Trasporti e sostenibilità: Cernobbio, Conftrasporto-Confcommercio chiedono un cambio di passo

lunedì 8 ottobre 2018 13:45:48

In un’economia che viaggia spedita e su mezzi sempre più tech, occorre un cambio di passo. Anche in tema di strumenti che regolano la sostenibilità dei trasporti. È quanto emerge dal Rapporto dell’Ufficio Studi di Confcommercio realizzato in collaborazione con Isfort su “Riflessioni sul sistema dei trasporti in Italia” presentato oggi a Cernobbio (Como) in occasione del 4° Forum Internazionale di Conftrasporto-Confcommercio.

Per Conftrasporto-Confcommercio è urgente promuovere una nuova strategia intermodale e soluzioni di trasporto più efficaci e realmente sostenibili. Le priorità d’intervento sono: per l'intero Sistema dei trasporti, la promozione dell’accessibilità dei territori come leva per competere, a cominciare dalla garanzia della permeabilità della barriera alpina, attraverso una politica coordinata nazionale  per i trasporti e la logistica, centrata sulla co modalità e sulla sostenibilità ambientale, economica e sociale; per l'autotrasporto, la riduzione del peso delle accise, la conferma delle risorse a supporto della competitività delle imprese nell'ottica della sostenibilità ambientale e della sicurezza stradale, lo sblocco del sistema delle revisioni dei veicoli e delle autorizzazioni ai trasporti eccezionali, il contrasto all'abusivismo e al dumping sociale.
Per la filiera marittimo-portuale: una strategia uniforme d'intervento sui porti e sulla "Nuova Via della Seta" che tuteli gli interessi nazionali, misure per favorire l’occupazione di lavoratori marittimi italiani e europei, una diversa visione del regime delle concessioni portuali  centrata su trasparenza ed omogeneità delle condizioni.
Per il trasporto ferroviario:  il completamento del processo di apertura alla concorrenza, l’adeguamento agli standard tecnici europei della rete, la concreta adozione del macchinista solo.
Per la logistica energetica: un quadro autorizzativo e concessorio omogeneo a livello nazionale ispirato a criteri di semplicità e semplificazione, una fiscalità favorevole allo sviluppo della filiera del Gas Naturale Liquido.

I cambiamenti avvenuti negli ultimi decenni impongono di valutare con spirito pragmatico e non ideologico l’efficacia delle politiche adottate finora per promuovere i trasporti sostenibili in Italia e in Europa, innovando alcuni strumenti d’intervento ormai superati e definendo un nuovo paradigma per la mobilità sostenibile, più efficace e più compatibile con le dinamiche di sviluppo della produzione e dei consumi.
Due pilastri della politica per i trasporti sostenibili degli ultimi decenni sono stati da un lato l’intervento sulla leva fiscale secondo il principio del “chi più inquina più paga”, dall’altro quello di favorire con regole e interventi infrastrutturali il trasporto via mare o rotaia, specie in aree particolarmente sensibili come i valichi alpini.
"Ma mentre sul mare il cambio intermodale ha imboccato la rotta giusta – con i traffici dei mezzi rotabili (camion, rimorchi e semirimorchi) imbarcati sulle navi in aumento del +255% dal 2005 al 2017 – lungo i valichi alpini non è decollato, con risultati deludenti nel passaggio delle merci da gomma a rotaia - si legge in un comunicato stampa diffuso oggi dall'associazione -. Sempre per la sostenibilità ambientale, all’autotrasporto si chiede di pagare, in termini di tassazione e pedaggi, il costo dell’inquinamento prodotto. Le accise sui carburanti pesano 62 centesimi al litro, e da quelle sul gasolio lo Stato incassa circa 20 miliardi di euro all’anno. La componente fiscale sul prezzo del gasolio per autotrazione in Italia ha la più alta incidenza dell’area Ue: 60,6%% contro una media europea del 55,9%. La spesa per il gasolio è una voce importante nel bilancio delle aziende, considerato che costituisce il 30% dei costi di esercizio".


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Camion: l'Austria chiude la Statale Val Venosta. Conftrasporto chiede l’intervento del Mit

mercoledì 22 maggio 2019 16:39:31
Dopo il contingentamento dei Tir al Brennero, oggi l’Austria ha deciso che con molta probabilità chiuderà per almeno un mese la strada...

Autotrasporto sostenibile: Conftrasporto chiede il rinnovo del parco mezzi e un nuovo mare bonus

lunedì 20 maggio 2019 12:26:34
“In un anno 1,5 milioni di camion via dalle strade grazie al mare e al ferro. Bene, l’intermodalità contribuisce all’abbattimento di...

Autotrasporto: ecco il calendario di giugno per la circolazione nel Traforo del Frejus

lunedì 20 maggio 2019 14:16:49
GEIE SITAF (Gruppo Europeo di Interesse Economico per la gestione del Traforo del Frejus) ha reso noto il calendario dei sensi unici alternati relativi al mese...

Incidenti sul lavoro, sindacati: necessario un confronto sulla sicurezza per l'autotrasporto

mercoledì 15 maggio 2019 10:41:07
Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti chiedono un confronto urgente sui temi legati alla sicurezza nell’autotrasporto. “Non più rinviabile...

La Spezia: gli autotrasportatori chiedono un bando per l'utilizzo del Truck Village

mercoledì 15 maggio 2019 11:42:19
Un bando di gara che consenta di utilizzare il Truck Village, un’area realizzata da più di dieci anni con un fondo perduto per quasi un milione di...