Ristori Covid-19: in arrivo dal MIMS 494 milioni di euro a Trenitalia e 178 milioni a Italo-Ntv

mercoledì 14 settembre 2022

Nuovi ristori per il settore trasporti per le perdite subite a causa della pandemia. I fondi sono destinati al trasporto passeggeri su ferro e amontano a 672 milioni di euro.

Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, dopo l’autorizzazione da parte della Commissione europea al provvedimento, ha firmato i due decreti che assegnano le risorse a Trenitalia Spa e a Italo-Nuovo Trasporto Viaggiatori Spa per le perdite economiche subite nel trasporto passeggeri non soggetto a oneri di servizio pubblico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Gli importi dei ristori

Il primo, relativo al periodo che va dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2020, attribuisce 279,8 milioni di euro a Trenitalia e 91,5 milioni di euro a Italo-Ntv. Con il secondo decreto vengono riconosciuti 213,8 milioni a Trenitalia e 86,5 milioni a Italo-Ntv per il periodo dal primo gennaio al 30 aprile 2021.

I nuovi importi si aggiungono a quelli (510 milioni di euro, di cui 364 a Trenitalia e 145,6 a Italo-Ntv) già assegnati per la prima fase della pandemia, da marzo a giugno 2020.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata