Approvazione Pacchetto MobilitĂ , soddisfazione di Confartigianato Trasporti

giovedì 9 luglio 2020 18:19:08

Confartigianato Trasporti ha espresso soddisfazione per l'approvazione da parte del Parlamento europeo della riforma dell’autotrasporto internazionale contenuto nel I° Pacchetto Mobilità.
Il provvedimento introduce nuove norme sugli aspetti sociali e di mercato mirate a rendere il trasporto merci su strada nell’UE un settore equo e competitivo.

“E’ indubbio che si sia scritta una pagina storica per la categoria. Il risultato raggiunto, ottenuto con fatica e solo a seguito di estenuanti mediazioni che hanno accompagnato le discussione sul pacchetto mobilità in questi ultimi due anni, da speranza alle migliaia di piccole e medie imprese di autotrasporto ed ai loro conducenti di poter operare in un mercato più equo e competitivo”, commenta il Presidente nazionale di Confartigianato Trasporti e Vicepresidente UETR Amedeo Genedani che ringrazia vivamente per l’impegno gli Europarlamentari italiani "che hanno compreso l’importanza di questo voto ed hanno colto le sollecitazioni dell’associazione per arrivare ad un quadro di regole chiaro e comune per il settore dei trasporti su strada".

“Le nuove norme in materia di trasporto stradale – continua Genedani – mirano a porre fine alla distorsione della concorrenza nel settore offrendo al contempo migliori condizioni di lavoro ai conducenti. Si tratta di un pacchetto di regole che ci auguriamo vengano fatte rispettare dagli organi di controllo, che adattano la legislazione settoriale alle sfide di oggi, anche attraverso le nuove tecnologie digitali”.
Il pacchetto comprende tre elementi chiave: una migliore applicazione delle regole di cabotaggio, il distacco dei conducenti e i tempi di riposo dei conducenti.

Ecco la sintesi di Confartigianato Trasporti delle nuove regole: 

Tachigrafo
Un dispositivo che registra tutte le attività di un veicolo, ad esempio distanza, velocità, tempi di guida e periodi di riposo del conducente.
È già obbligatorio installare un tachigrafo digitale su nuovi veicoli merci di peso superiore a 3,5 tonnellate.

Lavoratori distaccati
Il settore del trasporto su strada è caratterizzato da una forza lavoro altamente mobile.
Le norme riviste mirano a prevenire approcci nazionali diversi e garantire una remunerazione equa per i conducenti.
Le nuove regole di distacco si applicheranno al cabotaggio, alle operazioni di trasporto internazionale (escluso il transito) e alle operazioni bilaterali (trasporto da uno stato membro in cui il conducente ha sede in un altro paese e viceversa).

Cabotaggio
Le norme dell’UE che consentono tre operazioni di cabotaggio entro sette giorni dalla consegna internazionale rimangono invariate.
Per evitare il “cabotaggio sistematico”, le nuove regole introducono un periodo di “raffreddamento” di quattro giorni prima del cabotaggio nello stesso paese con lo stesso veicolo.

Più riposo e tempo a casa
I conducenti dovrebbero godere di migliori condizioni di riposo e avere diritto a più tempo a casa. Ad esempio, un riposo settimanale di oltre 45 ore non può essere svolto in un veicolo, ma in un alloggio adeguato con strutture adeguate, pagato dal datore di lavoro. Il lavoro dovrebbe essere organizzato per offrire ai conducenti più tempo a casa.
Per aiutare a rilevare le violazioni delle regole, verranno utilizzati tachigrafi intelligenti per registrare i valichi di frontiera e altre attività.

Letter box
Al fine di interrompere l’uso delle cosiddette società “letter box” da parte degli autotrasportatori, che falsano la concorrenza e per migliorare le condizioni di lavoro per i conducenti, si prevede ora l’obbligo per le società di autotrasporto di svolgere attività principali nei paesi dell’UE in cui sono registrate.
Sono illegali ma spesso non vengono individuati, poiché la maggior parte dei paesi dell’UE non ha una definizione legale o operativa di tali società.

Le nuove norme introducono, su tutti, l’obbligo per il conducente di ritornare alla sede operativa dell’azienda ogni otto settimane.
“Questo è un punto su cui c’è stata battaglia fino alla fine con i Paesi dell’est e siamo riusciti a portare a casa a difesa delle aziende italiane.” conclude Genedani.
Le regole saranno estese agli operatori dei trasporti che utilizzano veicoli commerciali leggeri di oltre 2,5 tonnellate, ivi compreso l’obbligo di equipaggiare tali mezzi con un tachigrafo.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Dl Agosto: le misure del Mit per i trasporti. Per l'autotrasporto 5 mln di euro per la deduzione di spese non documentate

domenica 9 agosto 2020 11:33:19
Un totale di 100 miliardi di euro a sostegno di lavoratori e imprese. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa dopo il via libera in...

Camion: Conftrasporto protesta contro possibili aumenti delle accise sul diesel

giovedì 6 agosto 2020 19:01:21
"Il ministro all’Ambiente Sergio Costa annuncia aumenti delle accise sui diesel, Conftrasporto medita il fermo nazionale". Lo scrive l'associazione in...

Trasporti internazionali: riunione tecnica al Mit, sul tavolo Pacchetto MobilitĂ  e tassa sul traffico pesante in Svizzera

mercoledì 5 agosto 2020 09:17:41
Si è svolta la riunione di informazione e consultazione tecnica sui dossier relativi ai trasporti internazionali convocata dal Ministero Infrastrutture...

Trasporto rifiuti: fino a 30 giorni non è stoccaggio

mercoledì 5 agosto 2020 16:56:49
E' quanto previsto dalla bozza del dlgs Imballaggi, la nuova disciplina in materia di trasporto intermodale dei rifiuti facente parte del pacchetto...

Tachigrafi alterati: per i camionisti scattano multa e ritiro della patente

mercoledì 5 agosto 2020 17:53:29
Multa di 1.736 euro e sospensione della patente di guida per tre autotrasportatori per aver manomesso il cronotachigrafo digitale dei loro camion, ovvero la...