Assemblea Generale Fai Brescia: Uggé chiede al Governo un confronto serio

martedì 12 novembre 2019 12:08:26

La possibilità del fermo dell’autotrasporto e i temi della sostenibilità ambientale ma anche economica e sociale, sono stati al centro del tavolo di lavoro dell'assemblea annuale di F.A.I. di Brescia. 

All'orizzonte, l'incontro con il Ministro Paola De Micheli, fissato il 14 novembre. "Se in quella sede non sarà avviato un confronto serio, Unatras, cui è stato affidato il  mandato, manterrà l'agitazione e decideremo la data al più presto”, ha spiegato dal palco il Presidente F.A.I. Nazionale Paolo Uggè.

Un concetto ribadito nei loro interventi anche dal Presidente F.A.I. Lombardia Antonio Petrogalli e dal Presidente F.A.I. Brescia Sergio Piardi, arrivato al termine del mandato quinquennale e che in settimana sarà riconfermato dal nuovo Consiglio Direttivo, eletto nel corso dell’Assemblea che guiderà l’Associazione (oltre 2.400 imprese rappresentate, per un totale di 23.300 addetti e 16.300 veicoli, con un fatturato complessivo di oltre 1 miliardo e 500 milioni di euro) per i prossimi cinque anni: Sergio Piardi, Antonio Petrogalli, Giuseppina Mussetola, Stefano Peli, Giuliano Boventi, Giuseppe Gilberti, Lorenzo Boldini, Loredana Ghidini, Angelo Roncadori, Manuel Fiori, Alessia Mandelli, Ivan Pè, Marco Zanotti, Vittorio Carpella e Paolo Metelli.

Nel suo intervento il Presidente Piardi ha denunciato come l’Italia sia il Paese europeo con il parco camion più vecchio d’Europa, con il 60% dei mezzi ante Euro 4 e, soprattutto, quali siano le difficoltà nel “ringiovanirlo” con mezzi tecnologicamente avanzati e in grado di tagliare i consumi e migliorare la sicurezza.

Oltre alla richiesta di un fondo strutturale per il rinnovo del parco veicolare, molte le
questioni sul piatto. “I problemi della categoria sono quelli di sempre, la mancanza di soluzioni non fa che aggravarli” ha spiegato Fabrizio Palenzona, presidente di Conftrasporto-Aiscat, nel corso della Tavola Rotonda “Logistica e sostenibilità: due facce della stessa medaglia. "I costi più pesanti di quelli della concorrenza europea, la mancata pubblicazione dei costi minimi, la tassazione, le disfunzioni burocratiche, i veti ai valichi, le infrastrutture arretrate, la fetta di trasporti internazionali calata dal 56% di 20 anni fa al 15-20% di oggi. Ora, nell'eterno ma attualissimo dissidio fra ambiente e lavoro, si aggiungono le norme sulla sostenibilità, per la quale la categoria chiede aiuti. Un eventuale blocco delle merci non è strumento che ci piace ma è diventato l'unico modo per farci ascoltare”.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Da gennaio 2020 il documento unico di circolazione sostituirà il certificato di proprietà

giovedì 12 dicembre 2019 11:36:46
Dal 1° gennaio 2020 saranno attuate le disposizioni relative al Documento unico di circolazione e di proprietà - che ha abolito il certificato di...

Trasporto merci e persone, parco circolante supera 5 milioni di unità

giovedì 12 dicembre 2019 13:57:30
Il parco circolante dei veicoli adibiti al trasporto di merci e persone (autocarri, autobus, motocarri, rimorchi, semirimorchi e trattori stradali) nel 2018 ha...

Siena: camionista manomette la scatola nera e la Polstrada gli ritira la patente

mercoledì 11 dicembre 2019 15:02:50
E' stato fermato dalla Polizia Stradale di Siena poiché aveva taroccato la scatola nera del mezzo un camionista di 55 anni, originario della provincia...

Rimborsi accise: lo stop alle agevolazioni per gli Euro 3 slitta a ottobre 2020

martedì 10 dicembre 2019 12:05:10
Con un emendamento presentato in commissione Bilancio al Senato, il governo ha chiesto di spostare al primo ottobre 2020 lo stop alle agevolazioni delle accise...

Camion: "viaggi a vuoto", precisazioni in materia di deroghe alle limitazioni alla circolazione

martedì 10 dicembre 2019 15:39:39
La circolazione a vuoto dei veicoli autorizzati a muoversi in deroga alla limitazione festiva fuori dai centri abitati dei veicoli pesanti (sopra 7,5t...