Automotive: crescita a due cifre a ottobre 2020 (+14,5%)

CONDIVIDI

venerdì 11 dicembre 2020

A ottobre 2020, secondo i dati Istat, la produzione dell’industria automotive italiana nel suo insieme registra un aumento tendenziale del 14,5%, mentre chiude i primi dieci mesi del 2020 a -26,4%. Guardando ai singoli comparti produttivi del settore, ad ottobre 2020 l’indice della fabbricazione di autoveicoli (codice Ateco 29.1) registra la quarta variazione positiva consecutiva su base annua, +39,5%, mentre diminuisce del 21,9% nel cumulato 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019; quello della fabbricazione di carrozzerie per autoveicoli, rimorchi e semirimorchi (codice Ateco 29.2) resta in flessione a doppia cifra sia nel mese (-21%) che nel cumulato (-29,5%), e quello della fabbricazione di parti e accessori per autoveicoli e loro motori cresce del 2,1% nel mese e cala del 30,5% nel cumulato.

Secondo i dati preliminari di ANFIA, la produzione domestica di autovetture in Italia prosegue sulla strada del recupero iniziato a partire dallo scorso luglio, registrando, ad ottobre 2020, un deciso incremento del 55%, che porta la flessione tendenziale nel progressivo 2020 a -27%.

Il comparto produttivo automotive si colloca nel contesto di una produzione industriale italiana complessiva nuovamente in calo a livello tendenziale: ad ottobre 2020, infatti, l’indice della produzione industriale nel suo complesso chiude a -2,1% e risulta in flessione del 12,9% nei primi dieci mesi dell’anno.

Gli ordinativi totali dell’industria in senso stretto (escluso il comparto Costruzioni), presentano un incremento tendenziale del 3,2% a settembre (ultimo dato disponibile) con variazioni positive su entrambi i mercati (+5,1% la componente interna e +0,4% la componente estera).
Nei primi nove mesi del 2020, la diminuzione tendenziale è del 14,4% (-14,6% la componente interna e -14,2% la componente estera). Il fatturato dell’industria in senso stretto (escluso il comparto Costruzioni) risulta in flessione dell’1,6% nel mese (-1,7% sul mercato interno e -1,4% sui mercati esteri) e chiude a -14,5% il periodo gennaio-settembre 2020 (-14,7% il mercato interno e -13,9% il mercato estero).
Per il settore automotive nel suo complesso, gli ordinativi registrano un aumento tendenziale del 25,3% a settembre, grazie ad una crescita a doppia cifra sia della
componente interna (+30,1%), che della componente estera (+19,3%). Nei primi nove mesi del 2020 gli ordinativi calano del 20,5%, con una componente interna in ribasso del 18,9% (-22,3% i mercati esteri).

Per le parti e accessori per autoveicoli e loro motori, gli ordinativi registrano un incremento a doppia cifra del 18,8% a settembre (+17,9% per il mercato interno, +19,5% per il mercato estero), e una flessione del 20,8% nel cumulato (-23,7% mercato interno e -18,3% mercato estero).

A settembre 2020 (ultimo dato disponibile), inoltre, l’export di autoveicoli dall’Italia vale 2,04 miliardi di Euro, il 6% in più rispetto allo stesso mese del 2019, pari al 5% del totale esportato, mentre l’import vale 2,39 miliardi di Euro (-13,5%) e il 7% del totale importato in Italia. Gli USA rappresentano, in valore, il primo Paese di destinazione dell’export di autoveicoli per l’Italia, con una quota del 17,5%, seguiti da Germania e Francia, con quote attorno al 15%.
Nei primi nove mesi del 2020, l’export di autoveicoli vale 12,3 miliardi di Euro, in calo del 20%, mentre l’import ammonta a 16,1 miliardi di euro, in diminuzione del 34%. Il saldo negativo ammonta così a 3,7 miliardi di euro.
Il fatturato del settore automotive nel suo complesso, infine, presenta una variazione positiva del 7,8% a settembre (+11,4% il fatturato interno e +2,7% quello estero). Nei primi nove mesi del 2020, il fatturato cala del 25,2% (-26,9% il fatturato interno e -22,9% quello estero).
Infine, il fatturato delle parti e accessori per autoveicoli e loro motori presenta un incremento dell’11,2% nel mese di settembre, (+17,2% la componente interna e +6% la componente estera). Nei primi nove mesi del 2020 l’indice del fatturato registra una flessione del 22,7%, con una componente interna in diminuzione del 25,4% (-20,4% il fatturato estero).

Tag: automotive, istat

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Turchia: i fattori alla base di una crescita economica robusta

La Turchia ha un'economia robusta che si è rilevata resiliente durante la pandemia, con tassi di crescita di 1,8 subito dopo Cina e Irlanda. Nel 2020 si è posizionata all'11^ posto a...

Automotive: viaggio nei laboratori all'avanguardia della Turchia

Prosegue il tour riservato a una delegazione di giornalisti italiani promosso dall'Ufficio per gli Investimenti della Repubblica di Turchia (ne avevamo parlato qui). Nel secondo giorno i lavori si...

Auto: Pechino terreno di collaudo per i veicoli a guida autonoma

Una delle sfide dell’automotive, affiancata di certo a quella elettrica, è quella legata alla tecnologia e alla connettività. Ad oggi la stragrande maggioranza delle auto in...

Automotive: in Turchia una roadmap dinamica che punta all’elettrificazione

"Il settore automotive entro il prossimo decennio con l'elettrificazione, la guida autonoma e le auto connesse affronterà una grande trasformazione". Lo ha detto Mehmet Fatih Kaci...

Anfia: ad agosto in calo la produzione dell’industria auto. Segno positivo per i primi otto mesi

Se nei primi otto mesi del 2021 complessivamente la produzione dell’industria automotive nel nostro Paese registra numeri in aumento, nel mese di agosto riporta invece segno negativo. Secondo i...

Acquisti auto: italiani confusi su incentivi ma sempre più orientati verso motorizzazioni sostenibili

L’incertezza dello scenario economico spinge gli italiani a rinviare l’acquisto dell’auto: solo il 12% si dice pronto a farlo già nei prossimi mesi. Cresce significativamente...

Nuova Corvette Stingray: una supercar da tutti i giorni

È un autunno ricco per gli appassionati di auto sportive. Una manciata di giorni fa, infatti, Chevrolet ha lanciato in Europa la sua nuova Stingray, la prima Corvette prodotta con il motore in...

Trento: prevista una deroga alle limitazioni al traffico per il trasporto merci

Deroghe a Trento per il trasporto merci in relazione alle limitazioni al traffico per il rischio di superamento dei livelli di inquinamento atmosferico per il periodo invernale 2021-2022 in vigore...