nel segmento di mercato a fusoliera stretta, dalla...