Mercato europeo auto, partenza negativa -7,4% a gennaio

CONDIVIDI

martedì 18 febbraio 2020

Mercato europeo dell'auto, allargato all’EFTA e al Regno Unito, parte sottotono secondo i dati diffusi da ACEA. A gennaio sono state immatricolate 1.135.116 unità, con un calo del 7,4% rispetto a gennaio 2019.

A determinare il calo, spiega Paolo Scudieri, Presidente di ANFIA, sono stati anche “I cambiamenti nella tassazione delle autovetture annunciati da alcuni Stati membri dell'UE per il 2020 he hanno determinato un’anticipazione degli acquisti a dicembre 2019, con il conseguente calo delle vendite a gennaio. Tra i fattori che hanno contribuito a questa flessione, sono da includere anche l'indebolimento dell’economia globale e l'incertezza causata dall'uscita ufficiale del Regno Unito dall'Unione europea il 1° febbraio scorso”.

Panoramica del mercato

Nel primo mese del 2020 la domanda di nuove autovetture è diminuita in tutti e cinque major market – includendo anche il Regno Unito. La Francia registra il calo più marcato (-13,4%), seguita da Spagna (-7,6%), UK (-7,3%), Germania (-7,3%) e Italia (-5,9%), con la flessione più contenuta.

Prosegue la contrazione del diesel: -20% su gennaio 2019, con una quota del 29,6% contro il 34% di gennaio 2019. Le vetture diesel si riducono in tutti i maggiori mercati, con cali a doppia cifra: -36% in UK, -23,6% in Italia, -19,6% in Francia, -12,4% in Germania e -11,5% in Spagna. Tra i major market, l’Italia mantiene la quota di auto diesel più alta rispetto al proprio mercato, il 33,3%.

Di contro, si assiste a una buona performance delle alimentazioni alternative con quote che raggiungono un quinto del mercato in Italia e Francia, il 19% nel Regno Unito, il 18% in Spagna ed il 15,5% in Germania.

Il mercato delle auto in Italia

Le immatricolazioni totalizzate a gennaio si attestano a 155.528 unità registrando un calo del 5,9%.

Dall’analisi del mercato per alimentazione, continuano a calare le immatricolazioni di auto diesel, -24% con il 33% di quota, la più bassa dopo febbraio 2001. Le vendite di auto a benzina raggiungono il 47%, con una diminuzione dei volumi del 2,4%.

A gennaio, le auto ad alimentazione alternativa valgono il 20% del mercato (+38% la crescita dei volumi), di cui il 2,1% di auto a zero o a bassissime emissioni (complessivamente 3.286 unità). Crescita a tre cifre per le vetture puro elettrico (+546%) e per le ibride ricaricabili (+278%).

Le marche italiane hanno registrato in Europa 68.036 immatricolazioni nel mese di gennaio (-6,4%), con una quota di mercato del 6% (5,9% a gennaio 2019).

Tag: anfia

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Anfia: a febbraio 2021 la produzione dell'industria auto cala dell'8,8%

Aveva già fatto il punto sulle immatricolazioni di auto, con aggiornamento a marzo 2021 e con il consuntivo del primo trimestre dell’anno (ne avevamo parlato qui), ma ora Anfia si...

Focus Anfia: i dati del mercato auto a marzo e nel primo trimestre

Sono state 169.756 le immatricolazioni di autovetture a marzo 2021, un numero che è 6 volte maggiore (+497,5%) rispetto a marzo 2020, il primo mese in cui, in Italia, sono stati presi...

Mercato auto: Anfia, marzo 2021 positivo in confronto al 2020. Flessione del 12,7 rispetto al 2019

Anfia comunica che a marzo 2021 il mercato italiano dell’auto totalizza 169.684 immatricolazioni contro le 28.415 unità registrate a marzo 2020 – mese fortemente colpito dalle...

Anfia: a febbraio 2021 crescita a doppia cifra per autocarri (+12,3%) e veicoli trainati (26,8%)

Come confermato da Anfia, il dato di febbraio 2021 relativo alle immatricolazioni dei veicoli industriali è davvero incoraggiante, probabilmente sulla scorta degli incentivi della prima...

Anfia, giù il mercato dei bus: a febbraio -38,8%

Mentre gli autocarri e i veicoli trainati vanno su (ne abbiamo parlato qui), gli autobus vano giù: lo conferma Anfia, illustrando i dati delle immatricolazioni di febbraio 2021. Il mercato...

Anfia, Federauto, Unrae: una task force per l'automotive

Le principali associazioni dell'automotive si sono riunite per chiedere al Governo un piano strategico per il settore. In una conferenza stampa congiunta Anfia, Federauto e Unrae hanno fatto il punto...

Anfia, automotive: settore produttivo a +2,3%

Mentre le immatricolazioni calano (ne avevamo parlato qui) la produzione dell’industria automotive cresce, confermando un trend positivo. Come riportato da Anfia, il comparto all’inizio...

Auto, Anfia: il mercato a febbraio perde il 12,3%. Elettrificate in controtendenza

Sul fronte auto, il febbraio appena passato è stato il peggiore degli ultimi sei anni: è quel che ha messo in evidenza Anfia analizzando il mercato dell’auto relativo a febbraio...