Automotive: produzione italiana in calo a giugno 2020 (-39,4%)

CONDIVIDI

giovedì 6 agosto 2020

A giugno 2020, secondo i dati Istat, la produzione dell’industria automotive italiana nel suo insieme registra un calo tendenziale del 39,4%, mentre chiude il primo semestre del 2020 a -39,6% (la stessa variazione tendenziale del periodo gennaio-maggio 2020).
Guardando ai singoli comparti produttivi del settore, la fabbricazione di autoveicoli vede il proprio indice in flessione del 39,8% a giugno 2020 rispetto a giugno 2019, mentre diminuisce del 43,6% nel cumulato 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019; quello della fabbricazione di carrozzerie per autoveicoli, rimorchi e semirimorchi cala del 13,6% nel mese e del 34,3% nel cumulato e quello della fabbricazione di parti e accessori per autoveicoli e loro motori diminuisce del 43,8% nel mese e del 38,2% nel cumulato.

Secondo i dati preliminari di Anfia, a giugno 2020 la produzione domestica di autovetture in Italia risulta inferiore del 64% rispetto ai volumi di giugno 2019. La produzione nei primi sei mesi dell’anno si riduce così del 56% rispetto alla prima metà del 2019. Della produzione totale di autovetture prodotte, il 55% è destinata all’estero, (era il 51% nel primo semestre 2019). Il totale degli autoveicoli prodotti cala del 47% ed il 69% della produzione è destinato all’export. Il comparto produttivo automotive si colloca nel contesto di una produzione industriale italiana complessiva in calo da sedici mesi consecutivi: anche a giugno 2020, infatti, l’indice della produzione industriale nel suo complesso registra un calo a doppia cifra, -13,7%, e risulta in flessione del 18,3% nel primo semestre 2020, a livello tendenziale.

Gli ordinativi totali dell’industria in senso stretto (escluso il comparto Costruzioni), presentano un calo tendenziale del 34,7% a maggio (ultimo dato disponibile), con riduzioni su entrambi i mercati (-34,4% la componente interna e -35,2% la componente estera). La variazione negativa più ampia si rileva per il settore dei mezzi di trasporto (-48,3%).
Per il settore automotive nel suo complesso, gli ordinativi registrano una flessione tendenziale del 49,2% a maggio, con una componente interna in calo del 50,0% e una componente estera a -48,2%. Nei primi cinque mesi del 2020 gli ordinativi calano del 35,5%, con una componente interna in ribasso del 37,4% (-33,4% i mercati esteri).

Per le parti e accessori per autoveicoli e loro motori, gli ordinativi registrano un decremento del 50,7% a maggio (-53,0% per il mercato interno, -48,5% per il mercato estero), e del 30,7% nel cumulato (-35,2% mercato interno e -26,9% mercato estero).
A maggio 2020 (ultimo dato disponibile), inoltre, l’export di autoveicoli dall’Italia vale 1,05 miliardi di Euro, il 46% in meno rispetto allo stesso mese del 2019, pari al 3,4% del totale esportato, mentre l’import vale 1 miliardo di Euro (-69%) e il 4% del totale importato in Italia. La Germania rappresenta, in valore, il primo Paese di destinazione dell’export di autoveicoli per l’Italia, con una quota del 20%, seguita da USA e Francia, con quote, rispettivamente, del 18% e del 15%.
Il fatturato del settore automotive nel suo complesso, infine, presenta una variazione negativa del 52,5% a maggio (-54,8% il fatturato interno e -49,3% quello estero). Nei primi cinque mesi del 2020, il fatturato cala del 37,2% (-40,0% il fatturato interno e -33,8% quello estero).

Infine, il fatturato delle parti e accessori per autoveicoli e loro motori presenta un decremento del 49,2% nel mese di maggio, (-54,1% la componente interna e -44,5% la componente estera). Nei primi cinque mesi del 2020 l’indice del fatturato registra una flessione del 33,6%, con una componente interna in diminuzione del 38,3% (-29,5% il fatturato estero).

Tag: anfia

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Aftermarket truck: primo semestre 2022 in crescita rispetto al 2020, ma in calo sul 2021

Il fatturato totale del mercato aftermarket truck relativo al primo semestre del 2022 ha registrato una variazione positiva rispetto al 2019 (+4%) e al 2020 (+43%), ma leggermente negativa rispetto...

Industria automotive: flessione contenuta a luglio (-3,4%)

La produzione dell’industria automotive italiana di luglio 2022 registra una flessione del 3,4% rispetto a luglio 2021, mentre nei primi sette mesi del 2022 diminuisce del 3,1%. Lo ha...

Veicoli commerciali in calo dell'11,2% nel primo semestre 2022

Pubblicato un nuovo focus, realizzato dall'Area Studi e Statistiche ANFIA, relativo al mercato dei veicoli commerciali e industriali in Italia, nel primo semestre 2022. Nel primo semestre 2022, il...

Muoversi insieme verso il futuro: al via la nuova serie podcast a cura di IBE, Intermobility & Bus Expo

Il trasporto collettivo su gomma sta viaggiando velocemente verso un nuovo ecosistema basato su tre elementi fondamentali: digitalizzazione, intermodalità e sostenibilità.Sono questi i...

Iveco Bus torna a produrre in Italia, Anfia: ottima notizia per la filiera

Giudizio positivo da parte di Anfia sull'annuncio di Iveco Bus di riportare la produzione di autobus in Italia (Ne abbiamo parlato qui).Iveco coglierà l’opportunità prevista dal...

Autocarri e veicoli trainati: mercato in recupero a maggio. Autobus ancora in flessione

Il mercato degli autocarri e dei veicoli trainati torna positivo a maggio, dopo le pesanti flessioni di aprile. Registrato un rialzo a doppia cifra. Si aggrava, invece, la flessione già...

Nuove opportunità per la filiera fornitori grazie alla collaborazione Renault-ANFIA

Prima conferenza del Gruppo Renault in collaborazione con ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), durante la quale il gruppo francese ha presentato a circa 200 aziende...

Anfia: ad aprile calo per il mercato autocarri (-20,6%) e trainati (-14,3%)

Brusca inversione di tendenza per il mercato degli autocarri e per quello dei veicoli trainati ad aprile, dopo la chiusura positiva del primo trimestre 2022. Flessione più modesta per gli...