Il mercato europeo dell'auto apre il 2021 con un calo del 25,7%

CONDIVIDI

mercoledì 17 febbraio 2021

Non ci sono buone notizie per il mercato automotive europeo di inizio 2021.

Secondo i dati diffusi da Acea e comunicati in Italia da Anfia, infatti, l’insieme dei Paesi dell’Unione europea allargata all’EFTA e al Regno Unito ha perso in media, a gennaio 2021, il 25,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, con 842.835 unità immatricolate.

Nel mese, tutti i mercati dell’area UE-EFTA-UK hanno avuto una contrazione a 2 cifre, ad esclusione della Svezia (+22,5%), della Norvegia (+7,7%) e della Francia, in calo del 5,8%. Tutti e quattro gli altri maggiori mercati europei (includendo UK), che pesano per il 66,7% del totale immatricolato, calano, con la performance peggiore per la Spagna (-51,5%), seguita da UK (-39,5%) e dalla Germania (-31,1%), mentre l’Italia chiude a -14%.

Il mercato italiano dell'auto ha perso a gennaio il 14%

In Italia, le immatricolazioni totalizzate a gennaio si attestano a 134.001 unità (-14%). Analizzando il mercato per alimentazione, a gennaio 2021 prosegue il calo delle alimentazioni tradizionali: le auto nuove diesel registrano un calo del 31,2% rispetto a
gennaio 2020, con una quota di mercato del 26,6%, mentre le auto a benzina diminuiscono del 33,3% (36,2% di quota). Le immatricolazioni delle vetture ad alimentazione alternativa crescono nel mese del 59%, con una quota del 37,2%, come sintesi di un sensibile calo delle autovetture alimentate a gas (-20,7%) e di una forte crescita delle vetture elettrificate (+128% le ibride non ricaricabili e +90% elettriche e PHEV). Tra i major market europei, l’Italia è quello con la quota più alta di vendite di auto diesel, di auto ibride non ricaricabili e di auto a gas rispetto al proprio mercato.

Il mercato dell'auto in Spagna crolla: a gennaio -51,5%

La Spagna totalizza 41.966 immatricolazioni nel mese di gennaio (-51,5%). Per quanto riguarda le alimentazioni, a gennaio continuano a calare le immatricolazioni di auto diesel (-55,5% con il 25,4% di quota) e benzina (-58,4% con il 46,2% di quota). Nel mese sono state immatricolate 11.912 autovetture ad alimentazione alternativa, che valgono il 28,4% del totale immatricolato; nel dettaglio le elettriche pure (comprese le extended-range) detengono una quota dell’1,2%, le ibride tradizionali del 21,6% e le ibride plug-in del 3,4%, mentre le vetture a GPL e metano valgono il 2,2% del mercato.

La Francia gestisce la crisi: mercato automotive a -5,8%

In Francia, a gennaio, si registrano 126.380 nuove immatricolazioni, con una flessione del 5,8% rispetto a gennaio 2020. Ancora segno negativo per le autovetture a benzina, in flessione del 13,5% nel mese (44,8% di quota), e per le vetture diesel, -24,8% (25,3% di quota). Crescono, invece, del 53% le alimentazioni alternative, che rappresentano il 29,9% del totale immatricolato; nel dettaglio, le elettriche detengono una quota del 5,1%, le ibride tradizionali del 15,9% e le ibride plug-in del 6,5%, mentre le auto a GPL e metano valgono il 2,4% del mercato.

Il mercato tedesco dell'auto incassa una flessione a doppia cifra: - 31,1% a gennaio

In Germania sono state immatricolate a gennaio 169.754 unità (-31,1%). Continua la decrescita del mercato delle autovetture a benzina (-50,3% e 37,1% di quota) e diesel (-44,8% e 26,1% di quota), mentre aumentano le immatricolazioni di auto elettriche (+117,8%), che rappresentano il 9,6% del mercato, e ibride (+47,5%), con il 27% di quota. Tra le ibride, in forte crescita le ricaricabili, +138,3%, che, da sole, valgono il 12,1% del mercato.

Automotive in Uk: a gennaio peggior apertura dell'anno dal 1970

Il Regno Unito a gennaio totalizza 90.249 autovetture (-39,5%), la peggior apertura d’anno dal 1970 a causa della chiusura delle concessionarie imposta dal lockdown nazionale previsto fino a marzo. Secondo il tipo di alimentazione, a gennaio le auto diesel calano del 62,1%, con una quota ridotta al 12,3%, mentre le vendite di auto a benzina si riducono del 50,6%, con il 49,8% di quota. Le alimentazioni alternative valgono il 37,9% del mercato. Nel dettaglio: le auto BEV rappresentano il 6,9% del mercato e crescono in volumi del 54,4%, le ibride ricaricabili registrano un +28%, con una quota di mercato del 6,8%, le mild-hybrid diesel chiudono a +26,5% (6,9% di quota), le mild-hybrid a benzina +40,2% (9,8% di quota), e le full-hybrid -23,9% (7,6% di quota). Nel complesso, le ibride tradizionali rappresentano il 24,2% del totale immatricolato.

Tag: automotive, anfia, acea

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Acea: a giugno mercato europeo dei veicoli commerciali in crescita

Rispetto all’annus horribilis 2020, il mercato europeo dei veicoli commerciali registra dati postivi. Lo ha comunicato l'Acea-Associazione dei produttori europei, nel suo aggiornamento...

Prezzi auto in salita: +2,8% per le nuove, -0,3% per le usate

Crescono in Italia i prezzi delle auto. Nei primi sei mesi del 2021, infatti, i prezzi delle auto nuove sono aumentati in media del 2,8% rispetto ai primi sei mesi del 2020. Si tratta di un...

Auto: sempre più italiani sono interessati all'usato

Più di un italiano su 10 ha intenzione di cambiare la sua auto entro la fine dell’anno e, tra questi, ben 4 su 10 si orienteranno su un’auto usata. Le motivazioni? In primis il...

Unrae: il mercato europeo dell'auto ha perso il 23% nei primi sei mesi dell'anno

Il mercato automotive europeo continua a perdere immatricolazioni. Stando ai dati riportati da Unrae sulla scorta delle analisi dell’associazione europea dei costruttori Acea, infatti, a giugno...

Automotive: nel 2020 picco negativo degli ultimi 16 anni

Il 2020 ha segnato il picco negativo per il mercato dell’auto negli ultimi 16 anni: sono stati 1,38 milioni i veicoli immatricolati in quello che si configura come il terzo anno più...

Auto e social network: le nuove occasioni arrivano da TikTok

È di certo un fenomeno dei nostri tempi, una piattaforma da cento milioni di utenti mensili solo in europa. Si tratta di TikTok, il social network cinese che, proprio in virtù del suo...

Trasporto merci: la ricetta di Unrae, Federauto e Anfia per il rilancio del settore

Quello del trasporto merci e in modo particolare del trasporto merci su strada è un settore strategico per l’economia del Paese e l’esperienza della pandemia, con...

Mercato auto: a giugno calo del 13,3% rispetto al 2019

Dati recenti pubblicati dal ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, a giugno 2021 mostrano che il mercato italiano dell’auto totalizza 149.438 immatricolazioni...