Trasporto multimodale in Friuli Venezia Giulia: via libera dall'Ue a sovvenzioni per 30mln di euro

giovedì 3 marzo 2022

Incoraggiare il trasferimento del traffico merci dalla strada alla ferrovia e al trasporto per via navigabile nella Regione Friuli Venezia Giulia. A questo punta il regime di aiuti approvato dalla Commissione europea di 30 milioni di euro che durerà fino al 31 dicembre 2027.

La Commissione ha ritenuto che il regime "sia vantaggioso per l'ambiente e per il trasferimento modale dalla sola strada a soluzioni di trasporto meno inquinanti. Inoltre, è in linea con le priorità stabilite nella strategia per una mobilità sostenibile e intelligente e nell'agenda dell'Ue per il Green Deal".

Le attività supportate dalle sovvenzioni

Gli aiuti saranno concessi sotto forma di sovvenzioni dirette alle imprese di logistica e agli operatori del trasporto multimodale che combinano una tratta ferroviaria e una per via navigabile in alternativa al trasporto esclusivamente su strada.

L'importo dell'aiuto che i beneficiari ammissibili possono ricevere si basa sulla riduzione dei costi esterni (inquinamento, rumore, congestione e incidenti) raggiunti dal trasporto ferroviario e per via navigabile, rispetto al trasporto su strada, così come sulla distanza coperta dai servizi.

Importi più elevati possono essere concessi per sostenere i servizi intermodali all'interno della Regione, che riguardano principalmente il trasporto di bramme di ferro su distanze molto brevi, dove l'alternativa della sola strada è significativamente più economica.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata