Turchia: impennata straordinaria dei prezzi per il mercato automobilistico

CONDIVIDI

martedì 30 novembre 2021

Il settore automobilistico turco ha registrato a novembre un aumento dei prezzi delle auto nuove per la terza volta ormai, con una crescita senza precedenti anche dei prezzi dei veicoli di seconda mano. Il tasso di aumento dei prezzi delle auto nuove negli ultimi 11 mesi si è già avvicinato al 55%. Hüsamettin Yalçın, direttore generale della società di dati automobilistici e prezzi dei veicoli usati Cardata, ha affermato che dal 23 novembre, a causa dell'improvviso cambiamento nel tasso di cambio, si è registrato un aumento medio del prezzo dell'8% per i veicoli nuovi e del 16% nel mercato delle auto usate.

Automobili come strumento di investimento

La crisi globale dei chip ha comportato una paralisi del settore automobilistico, portando i concessionari a trovarsi a corto di veicoli da vendere. Ogni giorno vengono create liste di ordini che prevedono però tempi di consegna che possono arrivare fino a sei mesi. Così avviene che l’aumento dei prezzi sta rendendo le automobili uno strumento di investimento, secondo un rapporto pubblicato lunedì dal quotidiano turco Dünya. Il rapporto afferma che coloro che non sono nel settore, inclusi impiegati, pensionati, banchieri e negozianti, si sono rivolti all'acquisto e alla vendita di auto per guadagnare denaro.

"Queste persone mettono i loro nomi nell'elenco degli ordini dei concessionari e quando è il loro turno di ricevere il veicolo, cercano di realizzare un profitto vendendo l'auto nuova di zecca al di sopra del valore di mercato"- afferma il rapporto.

Aumento nel mercato dell’usato

C'è stato un aumento medio dei prezzi del 16% nel mercato dell'usato, afferma il rapporto Dünya, con un tasso ancora più alto per i siti online. Il motivo principale per cui gli aumenti dei prezzi basati sul tasso di cambio influenzano il settore, è l'attuale sistema di imposta speciale sui consumi (SCT). Secondo i rappresentanti del settore, anche un piccolo aggiornamento dei prezzi basato sul tasso di cambio può aumentare la fascia d'imposta del veicolo dal 50% all'80%, rendendo così il tasso di incremento molto alto. Parlando con Dünya, i funzionari dell'Automotive Distributors Association (ODD) hanno sottolineato che il sistema SCT ha un effetto moltiplicatore sui prezzi dei veicoli che aumentano a seconda del tasso di cambio e che "questo mobilita opportunità per autovetture di seconda mano".

Alcuni concessionari che hanno parlato con Dünya hanno affermato di essere stati messi sotto pressione dalle pubblicità dei veicoli a prezzi esorbitanti, che sono al di sopra del valore di mercato. “Alcuni consumatori che vengono ad acquistare un veicolo nuovo barattando il proprio veicolo trovano il prezzo di permuta offerto dal concessionario per il veicolo usato troppo basso e mostrano gli annunci sui siti come esempio. Il cliente afferma che il valore del veicolo usato è molto più alto", conclude il rapporto.

Tag: Turchia

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Turchia: il marchio automobilistico TOGG lancia un nuovo programma di accelerazione della mobilità

Automobile Joint Venture Group (Togg), il consorzio che sviluppa l'auto indigena della Turchia, ha annunciato una cooperazione con Plug and Play, la più grande piattaforma di innovazione...

Turchia: le esportazioni di automobili toccano i 4,6 miliardi di dollari

In base a dati recenti  dell'Associazione degli Esportatori dell'Industria Automobilistica di Uludağ, le esportazioni di automobili della Turchia si sono avvicinate a 4,6 miliardi di dollari...

Turchia: ll boom delle start-up globalizzate e l’importanza degli IPA

Il Presidente dell'Ufficio Investimenti della Presidenza della Repubblica di Turchia, A.  Burak Dağlıoğlu, ha  condiviso il punto di vista su startup e investimenti diretti esteri (IDE)...

Le startup turche attirano investimenti per 1,4 miliardi di dollari

Secondo un recente rapporto di Startups.watch, nella prima metà del 2022 sono stati investiti 1,39 miliardi di dollari  in startup turche nelle fasi iniziali e successive di Venture...

Turchia: il rapporto  UNCTAD conferma la crescita degli investimenti diretti esteri

E’ stato pubblicato lo scorso giugno da  UNCTAD (United Nations Conference on Trade and Development) il rapporto annuale sui flussi mondiali degli investimenti diretti esteri (IDE). Sotto...

La Turchia registra  le esportazioni più alte di sempre nel  primo semestre 2022

Le esportazioni turche chiudono la prima metà del 2022 battendo ogni record nonostante l’aumento dei costi energetici causato dalla guerra in Ucraina. Nello specifico, le esportazioni di...

Italia-Turchia: l’incontro di Draghi con Erdogan ed il rilancio dei rapporti bilaterali tra i due paesi

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha raggiunto  Ankara  ieri in occasione del terzo vertice intergovernativo tra Italia e Turchia ed ha incontrato il Presidente della Repubblica di...

La moneta elettronica PARAM riceve investimenti per 200 milioni di dollari

PARAM, il primo istituto di moneta elettronica turca ha ricevuto uno degli investimenti più importanti nel settore  delle tecnologie finanziarie, con una valutazione di oltre 200 milioni...