Vendite camion in Europa: in crescita diesel +11,9% ed elettrico +27,5%

martedì 8 marzo 2022

Arrivano nuovi dati dall'Acea per quanto riguarda le immatricolazioni di mezzi pesanti nel mercato europeo. L'associazione di costruttori europei segnala che nel 2021 le immatricolazioni di nuovi camion diesel nell'area Eu, Efta e Gran Bretagna sono aumentate dell'11,9% a 306.598 unità. 

Nella sola Ue sono aumentate del 13,6% e hanno raggiunto 255.099 unità. Ad eccezione di Cipro, tutti i mercati dell'Ue hanno registrato una crescita, compresi i principali dell'Europa occidentale: Italia (+21,9%), Spagna (+7,1%), Francia (+4,9%) e Germania (+4,8%). In Europa centrale quasi tutti i Paesi hanno registrato guadagni a doppia cifra.

In calo, invece, le immatricolazioni dei camion a benzina. Nell'area Ue, Efta e Uk la riduzione è contenuta, dell'1,9 per cento. Nella Ue sono stati venduti solo 190 camion a benzina, con un calo del 9,5% rispetto al 2020. Con 141 unità vendute (+7,6%), la Finlandia ha rappresentato la stragrande maggioranza di tutte le vendite di benzina.

Cresce il mercato elettrico dei pesanti: in Spagna la crescita più forte

In controtendenza i veicoli a ricarica elettrica che nell'area Ue, Efta e Uk sono saliti del 27,5 per cento. Nella Ue sono le vendite sono cresciute del 26,6%, passando da 982 unità nel 2020 a 1.243 nel 2021. Guardando ai principali mercati dell'Ue, la Spagna ha registrato la crescita più forte (+137,5%), seguita dalla Francia (+88,5%), mentre le vendite sono rimaste stabili in Italia. La Germania ha registrato una crescita modesta (+15,8%), ma con 987 unità vendute rappresentava la maggioranza di tutti i nuovi camion elettrici nell'Ue. Al secondo posto l'Olanda con 75 unità immatricolate (+82,9%). Le immatricolazioni di nuovi camion ibridi elettrici in Europa sono scesi del 48,7%; nell'Ue hanno registrato un calo ancora più significativo, con vendite in calo del 55,9% a 67 unità. Quelli a combustibili alternativi, che includono gas naturale, gpl, biocarburanti ed etanolo sono calati del 41,7% in Europa e del 40,7% nella Ue.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata