Camion: divieti settoriali, Anita chiede l'intervento del ministro De Micheli

venerdì 15 novembre 2019 13:07:29

Un intervento urgente per scongiurare lo sbarramento dell’export verso i mercati del nord Europa per molti prodotti del made in Italy. Lo ha chiesto ieri l'associazione Anita nel corso della riunione con la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, che ha manifestato la volontà di risolvere il problema

Il nuovo divieto settoriale per i passaggi dei veicoli in direzione nord che il Tirolo vuole introdurre dal 1° gennaio 2020, "rischia di paralizzare l’interscambio con il nord- Europa - Germania, in primis - con gravi danni all’economia italiana. Siamo preoccupatissimi perché la nuova misura prevede che soltanto camion immatricolati dopo il 31 agosto 2018 potranno trasportare attraverso il Brennero una serie di prodotti dell’export italiano - come ad esempio le piastrelle prodotte in Italia - verso i ricchi mercati del nord-Europa” ha esordito durante l’incontro Thomas Baumgartner, Presidente di ANITA.

Il 70% dell’export italiano passa attraverso le Alpi e la maggior parte attraversa il Brennero: "l’Italia non può permettersi di continuare a subire dal Tirolo la lunga serie di misure protezionistiche che impediscono il libero scambio su questo asse vitale per l’economia italiana: divieti di transito notturno, elevati pedaggi autostradali, divieti di circolazione di sabato, sistemi di dosaggio per il passaggio dei veicoli e, non ultimo, l’irrigidimento del divieto settoriale", spiega l'associazione.

“Sono tutte misure che hanno dimostrato di essere inefficaci per spingere verso il trasferimento delle merci su ferrovia e che invece aumentano l’intasamento autostradale nelle ore diurne e le emissioni nocive per l’ambiente, e sono inoltre protezionistiche in quanto escludono da tutti i divieti i traffici da/per il Tirolo” prosegue Baumgartner.

“Non comprendiamo come mai l’Austria non voglia affrontare con razionalità il tema ambientale, escludendo i mezzi di nuova generazione da qualsiasi divieto, anche dal divieto e dal pedaggio notturno. Questa sì che sarebbe una misura positiva per l’ambiente e per la decongestione dell’autostrada, oltre ad essere un ulteriore stimolo per noi operatori a investire in mezzi di nuova generazione, sempre più sostenibili” ha concluso Baumgartner.

Anita chiede non divieti ma innovazione tecnologica con i nuovi veicoli EuroVI e quelli alimentati a GNL, e gli incentivi per favorire l’ammodernamento del parco circolante e il ferrobonus.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Rimborsi accise: lo stop alle agevolazioni per gli Euro 3 slitta a ottobre 2020

martedì 10 dicembre 2019 12:05:10
Con un emendamento presentato in commissione Bilancio al Senato, il governo ha chiesto di spostare al primo ottobre 2020 lo stop alle agevolazioni delle accise...

Confartigianato Trasporti nasce il nuovo sito dell'associazione di categoria

lunedì 9 dicembre 2019 10:59:42
Confartigianato Trasporti rinnova la sua presenza online con un nuovo sito internet (www.confartigianatotrasporti.it) caratterizzato da un approccio più...

Manovra, Unatras-Conftrasporto chiede risposte sulla questione accise

venerdì 6 dicembre 2019 14:10:42
Il Governo ha presentato un emendamento che garantisce il rimborso delle accise fino al 1° luglio 2020. Unatras-Conftrasporto esprime preoccupazione...

Sicurezza: scende il numero di autocarri e autobus coinvolti in un incidente

giovedì 5 dicembre 2019 10:45:02
Calano sia gli autobus coinvolti in un incidente stradale (-4,5%) sia gli autocarri coinvolti in un incidente stradale (-1,5%). Lo dicono dati resi noti...

De Micheli a Bruxelles chiede una posizione decisa della Commissione sui blocchi al Brennero

mercoledì 4 dicembre 2019 10:51:35
Nel suo intervento al Consiglio Europeo dei Ministri dei Trasporti che si è svolto in questi giorni a Bruxelles, la ministra delle Infrastrutture e dei...