Autotrasporto e sicurezza: Dekra lancia il progetto contro gli angoli ciechi

giovedì 14 maggio 2015 15:25:20

In Italia si stima che ogni anno a fronte di 4800 vittime e 310000 lesioni dovute a incidenti stradali, le cifre connesse alla cattiva visibilità destra dei mezzi pesanti causi circa 50 morti e 3000 feriti con un danno sociale di 31 milioni di euro. Anche se i dati non sempre sono concordanti, il fenomeno è presente e richiede attenzione.
Ogni anno in Europa si registrano circa 400 decessi in incidenti stradali a causa della non ottimale visibilità laterale destra da parte dei conducenti di mezzi pesanti.

Dal 1 aprile 2009 la Commissione Europea ha introdotto nuove iniziative in grado di ridurre l’impatto negativo del fenomeno. Su tutti i veicoli industriali immatricolati a partire dell’anno 2000, devono essere sostituiti gli specchi retrovisori installati in origine, con altri di nuova omologazione che migliorano la visibilità del conducente. Gli angoli ciechi, infatti, rappresentano un fattore di rilievo nel caso di incidenti che coinvolgono utenti stradali vulnerabili, quali motociclisti, ciclisti e pedoni.
Il problema principale però non è solo dotare i veicoli di nuovi o più efficienti sistemi, ma assicurarsi dell’effettiva corretta regolazione.

Dekra è intervenuta con un nuovo progetto: un'area attrezzata su strada in cui il conducente del mezzo pesante può verificare il corretto posizionamento degli specchi retrovisori. Pochi minuti per mettere in sicurezza la guida dei mezzi pesanti e, ancora più rilevante, salvaguardare vite umane. Le piazzole possono essere allestite velocemente con strisce opportunamente calibrate in base all’esperienza sviluppata in Germania e con un cartello descrittivo dei vari passi da seguire (anche multilingue).

Dekra, con Man e Mercedes e con il contributo di Shell, Total e Volvo, ha realizzato in Germania circa 400 piazzole di regolazione ubicate presso le stazioni di rifornimento di carburante.
Per il futuro è prevista la realizzazione di un progetto pilota che coinvolga circa 50 snodi del traffico, prevalentemente sulle autostrade e lungo le tratte ad alta frequentazione in Italia. Si stima di poter applicare il progetto ad altre 150 zone per coprire l’intera rete stradale.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Covid-19: Anita scrive al Mit, 100 imprese di trasporto chiedono misure a sostegno del comparto

mercoledì 15 luglio 2020 15:41:05
Le difficoltà derivate dalla crisi covid-19 sono al centro di una lettera che 100 imprese di trasporto associate ad Anita hanno deciso di inviare alla...

Arezzo: rubavano gasolio ai tir e lo rivendevano, 2 arresti

mercoledì 15 luglio 2020 19:45:29
Scoperta dalla Guardia di Finanza una rivendita di carburanti abusiva alimentata soprattutto dai furti di gasolio ai tir. L'operazione, denominata 'Fuel...

Camion: i divieti di circolazione per la terza settimana di luglio 2020

martedì 14 luglio 2020 15:30:14
Il calendario dei divieti di circolazione per i camion 2020 per la settimana in corso prevede le seguenti limitazioni: Sabato 18 luglio 8.00-16.00Domenica 19...

L'Ue vara un piano di investimenti per sostenere la diffusione dell'idrogeno

venerdì 10 luglio 2020 10:01:51
La Commissione europea ha presentato una strategia per promuovere e sostenere la creazione di un mercato dell'idrogeno pulito in tre tappe, per aumentare...

ArcelorMittal: l'autotrasporto chiede incontro al Governo, allarme per il ritardo nei pagamenti

venerdì 10 luglio 2020 13:02:49
Aprire un tavolo di confronto tra Governo, azienda e associazioni dell’autotrasporto sulle reiterate criticità che la categoria sta affrontando...