Camion Brennero: Conftrasporto chiede una tassa in risposta al contingentamento

martedì 4 giugno 2019 14:55:57

Il governo tirolese sta valutando di estendere ulteriormente la durata del contingentamento dei mezzi pesanti a Kufstein Nord, rendendolo giornaliero. E Conftrasporto chiede una tassa in risposta al dosaggio dei tir.

“Non sono bastate le dichiarazioni del ministro Toninelli e neppure le prese di posizione della commissaria europea ai Trasporti Violeta Bulc - afferma il vicepresidente di Confcommercio e di Conftrasporto Paolo Uggè - Il governo tirolese insiste con protervia e arroganza nel voler danneggiare l’economia nazionale introducendo divieti per il trasporto pesante. L’articolo 26 sul mercato interno dice che quest’ultimo ‘comporta uno spazio nel quale è assicurata la libera circolazione di merci, persone, servizi e capitali secondo le disposizioni dei trattati; concorre alla costituzione e allo sviluppo di reti transeuropee nei settori delle infrastrutture, trasporti…. in particolare alla necessità di collegare alle regioni centrali dell’Unione le regioni periferiche’ - spiega Uggè - E’ ora che il governo italiano agisca allo stesso modo dell’Austria. Sappiamo bene che così si violano le norme comunitarie, soprattutto perché i vettori nazionali si dovranno trovare delle adeguate forme di compensazione per i maggiori costi, ma solo così gli eurocrati saranno costretti ad agire in fretta evitando che il tempo che intercorre tra una decisione dell’Alta Corte e l’entrata in vigore di norme punitive per il nostro Paese consenta di far perdere ulteriori quote di mercato alle nostre imprese”.

“A supporto della nostra richiesta, certamente grave - aggiunge Uggè – abbiamo i dati sull’inquinamento, che non imputano la maggior responsabilità delle emissioni ai mezzi pesanti, ma alla congestione del traffico (quello pesante nei giorni di festa è di circa il 5% e nei giorni feriali del 30%), che è determinata dalle automobili, responsabili di circa il 50% di Nox”.

“Sappiamo inoltre che attraverso il Brennero le esportazioni manifatturiere valgono il 5% del Pil - sottolinea Uggè - Le strette di mano tra la commissaria Bulc e il ministro Toninelli, che accompagnano annunci di immediato intervento, non hanno prodotto alcun cambiamento da parte del governo tirolese. Che, imperterrito, procede con il suo ben definito programma”.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Sussidi ambientali: Costa, nella prossima legge di Bilancio i tagli agli sconti sulle accise

venerdì 11 ottobre 2019 10:23:47
Saranno inseriti nella prossima legge di Bilancio i tagli ai sussidi ambientalmente dannosi inizialmente inclusi nel decreto clima. Lo ha dichiarato il...

Trasporti internazionali, Germania modifica esenzione dal pedaggio per i camion alimentati a GNL e CNG

mercoledì 9 ottobre 2019 10:43:21
Novità per i trasporti internazionali in materia di pedaggi. La Germania modifica l’esenzione dal pedaggio (Maut) per gli...

Camion: ecco le regioni con il parco circolante più vecchio

mercoledì 9 ottobre 2019 10:49:56
Il numero di autocarri vecchi e particolarmente inquinanti in circolazione sulle strade del nostro Paese, è ancora molto alto. E la regione che presenta...

Autotrasporto, Unatras: il governo non risponde, convocati gli organi esecutivi

mercoledì 9 ottobre 2019 17:03:21
Unatras ha convocato gli organi esecutivi del coordinamento nazionale dell'autotrasporto per individuare una linea da seguire in risposta alla "perdurante...

Austria: in arrivo nuovi divieti per i camion italiani

martedì 8 ottobre 2019 11:34:02
Secondo una nota diffusa dall’Amministrazione del Land del Tirolo (Austria) tra gennaio e marzo 2020 potrebbero essere applicate ulteriori restrizioni...