Autotrasporto, Decreto investimenti 2019: ecco come presentare la domanda

CONDIVIDI

domenica 3 novembre 2019

25 milioni di euro di incentivi per il rinnovo e l’adeguamento del parco mezzi. Li stanzia il Decreto investimenti 2019 del Mit dando il via libera alla presentazione delle domande per accedere agli incentivi per il rinnovo e l’adeguamento del parco veicoli a favore delle imprese di autotrasporto. 
Rispetto agli anni precedenti i contributi sono erogabili sino ad esaurimento delle risorse disponibili ed è stato reintrodotto il sistema di prenotazione degli incentivi.

Fino alle ore 16.00 del 31 marzo 2020, è possibile presentare istanza che avrà validità di prenotazione finalizzata ad accantonare l’importo destinato alle singole imprese di autotrasporto di cose per conto terzi richiedenti.

Le domande potranno essere presentate fino alle ore 16.00 del 12 dicembre 2019 esclusivamente attraverso posta elettronica certificata (pec) all’indirizzo ram.investimenti2019@legalmail.it alla quale dovrà essere allegata la seguente documentazione:

- Modello di istanza debitamente compilato e firmato digitalmente.
- Documento di riconoscimento del legale rappresentante.
- Contratto di acquisizione dei beni oggetto d’incentivazione, comprovante quanto dichiarato nel modello di istanza, avente data successiva a quella di entrata in vigore del DM n.336 del 22 Luglio 2019.
Il soggetto gestore (RAM) pubblicherà sul proprio sito l’entità delle risorse via via presenti e utilizzabili per ognuna delle singole aree di investimento aggiornate periodicamente.

Dalle ore 10 del 16 dicembre 2019, le istanze potranno essere presentate esclusivamente tramite piattaforma informatica messa a disposizione come indicato nel bando, a cui dovrà essere allegata, a pena di inammissibilità, la seguente documentazione:

- Modello di istanza generato dal sistema informatico e firmato digitalmente.
- Documento di riconoscimento del legale rappresentante.
- Contratto di acquisizione dei beni oggetto d’incentivazione, comprovante quanto dichiarato nel modello di istanza, avente data successiva a quella di entrata in vigore del DM n.336 del 22 Luglio 2019.
Coloro i quali hanno presentato istanza a mezzo PEC, hanno l'onere di confermare, tramite la piattaforma informatica, la domanda precedentemente inviata a mezzo PEC ai fini del suo perfezionamento a partire dal 16 Dicembre 2019 ed entro e non oltre le ore 16 del 31 gennaio 2020.

 

Il decreto finanzia le acquisizioni, anche mediante locazione finanziaria, di automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica a trazione alternativa per complessivi 9,5 milioni di euro con un contributo di:

€ 4.000 per ogni veicolo CNG e a motorizzazione ibrida (diesel/ elettrico).
€ 10.000 per ogni veicolo elettrico di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5t e fino alle 7t.
€ 20.000 per ogni veicolo elettrico superiore a 7t.
€ 8.000 per ogni veicolo a trazione alternativa ibrida (diesel/ elettrico) e a metano CNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7t fino alle 16t.
€ 20.000 per ogni veicolo a trazione alternativa a gas naturale liquefatto LNG e CNG ovvero a motorizzazione ibrida (diesel/elettrico) di massa pari o superiore a 16t.
40% dei costi ammissibili, con un tetto massimo di € 1.000 comprensivi del dispositivo e dell’allestimento, per dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli di massa complessiva pari a 3,5 ton, per il trasporto di merci come veicoli elettrici.

I finanziamenti riguardano anche la radiazione per rottamazione con contestuale acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica conformi alla normativa anti-inquinamento euro VI e veicoli commerciali leggeri euro 6 D TEMP, per complessivi 9 milioni di euro, con contributo di:

€ 2.000 per ogni veicolo commerciale leggero pari o superiore a 3,5t e inferiore a 7t.
€ 5.000 per ogni veicolo di massa complessiva a pieno carico da 7t a 16t.
€ 12.000 per ogni veicolo di massa complessiva a pieno carico superiore a 16t.

