Perché la carenza di nichel russo può rallentare l'elettrificazione della mobilità?

CONDIVIDI

mercoledì 23 marzo 2022

L’elettrificazione corre veloce. O meglio, correva. Sì, perché le sanzioni imposte alla Russia, e in particolare quelle che bloccano l'export del nichel e di altre materie prime, potrebbero rallentare in modo significativo la diffusione di veicoli elettrici.

Le ragioni alla base della carenza di nichel

A mettere in luce questa possibilità è stato uno studio di Mining Commodity Analyzer di Global Data che ha evidenziato come la Russia sia ad oggi il terzo estrattore e raffinatore mondiale di nichel, superando le 200.000 tonnellate di prodotto finito.
Ma cosa c’entra il nichel coi veicoli elettrici? Questo materiale viene utilizzato nella produzione delle batterie utilizzate nel settore automotive e, vien da sé, che qualsiasi sanzione applicata al nichel russo farà aumentare ulteriormente i prezzi di produzione dei veicoli green, già di per sé non economici.

Dove reperire il nichel?

Secondo Global Data, le sanzioni occidentali non sarebbero uno svantaggio per tutti ed anzi favorirebbero la Cina, che in questo momento mantiene rapporti più distesi con la Russia. Le case cinesi costruttrici di batterie, e quindi quelle di veicoli elettrici, potrebbero acquistare il nichel a prezzi inferiori considerando anche che la Cina ha già una posizione di forza nella catena di approvvigionamento.
Per compensare la mancanza del minerale russo è possibile che altre nazioni produttrici di nichel come l'Indonesia o le Filippine possano farsi avanti con le case automobilistiche occidentali, non senza effetti comunque negativi. Secondo l’analisi di Global Data, infatti, in primo luogo, le aziende occidentali vedrebbero un aumento dell'impatto di CO2 delle loro catene di approvvigionamento, poiché questi due Paesi sono geograficamente più lontani e spesso si impegnano in pratiche non rispettose dell'ambiente. In secondo luogo, ciò comporterebbe un aumento della dipendenza dalla Cina per le società a valle, poiché le società cinesi svolgono un ruolo chiave nelle principali miniere di nichel in questi Paesi.

Tag: auto elettriche

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Ue, con la classificazione Euro 7 nuova stretta sulle emissioni di auto e camion

L'Ue ha presentato una proposta che definisce nuovi standard per le emissioni inquinanti dei veicoli a motore con l'introduzione della classificazione Euro 7. Il provvedimento...

Mercato auto europeo: secondo mese in rialzo, +7,9% a settembre

In Europa, a settembre, le immatricolazioni di auto ammontano a 1.049.926 unità, il 7,9% in più rispetto a settembre 2021. Nel periodo gennaio-settembre 2022, i volumi immatricolati...

L'auto si conferma il mezzo preferito dagli italiani, uso aumentato del 10% in 5 anni

L'auto privata resta il mezzo di trasporto preferito dagli italiani. Lo conferma la 2a edizione dell’Osservatorio sugli stili di mobilità degli italiani, promosso da Legambiente in...

Decarbonizzazione: dalla Legge di Bilancio 2mld di euro per trasporti più sostenibili

Rinnovo degli autobus in senso ecologico, acquisto di treni a idrogeno, realizzazione di piste ciclabili, sviluppo dell’intermodalità nel trasporto delle merci, adozione di carburanti...

Fit for 55: i parlamentari Ue vogliono colonnine di ricarica elettrica ogni 60 km

Nel percorso dell’Unione Europea verso l’obiettivo della neutralità climatica al 2050, sarà necessario prevedere per le auto la possibilità di ricaricarsi ogni 60 km...

Turchia: le auto ibride elettrificate conquistano il mercato

Secondo i dati della Automotive Distributors Association (ODD), nei primi otto mesi del 2022 le vendite di veicoli elettrici in Turchia sono quasi triplicate rispetto all’anno precedente: nello...

Mercato auto: ad agosto immatricolazioni positive dopo 13 mesi

Si arresta, dopo 13 mesi consecutivi, il trend negativo che ha caratterizzato il mercato dell’auto, che ad agosto torna in terreno positivo con 71.190 nuove immatricolazioni, pari a una...

Servizi di ricarica elettrica in autostrada: l'Art approva le misure per le subconcessioni

L’Autorità di regolazione dei trasporti (ART) ha approvato le misure per la definizione degli schemi dei bandi relativi alle gare cui sono tenuti i concessionari autostradali per gli...