Autotrasporto più competitivo con i contributi del Mise: on line il nuovo modello Sabatini per il credito agevolato

lunedì 15 ottobre 2018 11:42:25

È stato pubblicato sul sito ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico il nuovo modello per poter presentare richiesta di contributo per l’acquisto di beni strumentali all’attività di impresa, conosciuto anche come modello “Sabatini ter”.

La misura Beni strumentali ("Nuova Sabatini") è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese. La misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

Il nuovo modulo potrà essere scaricato dalla sezione “Beni strumentali nuova Sabatini” del sito del MISE e, così come già avveniva in passato, dovrà essere compilato in formato elettronico, firmato digitalmente ed inviato a mezzo PEC all’indirizzo della Banca o intermediario finanziario (scelte tra quelle che hanno aderito all’iniziativa) alla quale l’azienda richiede il finanziamento.

La Sabatini ter si rivolge alle micro e alle piccole e medie imprese e consiste in un contributo collegato ad un finanziamento ottenuto da una Banca o Intermediario finanziario, il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati su un finanziamento della durata di cinque anni e di un importo uguale all’investimento, ad un tasso annuo pari al 2,75% per gli investimenti ordinari; 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (gli investimenti rientranti nella cosiddetta “industria 4.0”).
Il termine per presentare le domande scadrà il prossimo 31 dicembre, salvo ulteriori proroghe: ad oggi risulta ancora disponibile il 9% dello stanziamento effettivo.
La Sabatini ter non può coesistere con il contributo previsto per la rottamazione e contestuale acquisizione di veicoli a motore euro 6 di massa pari o superiore alle 11,5 tonnellate previsto dal decreto investimenti all’autotrasporto.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Camion, obiettivi Ue CO2: mancano i punti di ricarica per i veicoli ad alimentazione alternativa

giovedì 17 gennaio 2019 10:14:42
In Ue è grave la mancanza di infrastrutture di ricarica e rifornimento per veicoli elettrici e di altro tipo in tutta l'UE. Lo comunica l'Associazione...

Cartello camion: le associazioni avviano azione per ottenere il risarcimento

mercoledì 16 gennaio 2019 12:13:16
Un'azione risarcitoria collettiva per il recupero del sovrapprezzo imposto dal cartello dei produttori di autocarri, già sanzionati il 19 luglio 2016...

Camion, revisioni officine private: per Anfia, Federauto e Unrae direzione giusta

martedì 15 gennaio 2019 10:28:29
Secondo Anfia, Federauto e Unrae la Legge di Bilancio 2019, di recente approvazione, interviene positivamente sulla materia delle revisioni dei veicoli pesanti...

Lahutte lascia Iveco

martedì 15 gennaio 2019 16:28:01
Pierre Lahutte si è dimesso dal ruolo di Brand President Iveco. Lo ha annunciato CNH Industrial con un comunicato."La Società ringrazia Pierre...

Incentivi: ecco le imprese di autotrasporto che hanno ottenuto i contributi

lunedì 14 gennaio 2019 10:58:38
E' stato pubblicato l’elenco delle imprese di autotrasporto beneficiarie dei contributi agli investimenti per l’annualità 2017 sul sito del...