Sezione: Autotrasporto

Ue: nasce il Corona response team. Lavorerà su ambito medico, mobilità ed economia

CONDIVIDI

lunedì 2 marzo 2020

E' nato il gruppo Ue di risposta al coronavirus. La Commissione europea ha lanciato oggi il Corona response team, il gruppo di risposta al Covid 19, composto di cinque commissari che coordineranno i lavori per arrestare l'epidemia.

I cinque commissari sono il responsabile della gestione delle crisi, Janez Lenarcic, la responsabile delle questioni sanitarie, Stella Kyriakides, la responsabile per le questioni legate alle frontiere, Ylva Johansson, la responsabile della mobilità, Adina Valean, e il commissario all'Economia, Paolo Gentiloni.

Il team di risposta lavorerà su tre pilastri principali: medico, della mobilità e dell'economia. Il primo è il settore medico, che copre la prevenzione e l'approvvigionamento di misure di soccorso, informazione e lungimiranza. Nell'ambito di questo pilastro, il lavoro sarà in stretta collaborazione con il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie e l'Agenzia europea per i medicinali. Il secondo pilastro riguarda la mobilità, dai trasporti ai consigli di viaggio e alle questioni relative a Schengen.

Il terzo pilastro copre l'economia, esaminando in modo approfondito vari settori di attività, come turismo o trasporti, commercio, catene del valore e macroeconomia. La Commissione ha lanciato una pagina web dedicata su Covid 19 che fornisce informazioni sulle attività chiave in ambito medico, della protezione civile, della mobilità, dell'economia e delle statistiche, nonché collegamenti ai siti web dedicati degli Stati membri, agli studi più recenti e alle altre informazioni pertinenti.

Successivamente, la Commissione ha avviato una procedura di appalto congiunta accelerata per i dispositivi di protezione individuale con 20 Stati membri, con gare d'appalto inviate a un numero di società selezionate identificate mediante un'analisi di mercato. Questo ha l'obiettivo di facilitare l'accesso necessario ed equo ai dispositivi di protezione individuale per gli Stati membri al fine di ridurre al minimo le potenziali carenze.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Ristori: in arrivo fondi per gli Open bus, pubblicato il decreto con le disposizioni per il riparto

In arrivo ristori per le aziende che gestiscono servizi di trasporto con gli open bus. E' stato pubblicato, infatti, il decreto del ministro per i beni culturali ed il turismo che individua le...

Covid-19: ecco le regole per rientrare in Italia dopo essere stati nel Regno Unito

Sono in vigore ulteriori misure di contenimento per i transiti da e per il Regno Unito. L’ha stabilito un’ordinanza del ministero della Salute emanata il 9 gennaio e valida fino al 15...

Brexit, gli autotrasportatori inglesi non sono pronti

Le conseguenze della Brexit che scatteranno dal 1° gennaio, quando il Regno Unito non sarà più formalmente un Paese UE,  creeranno non poche difficoltà al comparto...

Ticketcrociere propone un nuovo servizio di noleggio per vacanze più sicure

La crisi del turismo, causata dalle misure di contenimento del contagio da Covid-19, è sotto gli occhi di tutti e così Ticketcrociere, l’agenzia online specializzata in crocier...

Mobilità: i nuovi servizi di Google Maps per spostarsi ai tempi del Covid-19

L’emergenza sanitaria in corso ha radicalmente cambiando il nostro modo di muoverci e Google Maps, che guida da anni i nostri spostamenti, lo sa bene. Per questo, durante questo secondo...

Trasporto pubblico: ad Ancona parte un progetto per formare nuovi manager

Nasce ad Ancona ELPT (Expert in Local Public Transport), un progetto internazionale per la formazione dei nuovi manager per le aziende del Tpl. Promosso da Conerobus Service, partecipata di...

Tassazione Porti: Mit, avviato dialogo con la Commissione Europea

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha avviato un confronto con la Commissione Europea sul tema della tassazione dei porti, per definire una soluzione adeguata. Lo ha dichiarato la...

Donne e mare: parte un progetto per una partecipazione più attiva

Accrescere la presenza delle donne nel settore marittimo in Ue. È questo l’obiettivo che si pongono in una dichiarazione congiunta ECSA e ETF WESS, le organizzazioni delle parti sociali...