Intermodalità: da Ue via libera a 55mln di incentivi per il trasporto merci su ferro

mercoledì 8 giugno 2022

Approvato da parte della Commissione Ue il regime italiano da 55 milioni di euro che punta a incoraggiare il passaggio del trasporto merci dalla strada alla ferrovia.

La Commissione ha valutato la misura come necessaria e proporzionata per sostenere il trasporto intermodale e promuovere l’uso del trasporto ferroviario. Secondo Bruxeles avrà un effetto di incentivazione: i beneficiari non realizzerebbero gli stessi investimenti in assenza del sostegno pubblico.

Un sostegno per modernizzare le attrezzature intermodali

Il regime fa parte del piano nazionale per gli investimenti complementari che integrerà con risorse nazionali il Pnrr e punta a modernizzare le attrezzature intermodali come gru a portale, impilatori e veicoli da manovra negli interporti e nei terminali intermodali per incoraggiare il trasporto merci a passare dalla strada alla ferrovia.

Il sostegno assumerà la forma di sovvenzioni dirette a tutti gli operatori di interporti e di terminal intermodali interessati che fanno parte della rete transeuropea dei trasporti in Italia e sarà in vigore fino al 31 dicembre 2026.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata