Autotrasporto, ANITA: scongiurato l’aumento indiscriminato dei pedaggi autostradali sul Brennero

giovedì 8 febbraio 2018 12:43:20

"Ben consci che l’Italia esporta il 70% delle sue merci verso i Paesi della UE, di cui la gran parte verso i Paesi nordici, un efficiente e libero transito attraverso il Brennero senza contingentamenti o limitazioni è essenziale per l’economia italiana". E' il commento dell'Associazione Nazionale ANITA in merito al Brenner Meeting di Monaco lo scorso 5 febbraio. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio ha detto che se ci saranno aumenti dei pedaggi, essi dovranno essere scaglionati nel tempo e tener conto dell’impatto ambientale dei mezzi. L'Associazione Nazionale Imprese trasporti Automobilistici ha manifestato quindi soddisfazione per "la lungimiranza del Ministro Delrio e di quello della Germania Joachim Hermann, che non hanno ceduto alle pressioni dei governatori locali del Trentino Alto Adige e del Tirolo in tema di aumenti indiscriminati dei pedaggi".

"Riteniamo che questo significhi che se ci saranno aumenti dei pedaggi - ha commentato il presidente di ANITA Thomas Baumgartner -, i più moderni veicoli con motori Euro 6 (che in termini di emissioni Nox sono addirittura migliori rispetto alle vetture che hanno la stessa motorizzazione) saranno esclusi da possibili aumenti. Chi ha investito nell’ammodernamento delle proprie flotte, infatti, non deve essere penalizzato” Baumgartner apprezza anche la proposta fatta dal Presidente dell’Alto Adige Arno Kompatscher di aumentare l’offerta di 100 treni intermodali al giorno a prezzi competitivi, per permettere ai trasportatori di utilizzare la modalità ferroviaria.

"Occorre però imitare il modello svizzero - ha concluso Baumgartner -, dove in attesa del funzionamento a pieno regime della galleria del San Gottardo, che consentirà di impiegare treni più efficienti con lunghezze di 750 mt e 2.000 ton di peso, ogni unità trasportata con il sistema intermodale viene sovvenzionata fino ad un terzo dei costi ferroviari, mentre per il sistema della autostrada viaggiante (RO-LA) addirittura fino a due terzi. Senza questo incentivo non sarà possibile raggiungere l’obiettivo di un modal split 50/50 per il 2027, senza danneggiare irreparabilmente l’economia italiana con misure dirigistiche".


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Conftrasporto e Confcommercio presentano il nuovo Osservatorio dei Trasporti

mercoledì 18 luglio 2018 13:32:51
Uno strumento nuovo per analizzare il settore dei trasporti e fornire dati aggregati sul settore, in tutte le sue modalità. È...

Camion: l'Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Mestre denuncia stangata del Fisco

mercoledì 18 luglio 2018 17:05:43
L'Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Mestre denuncia una stangata fiscale ai danni degli autotrasportatori, dovuta al fatto - spiegano gli artigiani...

Blocco porto di Genova: Fiap, dietro la vertenza tempi più ampi e critici

mercoledì 18 luglio 2018 21:12:19
Le trattative e le discussioni emerse tra i vari soggetti coinvolti nella vertenza al Porto di Genova, sono state al centro dell'attenzione della Fia...

Autotrasporto: le associazioni protestano per la riduzione delle deduzioni forfettarie

mercoledì 18 luglio 2018 20:49:40
La Commissione lavori pubblici e trasporti del Senato ha ascoltato oggi in audizione a Palazzo Madama le associazioni degli autotrasportatori che hanno indetto...

Camion: ecco lo sconto 2018 per le spese non documentate dell'autotrasporto

martedì 17 luglio 2018 20:29:56
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha stabilito, sulla base delle risorse finanziarie disponibili, le agevolazioni per l’anno 2018 a favore...