Veicoli industriali: a maggio mercato positivo trainato dai pesanti

giovedì 9 giugno 2022

Segno positivo per il mercato dei veicoli industriali a maggio. A comunicarlo è il Centro Studi e Statistiche Unrae, sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

La stima del mercato dei veicoli industriali per il mese di marzo 2022 verso marzo 2021 mostra il seguente andamento:

 

Con 2.435 unità immatricolate contro 2.164, la crescita registrata dal mercato dei veicoli industriali nel mese di maggio è  del 12,5% rispetto allo stesso mese 2021.

Il risultato positivo è guidato dal comparto dei veicoli pesanti di massa uguale o superiore a 16 ton, che cresce di oltre 300 unità rispetto allo scorso anno (+17,3%).

Continua, invece, il trend negativo delle altre fasce di peso: calano i veicoli leggeri sotto le 6 ton (-9,8%) e segnano una caduta a doppia cifra i medio-leggeri sotto le 16 ton, che perdono il 10,3% sul 2021.

Complessivamente rimangono negativi i numeri del mercato nei primi cinque mesi dell’anno, -5,3% (con 11.037 unità) rispetto al periodo gennaio-maggio 2021.

Unrae: sostenere la domanda con un fondo ad hoc per l’autotrasporto

Improntato alla prudenza il commento di Unrae rispetto a un mercato che negli ultimi mesi ha mostrato di essere oggetto di forte volatilità a causa delle difficoltà da parte delle Case produttrici in materia di supply chain e carenza dei componenti.

“La situazione è ancora profondamente incerta – sottolinea Paolo A. Starace, presidente della Sezione Veicoli Industriali Unrae – in quanto la crisi mondiale e il brusco aumento dell’inflazione impattano pesantemente sulla capacità produttiva dei costruttori, sul costo dei veicoli e sul prezzo dei carburanti. Pertanto rimane di primaria importanza sostenere la domanda mediante un fondo ad hoc per l’autotrasporto, che possa aiutare il settore nella fase contingente e nella transizione”.

Alla luce del protrarsi della situazione contingente che sta causando forti rallentamenti nei tempi di produzione e consegna dei veicoli, Unrae sensibilizza le aziende di autotrasporto ad anticipare i termini relativi alla programmazione di acquisti per il prossimo anno, così da assicurare la consegna dei veicoli ordinati già nel 2023, scongiurando così “un ulteriore invecchiamento del parco circolante”.

 

 

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata