Green pass e logistica: Fiap, dal 15 ottobre possibili gravi inefficienze e danni economici

CONDIVIDI

martedì 12 ottobre 2021

Scaffali vuoti, crisi dei carburanti e blocco delle industrie. Questo, secondo Fiap, è lo scenario economico che potrebbe concretizzarsi nel Paese quando subentrerà, il 15 ottobre, l'obbligo di Green pass sui luoghi di lavoro se non si prevederano esoneri per il mondo dell'autotrasporto e della logistica.

L'associazione ha spiegato che nell’autotrasporto, che in Italia muove circa il 90% della merce garantendo gli approvvigionamenti di materie prime e beni utili alla vita di tutti i giorni, viene impiegato per la maggior parte personale viaggiante straniero: "Molti di questi autisti sono sprovvisti di green pass. Non necessariamente per una scelta personale di non vaccinarsi, ma perché non tutti i Paesi esteri hanno adottato lo stesso provvedimento o “atteggiamento” rispetto a tale soluzione, oppure perché la vaccinazione effettuata nel Paese di origine non è riconosciuta. La situazione è dunque critica e rischia di avere un impatto devastante sul settore, già gravato da una allarmante carenza di autisti (si stima ne manchino circa 20/30 mila) di cui si discute da tempo".

Fiap ha spiegato che dai dati raccolti dalle imprese operanti nel settore e da diversi produttori/committenti, si stimano inefficienze e una possibile riduzione della capacità di consegna sino al 50%, derivanti dalla necessità per le imprese di dover effettuare i controlli, e per gli autisti privi di green pass di doversi sottoporre ai tamponi.

"Questo - lancia l'allarme l'associazione - significa che potrebbero venire a mancare prodotti di consumo essenziali, ad esempio quelli alimentari e farmaceutici, ma anche carburanti e materie prime, necessarie al funzionamento della maggior parte delle industrie italiane. Uno scenario a cui il Governo e le forze politiche non potranno sottrarsi. Il problema del green pass avrà di certo un impatto sulle imprese di Trasporto e Logistica creando gravi danni economici, tuttavia gli effetti negativi di questa situazione ricadranno soprattutto sulla collettività e sulle industrie, con importanti ripercussioni sull’intera economia, già messa a dura prova dalla pandemia".

Peron: "Esonerare dal controllo del green pass gli operatori delle attività di carico e scarico"

"Non vorremmo inoltre –ha dichiarato Alessandro Peron, Segretario generale FIAP – che questa situazione contribuisse a creare una concorrenza sleale tra operatori/industrie che sceglieranno di operare nel rispetto della legge e altri soggetti che, invece, gestiranno i controlli in maniera più accomodante”.
c
"Ci auguriamo – conclude il Segretario generale FIAP – che ci sia una presa di coscienza della reale portata del problema e che il Governo accolga la nostra richiesta di esonerare dal controllo del green pass gli operatori dell’autotrasporto impiegati nelle attività di carico e scarico. Le imprese di autotrasporto rischiano importanti dissesti finanziari a causa dei maggiori costi organizzativi e della sospensione costretta dei servizi per mancanza di manodopera; tuttavia, se non si pone rimedio a questa situazione critica, è l’intero Paese a rischiare l’impasse.

Tag: fiap, Green pass, trasporto merci

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Green Pass autotrasporto: Conftrasporto, estenderlo agli autisti esteri che entrano in Italia

Oltre una settimana fa era arrivata una circolare dal MIMS e dal ministero della Salute (ne avevamo parlato qui), che esenta gli autotrasportatori provenienti dall’estero dall’obbligo del...

Green pass, porto di Genova: protesta ai varchi per chiedere tamponi gratutiti

Continuano le proteste collegate alle nuove misure che impongono l'obbligo di Green pass per l'accesso ai luoghi di lavoro. Stamattina, al porto di Genova è stato messo in atto uno sciopero...

Nel 2021 crescita record per Turkish Cargo: intervista esclusiva con Turhan Özen, chief cargo officer

Nonostante la grave crisi sanitaria ed economica che ha attanagliato il mondo intero, Turkish Cargo - brand della compagnia di bandiera nazionale Turkish Airlines - ha continuato a operare senza...

Green pass sui luoghi di lavoro anche in Austria, camionisti esentati

In arrivo Green pass sui luoghi di lavoro anche in Austria, ma probabilmente i camionisti non saranno sottoposti alla misura. Mentre tornano a salire i contagi di covid-19, le autorità...

Porto di Trieste: traffico ferroviario in ripresa, 20 treni manovrati rispetto ai 5 del giorno precedente

In aumento l’operatività del porto di Trieste. Termometro della ripresa, il traffico ferroviario gestito da Adriafer che ieri ha operato a regime con 2 squadre e 20 treni manovrati...

Divieti Brennero, ANITA, FAI e FEDIT: nessun provvedimento dall'Ue, attivato team legale

La questione divieti al Brennero torna al centro dell'attenzione delle associazioni dell'autotrasporto italiano. ANITA, FAI e FEDIT hanno deciso di intraprendere un’azione di messa in mora...

ASTRE Italia: una rete in evoluzione che crea valore per le imprese dell’autotrasporto

Etica, professionalità, innovazione. Sono questi i valori alla base di ASTRE, la rete europea di piccole e medie imprese nata per creare valore nei settori trasporti e logistica. Tali valori...

Ecco cosa offre Amazon Relay ai trasportatori in cerca di opportunità

Una cosa è certa: negli ultimi anni Amazon è cresciuta e oggi, a maggior ragione dopo aver gestito in modo impegnativo l’emergenza sanitaria, è pronta ad effettuare...