Camion: divieti settoriali, Anita chiede l'intervento del ministro De Micheli

venerdì 15 novembre 2019 13:07:29

Un intervento urgente per scongiurare lo sbarramento dell’export verso i mercati del nord Europa per molti prodotti del made in Italy. Lo ha chiesto ieri l'associazione Anita nel corso della riunione con la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, che ha manifestato la volontà di risolvere il problema

Il nuovo divieto settoriale per i passaggi dei veicoli in direzione nord che il Tirolo vuole introdurre dal 1° gennaio 2020, "rischia di paralizzare l’interscambio con il nord- Europa - Germania, in primis - con gravi danni all’economia italiana. Siamo preoccupatissimi perché la nuova misura prevede che soltanto camion immatricolati dopo il 31 agosto 2018 potranno trasportare attraverso il Brennero una serie di prodotti dell’export italiano - come ad esempio le piastrelle prodotte in Italia - verso i ricchi mercati del nord-Europa” ha esordito durante l’incontro Thomas Baumgartner, Presidente di ANITA.

Il 70% dell’export italiano passa attraverso le Alpi e la maggior parte attraversa il Brennero: "l’Italia non può permettersi di continuare a subire dal Tirolo la lunga serie di misure protezionistiche che impediscono il libero scambio su questo asse vitale per l’economia italiana: divieti di transito notturno, elevati pedaggi autostradali, divieti di circolazione di sabato, sistemi di dosaggio per il passaggio dei veicoli e, non ultimo, l’irrigidimento del divieto settoriale", spiega l'associazione.

“Sono tutte misure che hanno dimostrato di essere inefficaci per spingere verso il trasferimento delle merci su ferrovia e che invece aumentano l’intasamento autostradale nelle ore diurne e le emissioni nocive per l’ambiente, e sono inoltre protezionistiche in quanto escludono da tutti i divieti i traffici da/per il Tirolo” prosegue Baumgartner.

“Non comprendiamo come mai l’Austria non voglia affrontare con razionalità il tema ambientale, escludendo i mezzi di nuova generazione da qualsiasi divieto, anche dal divieto e dal pedaggio notturno. Questa sì che sarebbe una misura positiva per l’ambiente e per la decongestione dell’autostrada, oltre ad essere un ulteriore stimolo per noi operatori a investire in mezzi di nuova generazione, sempre più sostenibili” ha concluso Baumgartner.

Anita chiede non divieti ma innovazione tecnologica con i nuovi veicoli EuroVI e quelli alimentati a GNL, e gli incentivi per favorire l’ammodernamento del parco circolante e il ferrobonus.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Coronavirus, sospeso il calendario dei divieti per i mezzi pesanti nei giorni 29 marzo e 5 aprile

venerdì 27 marzo 2020 12:00:03
Il Ministero dei Trasporti sospende il calendario dei divieti per la circolazione dei mezzi pesanti, lo rende noto Confartigianato Trasporti. Misure –...

Camion, proseguono i blocchi al confine Italia-Slovenia. L'allarme di Fdi

venerdì 27 marzo 2020 13:46:11
Ancora problemi per operatori economici e forze dell'ordine ai valichi di Sant'Andrea e Fernetti. Lo affermano in una nota i consiglieri regionali di...

Gasolio, rimborso accise: come recuperare quelle del I trimestre 2020

giovedì 26 marzo 2020 14:51:52
L’Agenzia delle Dogane ha pubblicato il software e le istruzioni per la presentazione delle domande di rimborso delle accise sul gasolio consumato nel...

Autotrasporto: emergenza crediti insoluti

giovedì 26 marzo 2020 17:17:58
  Trasportounito porta l'attenzione sulla questione crediti insoluti nel settore autotrasporto, problema che rischia di diventare particolarmente spinoso...

Covid-19: "I trasporti ci fanno andare avanti", dichiarazione congiunta delle associazioni europee

mercoledì 25 marzo 2020 10:09:29
"Il settore dei trasporti ha un ruolo cruciale da svolgere nella fornitura di beni, in particolare medicinali, dispositivi medici, alimenti e altre merci...