Auto: in Italia cresce la rete dei centri autorizzati a effettuare le revisioni periodiche

CONDIVIDI

martedì 2 marzo 2021

L'Osservatorio Autopromotec segnala che la rete italiana delle officine autorizzate ad effettuare le revisioni periodiche è in crescita: in 10 anni registrato un aumento del 32,5%.

Dal 2011 al 2020 il numero dei centri autorizzati ad effettuare le revisioni periodiche degli autoveicoli è passato dalle 6.899 unità alle 9.143 unità.
I dati citati emergono da informazioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il settore delle revisioni auto rappresenta un comparto chiave all’interno del più ampio panorama dell’aftermarket automobilistico e a cui spetta un compito fondamentale: quello di garantire la corretta manutenzione del parco circolante e di conseguenza di tutelare la sicurezza stradale.

La Sardegna in testa alla classifica regionale

Secondo l’Osservatorio Autopromotec, la crescita del numero delle officine autorizzate ad effettuare le revisioni è dovuta in particolare alla necessità di adeguare la rete di assistenza agli automobilisti alle esigenze del parco circolante italiano, che come è noto continua a crescere anno dopo anno tanto è vero che il nostro Paese presenta uno dei tassi di motorizzazione più elevati al mondo.

L’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec fornisce anche un prospetto sul tasso di crescita dal 2011 al 2020 del numero dei centri di revisione auto.

Ne emerge che la crescita riguarda tutte le regioni e che la regione in cui si è registrato il maggior incremento del numero di centri di revisione nel periodo considerato è la Sardegna (+54,7%). Alla Sardegna seguono, tutte sopra la media nazionale, la Liguria (+44,2%), la Campania (+42,3%), la Sicilia (+40,8%), il Lazio (+37,4%), la Calabria (+35%), la Lombardia (+34,4%) e la Puglia (+34,1%). In coda alla classifica, e quindi con la minor crescita del numero di centri di revisione, vi sono Friuli Venezia Giulia (+12,2%) e Valle d’Aosta (+5,3%).

Tag: autopromotec, ministero dei trasporti

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Bonus patente autotrasporto, Fit-Cisl: ottima opportunità per i giovani ma è necessario intervento su stipendi

Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha stanziato un bonus patenti di 25,3 milioni di euro destinato ai giovani tra i diciotto e trentacinque anni che desiderano conseguire la patente o le...

Convegno ASSTRA: Gibelli, per garantire lo sviluppo del TPL indispensabili regole certe e risorse

Investire nella definizione di regole certe, nell'utilizzo sostenibile di risorse e nella realizzazione di un futuro che ruoti attorno ai servizi essenziali. Questi i principi per lo sviluppo del...

Camion: pubblicato l'aggiornamento a gennaio 2023 dei costi di esercizio

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato i valori indicativi di riferimento dei costi di esercizio dell’impresa italiana di autotrasporto di merci per conto di terzi...

Gasolio, bonus autotrasporto: ecco i dossier ancora aperti

Sono molte le questioni ancora aperte sul tavolo dell'autotrasporto. Le ha elencate l'associazione Confartigianato Trasporti dopo l’apertura del dialogo col nuovo ministro dei Trasporti Matteo...

Concessioni portuali: verso un sistema più competitivo e trasparente

Rendere più competitivi i porti italiani e ridurre ogni possibile elemento d'interferenza che alteri la concorrenza, dando al contempo certezza agli operatori sulle modalità di...

Mare Adriatico Meridionale: i servizi portuali diventano più smart grazie allo sportello digitale

Gli operatori dei Porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta, Monopoli e Termoli da oggi possono presentare domande e istanze relative al Demanio, al Lavoro portuale e...

Autostrade: nel 2023 aumentano i pedaggi, ecco le tratte interessate

E' scattato l'aumento dei pedaggi sulla rete di Autostrade per l'Italia: nel 2023 il rincaro è del 2%, con l'aggiunta dell'1,34% solo dal primo luglio 2023. Era dal 2018, dopo...

Rapporto 2022 sull’incidentalità, Salvini: dati in peggioramento, ora necessario impegnarsi a fondo

"Le statistiche relative agli incidenti stradali in Italia sono drammatiche e in peggioramento, anche rispetto agli altri Paesi europei: per questo sento il dovere di richiamare l’attenzion...