Anfia-Federauto-Unrae: rinnovare incentivi auto con la prossima Legge di Bilancio

CONDIVIDI

venerdì 27 novembre 2020

Il mercato auto è fermo. L’emergenza sanitaria e l’esaurimento degli incentivi fanno crollare gli ordini e riportano il settore in profonda crisi. Da tutto il Paese giungono segnali allarmanti sulla caduta degli acquisti che, a seconda della zona (gialla, arancione, rossa), si attestano su flessioni variabili, fra il 50 e il 70%. Parte da queste premesse la nota congiunta Anfia-Federauto e Unrae per sensibilizzare il governo sulla crisi del mercato auto e la necessità che vengano rinnovate le misure di sostegno che in estate avevano permesso una – seppur temporanea – ripresa.

Oltre a favorire una ripresa dei consumi, sulla base dei dati recentemente resi noti da Invitalia sul numero delle rottamazioni cresciuto in maniera esponenziale da luglio a ottobre, le associazioni sottolineano l’efficacia degli incentivi anche sotto il profilo ambientale. Le misure hanno permesso quindi di sostenere la ripresa economica del settore auto intervenendo allo stesso tempo sul ricambio del parco circolante a beneficio dell’ambiente.

Questi incentivi, seppur per un brevissimo arco temporale, hanno dimostrato fin da subito la loro efficacia ed è per questo – chiedono con forza le associazioni – che devono essere riattivati fino a che l'emergenza sanitaria è in atto. Le condizioni del settore auto sono critiche e senza un forte sostegno per il 2021 è a rischio il 10% del PIL e una parte ingente degli 80 miliardi di gettito fiscale che l'automotive garantisce ogni anno all'Erario dei quali peraltro – sottolineano ancora le associazioni – lo Stato ha “disperato bisogno” senza contare, soprattutto, le migliaia di posti di lavoro che si perderanno e che si dovranno sostenere con ulteriore cassa integrazione. Non inserire nel testo della prossima Legge di Bilancio fondi adeguati per il rifinanziamento degli incentivi configurerebbe una gravissima perdita sia in termini di strategia economica e di visione ambientale per il Paese. In conclusione le associazioni ribadiscono a gran voce al governo l’auspicio che nell’ambito delle discussioni parlamentari ci sia spazio per un rinnovo consistente di quanto già approvato con decreto legge Agosto.

 

Tag: unrae, anfia, federauto

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Mercato auto, Unrae: a giugno immatricolazioni ancora in calo (-15%)

Il calo delle immatricolazioni di auto in Italia non si ferma: nel mese di giugno il mercato ha registrato 127.209 nuove immatricolazioni, con una flessione del 15,0% rispetto a giugno 2021.Il primo...

Artusi (Federauto Trucks): raggiungere la neutralità climatica con carburanti carbon neutral

L’apertura all’inclusione dei carburanti rinnovabili tra quelli ammessi oltre il phase-out al 2035 di diesel e benzina per i veicoli commerciali leggeri da parte del Consiglio UE...

Prorogati i termini per l'Ecobonus 2022: fino a 270 giorni per le immatricolazioni

Ecobonus 2022, definiti tempi più lunghi per l'immatricolazione di auto che beneficiano degli incentivi. Lo stabilisce una norma del decreto sulle semplificazioni fiscali proposta dal ministro...

Mercato rimorchi e semirimorchi, Unrae: a maggio 2022 +47,5%

Nuovi dati dal Centro Studi e Statistiche dell’Unrae relativamente al mercato dei veicoli rimorchiati per il mese di maggio 2022. Sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero...

Iveco Bus torna a produrre in Italia, Anfia: ottima notizia per la filiera

Giudizio positivo da parte di Anfia sull'annuncio di Iveco Bus di riportare la produzione di autobus in Italia (Ne abbiamo parlato qui).Iveco coglierà l’opportunità prevista dal...

Autocarri e veicoli trainati: mercato in recupero a maggio. Autobus ancora in flessione

Il mercato degli autocarri e dei veicoli trainati torna positivo a maggio, dopo le pesanti flessioni di aprile. Registrato un rialzo a doppia cifra. Si aggrava, invece, la flessione già...

Mercato auto europeo, Unrae: prosegue il trend negativo (-12,5% sul 2021)

Il mercato dell’auto in Europa continua a registrare un pesante calo delle immatricolazioni. Anche il mese di maggio si conclude con il segno meno. Con 948.149 vetture registrate rispetto a...

Veicoli commerciali, Unrae: a maggio quarto calo consecutivo (-11,3%)

Unrae segnala il quarto calo consecutivo per il mercato dei veicoli commerciali leggeri (autocarri fino a 3,5 t di peso totale a terra). A maggio registrati 15.835 veicoli immatricolati contro i...