Fai-Conftrasporto: liberalizzare le revisioni dei mezzi pesanti

mercoledì 17 ottobre 2018 17:42:23

"È necessario liberalizzare le revisioni dei mezzi pesanti". Lo dice il vicepresidente di Fai/Conftrasporto, Paolo Uggè, rivolgendosi al presidente della commissione Trasporti della Camera dei deputati, Alessandro Morelli durante la presentazione del rapporto stradale sulla sicurezza del trasporto merci 2018 di Dekra Italia.  

Uggè aggiunge: "Bisogna estendere questo provvedimento così come già avviene per le auto, per ridurre i tempi eccessivi di attesa e dare più efficienza al sistema senza gravare di costi ulteriori allo Stato. Si arriva a sei mesi di attesa per prenotare la revisione, è un tempo davvero eccessivoche deve essere ridotto drasticamente a pochi giorni".

Così l'executive vicepresident di Dekra, Toni Purcaro, occorre "uniformare a livello internazionale le verifiche periodiche suiveicoli e adeguare la normativa presente imponendo l'obbligo dell'assistente elettronico alla svolta che deve far parte dell'equipaggiamento prescritto dalla legge per tutti i veicoli commerciali, come il dispositivo di assistenza alla frenata d'emergenza e il sistema di avviso di mantenimento della corsia".

"Dei 26.000 decessi in Europa del 2015, il 15% è stato imputabile ai bisonti della strada. I veicoli commerciali leggeri al di sotto dei 3.5t, risultano ancora più pericolosi, con una percentuale vicina quasi al 2% in più rispetto a quelli più pesanti. Negli ultimi 10 anni il maggior calo nei decessi Ue si è verificato proprio in Italia (-78%), Spagna (-60%) e Grecia (-59%). Gli incidenti che vedono coinvolti veicoli merci seppur diminuiti sono più frequentemente mortali. Questo è ancor di più vero per i mezzi pesanti". A rivelarlo alcuni dati del Rapporto sulla sicurezza stradale Dekra 2018, presentato oggi a Roma alla presenza di autorità istituzionali e politiche, tra cui, il presidente della commissione Trasporti della Camera dei deputati Alessandro Morelli, il segretario della commissione Trasporti del Senato Antonella Faggi, Vincenza Bruno Bossio, membro della commissione Trasporti della Camera, il direttore centrale del ministero dell'Interno delle specialità della Polizia di Stato prefetto Roberto Sgalla, la presidente della Milano Serravalle Milano Tangenziali Spa Maura Carta, il direttore operation dell'Anas, Roberto Mastrangelo

Il rapporto, che quest'anno focalizza sulla sicurezza stradale del Trasporto merci, evidenzia come "il 55% dei decessi si verifica sulle strade statali il (25% aree urbane, 19%autostrade). Come sempre l'homo smartphone è un primate pericoloso ed è la distrazione, come per tutti gli altri veicoli, a giocare un ruolo fondamentale nell'incidentalità. Prima causa di incidenti mortali è la scrittura di messaggi con il cellulare, seguito dalle conversazioni al telefono ma anche mangiare e fumare alla guida".


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Camion: 2018 positivo per autocarri (+5,1%) e autobus (+36,7%), flessione per i trainati

venerdì 18 gennaio 2019 16:43:14
A dicembre 2018, sono stati rilasciati 2.263 libretti di circolazione di nuovi autocarri (-18,1% rispetto a dicembre 2017) e 1.288 libretti di circolazione di...

Camion, obiettivi Ue CO2: mancano i punti di ricarica per i veicoli ad alimentazione alternativa

giovedì 17 gennaio 2019 10:14:42
In Ue è grave la mancanza di infrastrutture di ricarica e rifornimento per veicoli elettrici e di altro tipo in tutta l'UE. Lo comunica l'Associazione...

Cartello camion: le associazioni avviano azione per ottenere il risarcimento

mercoledì 16 gennaio 2019 12:13:16
Un'azione risarcitoria collettiva per il recupero del sovrapprezzo imposto dal cartello dei produttori di autocarri, già sanzionati il 19 luglio 2016...

Camion, revisioni officine private: per Anfia, Federauto e Unrae direzione giusta

martedì 15 gennaio 2019 10:28:29
Secondo Anfia, Federauto e Unrae la Legge di Bilancio 2019, di recente approvazione, interviene positivamente sulla materia delle revisioni dei veicoli pesanti...

Lahutte lascia Iveco

martedì 15 gennaio 2019 16:28:01
Pierre Lahutte si è dimesso dal ruolo di Brand President Iveco. Lo ha annunciato CNH Industrial con un comunicato."La Società ringrazia Pierre...