Emilia Romagna: Tper, investimenti per l'ampliamento dei servizi integrati per la mobilità

CONDIVIDI

giovedì 16 maggio 2019

Il trasporto in Emilia-Romagna si fa sempre più connesso e integrato. In linea con la rivoluzione digitale che sta interessando l'intera regione, Seta, Start e Tep sono al lavoro per implementare i servizi smart per il passeggero. Obiettivo di queste iniziative è vincere in modo unitario ed integrato la sfida dei sistemi MAAS (Mobility as a Service), semplificandone l'accesso ai servizi e rendendo facile ed immediato trovare risposta agli sfaccettati bisogni connessi all'esigenza di spostarsi.

Le iniziative. Sempre più utenti scelgono quotidianamente di usare una app per farsi guidare dal telefonino nel loro utilizzo quotidiano dei mezzi pubblici. Le piattaforme più utilizzate sono Muver e Rogers.

Oltre 60mila biglietti Tper sono stati comprati in un anno attraverso Muver, 9mila quelli dematerializzati in Roger in poco più di quattro mesi. Roger è un vero e proprio assistente virtuale per la mobilità, grazie alla presenza di funzioni aggiuntive come il sistema di navigazione da cui è possibile scegliere come spostarsi, integrando le varie forme di trasporto pubblico. Sempre nell’ottica di agevolare i clienti è stata pubblicata una gara per l'acquisto di nuove validatori a bordo degli autobus. Le nuove validatrici permetteranno l'uso della carta di credito.

Il bando, per un importo complessivo di 3milioni e 276mila euro per tutte e quattro le aziende, prevede l'acquisto di 1520 macchine destinate ai mezzi urbani dell'intera regione, 570 per Bologna e Ferrara.

Tag: intermodalità, smart mobility

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Intermodalità: nuovo collegamento GTS Brindisi-Piacenza

Dal 28 aprile 2021, un nuovo collegamento ferroviario intermodale operato da GTS collegherà Piacenza e Brindisi. Il servizio affianca quelli già operati, sempre dal terminal...

Porti: la genovese Circle a supporto dei collegamenti Regno Unito-Francia

Nella cornice delle Autostrade del Mare, i collegamenti portuali e marittimi attraverso l'Arco Atlantico, in particolare tra Irlanda e Francia nord-occidentale, hanno un ruolo sempre più...

Porto di Trieste: al via progetto banchina estesa ferroviaria verso le aree interne degli interporti

Un concept per estendere le funzioni portuali alle aree degli interporti regionali. Il porto di Trieste cresce e si sviluppa in quest'ottica, non solo con le sue infrastrutture a mare, ma anche con...

Milano: un accordo per sviluppare l'intermodalità ferro/aria del terminal Sacconago e della Cargo City aeroportuale

Sviluppare processi logistici nell'ambito dell'intermodalità ferro/aria e della mobilità sostenibile per valorizzare il terminal ferroviario di Sacconago e l’ampia area della...

Masutti (RFI): trasporto ferroviario al centro della mobilità del futuro

"Il trasporto ferroviario, intrinsecamente sostenibile, può e deve dare un contributo fondamentale alla costruzione della mobilità del futuro". Lo ha detto Anna Masutti, presidente di...

Mobilità: il 2020 delle smart road, tra passi avanti e rallentamenti causati dal Covid

Com'è andato il 2020 delle infrastrutture intelligenti? Ce lo racconta l'Osservatorio tecnico di supporto per le smart road.  Massimo De Donato ne ha parlato con Mario Nobile, direttore...

De Rosa (Gruppo Smet): intermodalità volano per il rilancio e arma contro la diffusione del Covid

Potenziare l'intermodalità, i trasporti misti mare-ferro-strada, potrebbe fare la differenza nella fase di rilancio economico del post Covid. Nel corso della pandemia, infatti, le imprese...

L’Italia in pandemia lascia a casa le automobili e viaggia sui mezzi pesanti

I mezzi pesanti sorpassano quelli leggeri. Lo mostrano i dati del Mobility DataLab. Nel mese di marzo di quest’anno i dati relativi alla mobilità rivelano un aumento della circolazione...