Sono inoltre finanziabili le acquisizioni, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi nuovi di fabbrica per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5, per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di almeno un dispositivo innovativo come indicato nell’allegato 1 del decreto; rimorchi, semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori alle 7t allestiti per il trasporto ATP; le sostituzioni nei rimorchi, semirimorchi o autoveicoli specifici superiori alle 7t allestiti per il trasporto in regime ATP. 
Le risorse complessivamente disponibili ammontano a 6 milioni di euro.
Importo del contributo:
20% del costo totale, per le piccole imprese, con un tetto massimo di € 5.000.
10% del costo totale, per le medie imprese, con un tetto massimo di € 5.000.
€ 1.500 per le altre imprese, come meglio specificato nel bando allegato.

Sono infine finanziabili le acquisizioni, anche mediante locazione finanziaria, di gruppi di 8 casse mobili ed 1 rimorchio o semirimorchio portacasse, come meglio specificato nel decreto allegato, per complessivi 0,5 milioni di euro, con contributo di € 8.500 per ciascun insieme.
I contributi sono maggiorati del 10% in caso di acquisizioni effettuate da piccole e medie imprese su specifica richiesta, secondo le modalità indicate nel decreto allegato. 
Ogni singola impresa ha diritto di presentare una sola domanda e l’importo massimo ammissibile per gli investimenti non potrà superare € 550.000,00.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Camion: tachigrafo, una sola sanzione se mancano più fogli di registrazione

In caso di controllo da parte delle Forze dell'ordine, i conducenti di camion, pullman e autobus che non presentano i fogli di registrazione del cronotachigrafo relativi alla giornata del...

Camion: divieti di circolazione sospesi domenica 28 marzo e dal 2 al 6 aprile

Nuova disposizione resa necessaria dall'emergenza Coronavirus e dalla necessità di agevolare il sistema dei trasporti e i flussi di traffico. Il Mims ha dato nuovamente via libera alla...

Pacchetto mobilità Ue: il ministero dell’Interno fornisce chiarimenti sulla riforma

Arrivano chiarimenti sul nuovo Pacchetto Mobilità dell’Ue. Il ministero dell’Interno ha pubblicato una circolare interpretativa che illustra le novità introdotte dalla...

Camionista guida con il cronotachigrafo in pausa: 1700 euro di multa e sospensione della patente

Alla guida di un mezzo pesante da ore con il cronotachigrafo "in pausa". Un camionista, fermato dalla Polizia Stradale di Parma, non rispettava le pause di riposo indicate per legge, ed eludeva...

Trasporto pubblico: 4mila nuovi bus elettrici e a idrogeno per il Regno Unito

Nuovi investimenti per un valore di 3 miliardi di sterline (3,5 miliardi di euro) sulla rete del trasporto pubblico inglese. Li ha annunciati il primo ministro britannico Boris Johnson. Il...

Camion: sospesi i divieti di circolazione per domenica 14 e 21 marzo

Con un recente provvedimento, il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, con specifico decreto, ha sospeso i divieti di circolazione previsti per le prossime 2 domeniche...

Ue: nel 2020 immatricolazioni camion all'insegna del diesel (96,4%), propulsione alternativa al 2,9%

Le immatricolazioni di camion nell'Ue del 2020 sono ancora all'insegna del diesel. Per quanto riguarda questo tipo di alimentazioni, infatti, la quota di mercato è del 96,4%, mentre la benzina...

Brennero: pubblicati i divieti per i camion del secondo semestre

Il Land Tirolo ha pubblicato l’elenco delle giornate del secondo semestre 2021 durante le quali sarà applicato il “sistema di dosaggio” sui veicoli pesanti provenienti dalla...