Regno Unito: in campo 34,5 milioni per formare 11mila nuovi autotrasportatori

lunedì 10 gennaio 2022

Ormai da mesi il Regno Unito sta facendo i conti con la carenza di autisti nel settore autotrasporto, un problema legato alle regole post Brexit e acuito dalla pandemia mondiale.
Oggi arriva una misura che potrebbe arginare la questione nel medio termine: il governo britannico ha infatti deciso di investire 34,5 milioni di sterline (41,3 milioni di euro) per un anno a favore delle compagnie di trasporti per formare nuovi conducenti.

Il programma di finanziamento formerà circa 11 mila nuovi autisti

Il quotidiano "Financial Times" ha precisato che il programma prende il nome di "Skills Bootcamps", e ricomprende corsi di formazione per le competenze nel settore dei trasporti pesanti. Il settore ha accolto positivamente la misura dopo aver subito le conseguenze delle carenze di personale fin da ottobre del 2021, con un aggravamento del problema dovuto alla pandemia da Covid-19. Il programma di finanziamento formerà circa 11 mila nuovi autisti.

Gli esperti del settore hanno affermato che l'intervento statale è necessario data la carenza di investimenti interni in questi mesi di crisi, che dovrebbe ammontare a circa 4.000 sterline (4.800 euro circa) a dipendente. 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata