Volkswagen investe nell’automazione per gli impianti di Emden, Hannover e Chattanooga

CONDIVIDI

venerdì 16 ottobre 2020

Il Gruppo Volkswagen ha ordinato più di 2200 robot per la produzione di veicoli elettrici. 1.400 robot, ordinati al costruttore giapponese FANUC, sono destinati agli stabilimenti produttivi di Chattanooga (Stati Uniti) ed Emden(Germania) e 800, ordinati agli svizzeri di ABB, per la fabbrica di Hannover (Germania). I robot saranno utilizzati principalmente per la produzione della carrozzeria e l’assemblaggio delle batterie.

Il Gruppo Volkswagen intende investire in totale 33 miliardi di Euro entro il 2024, con l’obiettivo di diventare un riferimento a livello globale per la mobilità elettrica. Diversi miliardi di Euro saranno destinati a questi tre impianti.

Al momento è in corso l’approntamento dei tre impianti per la produzione di veicoli elettrici in strutture all’avanguardia: dal 2022 la ID.4 sarà prodotta a Chattanooga ed Emden, mentre il modello anticipato dalla show car ID.BUZZ uscirà dalle linee di Hannover.

“A Emden e Chattanooga stiamo costruendo due dei siti produttivi più moderni nell’intera industria automobilistica per passare alla e-mobility – spiega Christian Vollmer, Membro del Consiglio di Amministrazione della marca Volkswagen con responsabilità per Produzione e Logistica -. A tal fine stiamo investendo nelle tecnologie più all’avanguardia, come digitalizzazione e automazione, anche nella situazione attuale”.

“I lavori di conversione procedono secondo i piani – aggiunge Josef Baumert, Membro del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen Veicoli Commerciali con responsabilità per Produzione e Logistica -. Con il lancio della ID.BUZZ avremo completato l’ammodernamento dello stabilimento di Hannover, che porterà beneficio anche agli altri modelli prodotti qui”.

Tag: mobilità elettrica

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

DKV: 160mila punti di ricarica per l'infrastrutturazione elettrica dell'Europa

DKV Mobility raggiunge quota 160.000 punti di ricarica pubblici in tutta Europa. Si tratta di una rete che è in grado di supportare gli oltre 250.000 partner di DKV nel passaggio ad una forma...

Autoscuole: Stellantis e Unasca insieme per diffondere la mobilità elettrica

Diffondere la cultura della mobilità elettrica a partire dalle autoscuole. È l'obiettivo del progetto Pole Position, realizzato dal team e-Mobility di Stellantis con Unasca, la...

Telepass amplia l'offerta con lo scooter sharing elettrico di MiMoto

Da operatore di pedaggi autostradali a dinamico protagonista della smart mobility. L'ultima novità di Telepass è l'offerta di noleggio di mezzi di spostamento alternativi tra i...

Mobilità elettrica: operativa Free2Move eSolutions, la joint venture tra Stellantis e Engie Eps

È diventata operativa la joint venture tra il gruppo automobilistico Stellantis e il gruppo energetico francese Engie Eps nata per guidare la transizione verso la mobilità...

Daf: una gamma completa di soluzioni di ricarica per i veicoli elettrici

Ricaricare i veicoli commerciali elettrici con la massima efficienza: è l’obiettivo di Daf che ha messo a disposizione una gamma completa di soluzioni mobili - da 20 kW e fino a 360 kW -...

Moto: perché l'elettrificazione delle due ruote va più a rilento?

Si parla sempre di digitalizzazione e di elettrificazione dell’auto, ma ovviamente anche le due ruote stanno seguendo la stessa tendenza. La differenza sostanziale è che pare si vada a...

Mobilità elettrica: Acea lancia una App per la ricarica dei veicoli

Una nuova app per la ricarica dei veicoli elettrici. L'ha lanciata Acea Energia ed è utilizzabile su oltre 10.000 punti abilitati in tutta Italia. Acea entra così nel settore...

Sostenibilità: gli obiettivi climatici di Scania. Ridotte le emissioni di carbonio del 43%

Nuovi progressi sul fronte della riduzione delle emissioni per Scania, sia quelle derivanti dalle proprie operazioni che quelle generate dall’utilizzo dei propri veicoli. Da quando...