Rete Gnl: DKV Mobility raggiunge quota 300 stazioni di distribuzione in Europa

venerdì 6 maggio 2022

L’industria dei trasporti prosegue nell’impegno di una progressiva riduzione delle emissioni di gas, in linea con gli obiettivi fissati dall’Onu e dalla Commissione Europea. In questo senso il Gnl (gas naturale liquefatto) e il Green Gnl (gas naturale bio liquefatto) sono tra le alternative ai carburanti convenzionali più diffuse verso un maggiore rispetto dell'ambiente. Gli autotrasportatori e le aziende di logistica possono ridurre le emissioni di CO₂, fino al 20% utilizzando il Gnl e del 90 % utilizzando il Green Gnl, rispetto al diesel.

Per questo motivo DKV Mobility sta lavorando sempre di più all'espansione della sua rete di fornitura di Gnl. L’ampliamento della rete di accettazione offre ora infatti ai clienti l'accesso a più di 300 stazioni di Gnl in dieci Paesi – nello specifico in Germania, Austria, Belgio, Paesi Bassi, Italia, Francia, Spagna, Polonia, Svezia e Finlandia.

Con questa espansione, DKV Mobility continua a offrire la più grande rete di stazioni di rifornimento Gnl indipendente dal marchio, che copre più di due terzi di tutte le stazioni Gnl in Europa. In linea con la propria mission aziendale: To drive the transition towards an efficient and sustainable future of mobility (Guidare la transizione verso un futuro della mobilità efficiente e sostenibile).

“Siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo al cammino verso il raggiungimento degli obiettivi climatici del futuro – dichiara Marco Berardelli, Managing Director di DKV Italia –. Mettendo a disposizione la nostra strategia per risolvere le sfide della mobilità sostenibile, abbiamo raggiunto un altro importante traguardo nella nostra mission di diventare azienda ‘Lead in Green’ e in un solo anno abbiamo raddoppiato la nostra rete di accettazione Gnl con un network che è passato da 150 a 300 stazioni a livello europeo”.

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata